Archivio per gennaio 2014

L’INDIGNAZIONE “SINE GAUDIO NEC SPE” DEI “DOTTI” BARCOLLANTI NEL FUMO!

L’EDITORIALE DEL VENERDI di Arai Daniele

immagine di arai danielePerché Mario Palmaro e sodali provocano confusione 

Nel mio scritto di maggio 2012 dicevo che fu istruttiva la lettura del libro «La Bella Addormentata» (BA) di Alessandro Gnocchi e Mario Palmaro (Avamposti, Vallecchi, Firenze, 2011), sul «perché dopo il Vaticano 2º la Chiesa è entrata in crisi. Perché si risveglierà».

Allora esso non è apparso isolato, ma in seguito a altre prese di posizione come quelle di Mons. Gherardini, di Roberto de Mattei e delle testimonianze di alcuni vescovi.

 

Prosegui la lettura »

Sono più ridicole la democrazia parlamentare o le femmine completamente fuori posto?

 Segnalazione di Maurizio-G. Ruggiero

 MINISTERO 

Insulti sessisti, sette deputate del Pd denunciano il collega De Rosa del M5S.

La denuncia/querela presentata da sette deputate del Pd contro il pentastellato Massimo Felice De Rosa. Nel testo si legge l’insulto sessista che l’onorevole-cittadino ha rivolto alle colleghe nelal serata del 29 gennaio 2014 dentro l’aula delal Commissione Giustizia della Camera dei deputati. A essere state offese sono: Micaela Campana, Alessandra Moretti, Fabrizia Giuliani, Maria Michela Marzano, Assunta Tartaglione, Chiara Gribaudo e Giuditta Pini

Fonte: http://www.corriere.it/foto-gallery/politica/14_gennaio_30/insulti-sessisti-sette-deputate-pd-denunciano-collega-de-rosa-m5s-8e42a054-899e-11e3-be5b-d457abaa7165.shtml#1

Chi blocca l’Italia?

 Segnalazione di Redazione Il Faro sul Mondo

di Salvo Ardizzone

BILDENBERGL’Italia è un paese bloccato; chiunque prova a far qualcosa (intraprendere un’attività, chiedere un’autorizzazione, domandar qualcosa che è un diritto, etc.) ha la netta sensazione di muoversi nella carta moschicida, in un tunnel di uffici, pratiche, bolli che sembra fatto per complicare tutto. Ma è il paese stesso ad essere immobile, refrattario ed estraneo ad ogni tentativo di sprone da parte dei governi che si succedono; si emettono decine e decine di provvedimenti che promettono risultati di cui nessuno avverte i benefici.

 

Prosegui la lettura »

BENVENUTI A BUENOS AIRES, AL FESTIVAL NAZIONALE DELL’ORGOGLIO GAY ARGENTINO

Segnalazione di S.T.

(Attenzione: da questo articolo sono state rimosse le immagini che offendono il comune senso del pudore, presenti comunque nel sito fonte dell’articolo stesso) 

 

PAPA DJ FRANCESCOMa guarda un po’ …. proprio da dove viene il massone argentino …:

1. BENVENUTI A BUENOS AIRES, AL FESTIVAL NAZIONALE DELL’ORGOGLIO GAY ARGENTINO – 2. È ESTATE PIENA (40 GRADI!) E LA “MEGLIO GIOVENTÙ” DELLE PAMPAS SI È RIVERSATA NELLE DISCO E SULLE SPIAGGE. MENTRE LE PIAZZE BRUCIAVANO. DI PROTESTE E MALCONTENTO – 3. GLI ARGENTINI UNISCONO IL MEGLIO E IL PEGGIO DEGLI “ISTINTI” EUROPEI. E DI QUESTA TRAGEDIA ANNUNCIATA HANNO PRESO ATTO MA NON SI SONO SCORAGGIATI. HANNO CONTINUATO LE LORO VITE E LORO NOTTI, PIACERI ED ECCESSI. QUASI PER ESORCIZZARE IL PEGGIO – 4. BUENOS AIRES È CONSIDERATA UNA DELLE CITTÀ PIÙ CAFONAL-FROCIONA DI TUTTO IL LATINO AMERICA. E QUI TROVANO ASILO GLI ECCESSI DI UN INTERO CONTINENTE. NEGLI ULTIMI ANNI IN CITTÀ VA DI MODA ESSERE BISEX. TUTTI SI ATTEGGIANO A LIBERTINI. E LE NOTTI IN QUEL DI BUENOS BAIRES CONTINUANO AD ESSERE ECCESSIVE. ANCHE TROPPO

Prosegui la lettura »

La classe media sta per scomparire dall’Italia

di Oscar Strano

 

ITALIA SPROFONDARestando nell’euro l’impoverimento è assicurato. La vicenda della Electrolux lo dimostra in maniera semplice e chiara

La multinazionale svedese (che una trentina di anni fa aveva acquistato Zanussi) per mantenere aperti gli impianti italiani ha fatto richieste molto pesanti: un taglio agli stipendi degli operai da 1.400 a 800 euro, pagare il 25% in meno di tasse (non a caso si parla di una zona franca a Pordenone sede del gruppo) e di lasciare comunque 1.200 posti di lavoro (su 4.000 complessivi) a rischio. Perché un menù così indigesto? Perché l’Italia, da quando è entrata nell’euro, ha perso il 22% di competitività. A misurarla è il Clup (Costo del lavoro per unità di prodotto), l’indice di produttività.

Prosegui la lettura »

SAN ROBERTO BELLARMINO, DALL’ELEVAZIONE DELLA MENTE A DIO

Scritto e segnalato da Carlo di Pietro

 

ELEVAZIONELa Sacra Scrittura ripetutamente ci ammonisce a cercare sollecitamente Dio. Perché, quantunque Dio non sia “lontano” da noi, — l’Apostolo dice che «noi viviamo, ci muoviamo e siamo in Lui» (Act. 17, 28), — noi tuttavia siamo lontani da Lui. E se non disponiamo il nostro cuore ad ascendere Verso di Lui, anzi se non ci procuriamo delle scale per salire al cielo; se non ci mettiamo con tutto l’animo a cercare Iddio, ci succede come al figliuol prodigo che, allontanatosi dal padre per recarsi in paese lontano, si ridusse apascere i porci.

 Per far capire come possa darsi che Dio non sia lontano da noi e noi siamo lontanissimi da Lui, dirò che Dio ci è vicinissimo perché, avendo sempre presenti tutte le cose, sempre ci vede; e non solo ci vede, ma sempre pensa a noi, «avendo Egli cura di noi» (I Petr. 5, 7); e si può dire che sempre ci tocca, perché «ogni cosa sostiene colla sua possente parola» (Hebr. 1, 3).

 

Prosegui la lettura »

Vicenza: Quanto costa in Italia ed Europa la corruzione nella pubblica amministrazione?

Segnalazione di www.veronapulita.it 

 VR PULITA
Leggi online.

Donare organi “Una scelta in Comune” da rifiutare

Segnalazione della Lega Nazionale contro la predazione degli Organi e la morte a cuore battente

 

leone_legaI predatori istituzionali si sono agganciati al Regio Decreto 18/06/1931 n. 773 “Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza” per incentivare la donazione d’organi e tessuti con artificio: su ‘ricatto’?

 

 

Prosegui la lettura »

“Il colpo di stato di banche e governi” – Recensione

Segnalazione Redazione Controcorrente Edizioni

GALLINOdi Luciano Gallino

“Il lavoro precede il capitale e non dipende da esso!” Come una dichiarazione di guerra questa frase, semplice ma “letale”, dal giorno in cui fu pronunciata ha provocato vittime e catastrofi. Un semplice pensiero di un politico in uno stato che stava scegliendo la strada da percorrere per arrivare allo scopo per cui era nato. L’uomo era il Presidente USA Lincoln, l’anno il 1861 e l’occasione era la richiesta al Congresso di emettere moneta “gratis” e non più agganciata al sistema bancario al quale riconoscere un agio di emissione. Soluzione semplice al secolare e vampirizzante “signoraggio bancario”. Oggi però gli USA sono il maggior debitore mondiale verso le banche.

Il crack del 1929 iniziò con il fallimento di una piccola banca austriaca di proprietà dei Rothschild che aveva nelle sue casse tutto il debito dello Stato ungherese. Oggi quella banca è dell’UNICREDIT.

Prosegui la lettura »

La Shoah ha sfrattato il crocefisso. Auschwitz prende il posto del Golgota e il 27 gennaio sostituisce il Venerdì Santo

 di Marcello Veneziani  

crocefissoPerché un evento tragico di settant’anni fa, unico tra gli orrori, tiene banco in maniera così prolungata, unanime e pervasiva nei media e nelle rievocazioni? Perché col passare degli anni anziché sopirsi, si acuisce la memoria della Shoah, oggi più di trent’anni fa? Non intendo aprire polemiche, si tratta di domande vere.

 Provo a rispondere senza fare alcuna valutazione. La Shoah sta prendendo il posto della crocifissione di Gesù Cristo. Ovvero è l’Evento Cruciale che segna il Lutto Incancellabile per l’Umanità, lo Spartiacque Unico dei tempi e l’avvento del Male Assoluto, con la Redenzione seguente.

Prosegui la lettura »