satellite antimissileSegnalazione di Federico Prati

La Russia lancerà un nuovo satellite d’allarme antimissile: lo “Sputnik del Giorno del Giudizio

Dopo anni di ritardo, la Russia prevede di distribuire quest’anno il primo satellite della nuova costellazione, per sostituire la componente spaziale del sistema di allarme rapido, hanno riferito i media russi. Sarà anche possibile usarlo come un satellite di comunicazione di emergenza.
Il satellite è stato sviluppato per l’esercito, così naturalmente si sa poco su di esso. Identificato dalla sigla ‘prodotto 14F142′, dovrebbe essere lanciato nel quarto trimestre del 2014, secondo il quotidiano Kommersant.
La navicella sarà la prima di una costellazione, mirante a sostituire il vecchio sistema di allarme precoce Oko-1, che consente alla Russia di sorvegliare i Paesi in possesso di missili balistici nucleari, e di rilevare possibili lanci.
Oko-1 è attualmente in cattive condizioni. Per essere pienamente operativo, ha bisogno di quattro satelliti 73D6 posti in un’orbita molto ellittica, soprannominata orbita ‘Molnya’ (fulmini), per fornire una copertura a tempo pieno della zona di interesse, e un satellite di backup aggiuntivo 71X6 in una orbita geostazionaria. La Russia ha perso l’ultimo dei 71X6s nel mese di aprile di quest’anno e non ha lanciato sostituzioni per i 73D6s dal 2008, quindi ne ha solo due ancora operativi.
L’esercito russo ha assicurato che la rete a terra delle stazioni radar di allarme precoce, che il Paese ha notevolmente potenziato negli ultimi anni, è sufficiente a compensare il punto cieco della componente spaziale, ma non può essere completamente affidabile.
Il rimpiazzo di Oko-1, l’EKS (Unità di sistema spaziale), è stato in sviluppo almeno dal 2000 ed il test di lancio era stato inizialmente previsto nel 2009., Ma il progetto ha affrontato una serie di ritardi e una battaglia legale tra il Ministero della Difesa e Energia space corporation, che costruisce piattaforme per il satellite. Ora Kommersant dice che tutte le controversie e le battute d’arresto appartengono al passato, dato che la navicella è quasi pronta per il lancio.
L’14F142 sta per essere lanciato da un razzo Soyuz-2.1b, e da un razzo a tre stadi Fregat, in modo da raggiungere un’orbita denominata Tundra – un’orbita molto ellittica simile a Molnya, ma con il doppio del suo periodo. La fonte del giornale dice gli strumenti costruiti da Kometa Corporation saranno in grado di rilevare i lanci di missili da crociera, e quelli balistici lanciati da sottomarini.
Oltre a rilevare un lancio, la sonda sarà in grado di calcolare i parametri di volo del proiettile, che sarà utile per le stazioni radar a terra per seguirlo. Esso fornirà anche comunicazioni (di emergenza, N.d.t.) per i militari, permettendo di trasmettere i comandi per un attacco nucleare di ritorsione, se le cose dovessero davvero mettersi male, ha riferito Kommersant.
Traduzione di Massimiliano Greco