Segnalazione di Redazione Il Faro sul Mondo

di Redazione

Mentre Israele accetta la proposta di accordo per un cessate il fuoco proposto dall’Egitto, a testimonianza dell’ennesimo e doloroso fallimento politico-militare di Tel Aviv, il bilancio delle vittime palestinesi dell’aggressione israeliana  sulla Striscia di Gaza è salito a 197.

La proposta egiziana consiste nella totale smilitarizzazione della Striscia di Gaza, con relativa rimozione di tutti gli arsenali della resistenza palestinese e la demolizione dei tunnel. In poche parole, una totale resa da parte delle fazioni palestinesi ed una vittoria servita ad Israele su un piatto d’argento. Sia Hamas che la Jihad islamica hanno rifiutato questa proposta.

In relazione al cessate il fuoco proposto dall’Egitto, il vice ministro della Guerra israeliano, Danny Danon ha dichiarato questa mattina nel corso di un suo intervento in diretta negli studi di “Yedioth Ahronoth”, che Netanyahu è direttamente responsabile del fallimento delle operazioni militari sulla Striscia di Gaza, aggiungendo che la resistenza palestinese è uscita rafforzata da questo conflitto.