Segnalazione Quelsi

by Vittorio Argese

spesaL’Istat nella nota mensile sull’economia evidenzia che “l’evoluzione ciclica dell’economia italiana si manterrà debole. L’indicatore composito anticipatore, costruito a partire da un insieme di variabili qualitative e quantitative, continua a delineare un rallentamento dell’attività economica nei mesi finali dell’anno”.

L’Istituto di statistica osserva che l’incertezza che ancora permane sul prossimo futuro porterebbe le famiglie ad aumentare gradualmente i livelli di risparmio, sensibilmente inferiori alla media di lungo periodo. Nella seconda parte del 2014 “i comportamenti di spesa sono attesi mantenersi prudenti e i consumi privati in moderato aumento”.

“Negli ultimi mesi”, rileva l’Istat, “al rallentamento delle economie dei paesi emergenti e dell’area euro si è accompagnato l’incremento della volatilità dei mercati finanziari. In Italia, l’andamento stagnante dell’attività industriale ha risentito della debolezza delle condizioni interne di domanda, depresse dalla intensità della caduta degli investimenti fissi lordi e dal rallentamento dell’export”.

“Sebbene la fiducia delle imprese abbia mostrato un miglioramento in ottobre principalmente nei servizi di mercato e nelle costruzioni le indicazioni provenienti dal settore manifatturiero e dall’indicatore composito anticipatore segnalano un proseguimento della fase di debolezza dell’economia. In presenza di una stabilizzazione delle condizioni sul mercato del lavoro, i consumi privati continueranno a evidenziare una dinamica moderatamente positiva”, conclude la nota.

Vittorio Argese | ottobre 31, 2014 alle 8:24 pm | Etichette: istatpil | Categorie: Dall’Italia | URL:http://wp.me/p3RTK9-5H8