Segnalazione Quelsi

 

by Riccardo Ghezzi

 

RENZI CUNICIO

Crolla è la parola d’ordine.
Asfaltato è la parola d’ordine.
40 % è la parola d’ordine.
O sono troppe le parole o sono troppi gli ordini.
Fatto sta che l’Emilia Romagna detta anche Piddinia ha sbagliando candeggio, ora usa Alan.
Alan Fabbri.
L’Emilia Romagna dice NO al polistirolo Renzi e abbozza un timido endorsement a Bonaccini bonariamente ha commentato “Inutile girarci intorno, il voto è una sconfitta”.
Azz!
“Fusse che fusse la (s)volta buona”
Parafrasando Nino Manfredi, verrebbe da dire che o questo bonario Bonaccini non è proprio un renziano oppure è un uomo franco aspirante tiratore.

Così mentre Renzi continua a gonfiarsi come il polistirolo e mentre temeva il sorpasso Fabbri nella culla della civiltà piddina che fa? S’innervosisce fino al punto di rispondere “Mi cercavi?” a Battista che twitta “Gufacci, rosiconi, editorialisti!”.
Il Presidente del Coniglio perché l’Italia ormai questa è un coniglio, ha paura che il 40 % si trasformi in 40 perdendo e poi la parola i sinonimi e gli ordini diventino contrari e contrordini.
Niente di nuovo sotto al sole perché il dato dipende dall’affluenza alle urne: è bassa.

Certo che dopo tre governi di Troika.
Ecco da domani mi diranno tutti “Sei bassa come l’affluenza alle urne” e io non potrò farci niente per colpa vostra.. ma dico ‘che vi costava andare a votare?’.
Su Twitter si ammazzano, twitt come pozze di sangue e in piazza poi du’ ova.. bone manco pe na carbonara..
Su Twitter si decidono le sorti del Paese, e Renzi ci sa fare, lui quizziglia con un PD sempre sopra il 40% (ormai il 40% è un comodino su cui appoggiare il partitone) senza dire che il 40% del 37,67% è il 15% ma lui non si occupa di frazioni (vedi film “Criminali da strapazzo” di W.Allen, a mio avviso molto divertente.
C’è un altra scena divertente del film in cui questo ex camionista diventato dirigente venendo intervistato dalla tv spiega come gli è venuto in mente di pubblicizzare i biscotti su riviste Penthouse e Playboy. Lui tutto ameno risponde “Ho pensato che se un uomo vede un pezzo di bella donna gli aumenta la salivazione per l’eccitazione e girando la pagina trova i biscotti così pensa che sono i biscotti a fargli aumentare la saliva. E’ scienza come quella di Pablo” e lì il giornalista chiede, “Pablo chi?”, “Pablo, quello dei cani”.

Ecco il Pd ormai si presenta come la pubblicità di quell’azienda di biscotti messa su da 4 delinquenti che volevano fare il colpo alla banca, seguendo però il processo inverso (il PD ha fatto anche il colpo alla banca ovviamente e c’è riuscito alla grande ‘asfaltando’ l’Italia, la sua dignità, un uomo dalla finestra di cui non s’è saputo più nulla) e che per vendere sti cavolo di biscotti si mette su twitter cercando di far girare tutto in porn mood in modo che quei due, che pure erano entrati per seguire le vicende politiche, si trovino a fare altro e mentre Renzi twitta e per quando lo vanno a ritwittare sono eccitate come calzette stese durante la bora, e si sminchiano in qualche tuonata di ‘io so’ stato assessore’ ‘io ero vicesindaco’ ‘io c’ho amici’, aho-che-te-credi.
E si crea la fuffa baruffa.

I rumors più attendibili dicono che Renzi in tutta probabilità resterà in sella anche se cade il cavallo di Troika.
I sentiment non lo vorrebbero neanche per la pubblicità dell’ovetto Kinder perché l’Italia non tollera più il fattore ‘sorpresa’ in politica.
Io personalmente però Renzi lo preferivo da uovo.
Chiuso nel suo guscio di coop-E.R.-attività.
Anche perchè come frittata è da salmonellosi.
In ogni caso Pablo e i suoi cani stanno avendo effetti devastanti circa la percezione della democrazia nel Paese e certamente tre governi calati dall’alto poi non portano un altrettanto alto flusso di elettori alle urne. La gente a casa pensa “Siete vibratori”.
Lo so è forte come pensiero ma c’è chi pensa che l’acquisto degli amici dell’orgasmo femminile per lo più ma non si sa mai, trovati nella lista della spesa della consigliera piddina erano stati acquistati proprio per aver ugualmente modo di godere di qualcosa, visto come si stava presentando l’interessamento dell’elettorato per le regionali.

Colpisce anche che Bonaccini è stato l’apripista di Renzi in Emilia Romagna tanto da guadagnarsi un posto nella segreteria del Nazareno, nello specifico ‘enti locali’, in modo da conoscere ‘nomi, cose, città e soprattutto animali, e in quanto a boria non ha nulla da invidiare a Renzi.
Piuttosto in un’Italia che vive di carnevali si potrebbe solo pensare che sotto il ragazzone che emette ultrasuoni da delfino ci sia un dentoso e affamatissimo squalo magari ferito, con un Pigi da vendicare, dove Pigi non sta per pigiama ma per Bersani.
Beh, è ora di andare a nanna. Nanna che stanno dormendo anche in Calabria di cui non si hanno notizie come dei voti di NCD.
Magari insieme ai risultati ci danno la Salerno Reggio Calabria.. tutto può essere.
L’ottimismo prima di tutto.

Scherzo.. si sa solo che ha vinto il PD e questo ci deve bastare. Mica siamo elettori noi, siamo spettatori e il canone lo paghiamo in bolletta, un po’ come la malapolitica. Non è importante votarla, la paghi comunque e la sconti come gli anni di pena quando a molti di loro il reato di aver distrutto il Paese non viene neanche imputato.
Taciturnismo su Berlusconi circa il complotto,
taciturnismo su Berlusconi sulla Legge Severino applicata con umoralità da sindrome premestruale
e oggi hanno il coraggio di accodarsi al trenino del Presidente del Coniglio Renzi dicendo che Forza Italia è stata ‘asfaltata’.
Che verrebbe da dire.. se è stata asfaltata come le strade, io non avrei tutta questa paura..
Un dato appare chiaro: la Lega al 39 % in Emilia Romagna, come ha twittato qualcuno, apre uno sciame sismico simile al terremoto Le Pen in Francia.
Io più che un twitt a Renzi chiederei una foto perché tra non molto sarà quella ricordo visto che è sotto gli occhi di tutti che il 40% è diventato 40 perdendo.
Li teniamo lì buoni, si sa che in Italia governa l’opposizione.. sarà per questo che il PD sembra stia cavando un ragno dal buco? perché è l’unica volta che gli capita di stare sia al governo che all’opposizione (interna)? Nessuno lo sa.
Per il PD sta andando come con il Re Mida, a forza di trasformare tutto in oro non ha più niente da mangiare. Poveri elettori coop.
La messa in discussione di Forza Italia come baricentro dell’elettorato moderato mi sembra fuori luogo. Chi non sa se ce la farà non dovrebbe disturbare chi ci sta provando.
E prima di asfaltare ne devi fare di strada. Le basi proprio.

Riccardo Ghezzi | novembre 24, 2014 alle 7:54 pm | Etichette: elezioni emilia romagnarenzi | Categorie: ItaliaPolitica ed Economia | URL: http://wp.me/p3RTK9-5Pd