Castagna Presidio Piazza Isolodi Antonio M. Ricci

A lato Matteo Castagna, Portavoce Christus Rex, durante l’intervento. VEDI IL VIDEO:  http://youtu.be/kn8iN_hhUcg 

Giornata di “Preghiera ed Azione” ieri per i Cattolici tradizionalisti veronesi. Santificata la festività di Ognissanti, “Christus Rex Verona” ha partecipato con bandiere vandeane alla manifestazione “STOP ACCOGLIENZA BUSINESS” in Piazza Isolo, assieme alla sezione locale di Forza Nuova. Ancora una volta, in piazza le cosiddette tre “C” (Castellini, Chiavenato, Castagna), incubo della “mala-politica” (e non solo).

Circa 150 persone si sono radunate in maniera composta e ordinata sotto la statua del missionario Comboni, blindate da un ingente spiegamento di forze dell’ordine. Trecento poliziotti in assetto antisommossa a far da cordone, anche con camionette e automobili per prevenire eventuali tentativi di aggressione da parte di una trentina di cosiddetti antagonisti dei Centri Sociali, che tra gli schiamazzi e a volto coperto sono stati considerati dalla cronaca per aver bloccato la vicina via XX Settembre, ribaltando una serie di cassonetti, in nome dell'”Antifascismo” e dell’ “Anti-integralismo”. Nel “contro-presidio” non autorizzato dalla questura, la bile è andata a mille perché la destra radicale e i cattolici tradizionalisti non manifestavano in Veronetta (il quartiere multietnico per antonomasia, ritrovo dei centrosocialisti) da circa 13 anni, dimostrando che in ogni luogo della città, per loro l’agibilità esiste, regolarmente e senza alcun problema. Al presidio si sono aggiunte delle delegazioni di “Difesa Sociale” e “Comunità Identitaria”, mentre molti residenti si fermavano ad ascoltare gli interventi pubblici.

Castellini Piazza IsoloAmpio risalto mediatico, già ieri sera ai telegiornali, in particolare quello di Rai3, di Telenuovo e sui quotidiani on-line L’Arena.it e Corriere.it. Oggi sui giornali cartacei (FOTO SOTTO)

In foto a lato Luca Castellini, Coordinatore per il Nord Italia di Forza Nuova, durante il suo duro intervento

Brillante intervento al megafono di Luca Castellini, Coordinatore del Nord-Italia per F.N. che ha chiesto la chiusura delle frontiere, ha attaccato il mondialismo e l’accoglienza business favorite dal governo Renzi e da un progetto più ampio a livello europeo e mondiale. Castellini al megafono grida:“Non voglio che i miei figli un giorno mi dicano che non ho cercato fare nulla per il bene del loro futuro o sono stato zitto, accovacciato nella comodità borghese”. Durissima la presa di posizione contro la Curia, proprietaria dell’ostello della gioventù, ove vengono ospitati più di cento supposti profughi, in accordo con l’amministrazione leghista che manifesta contro l’immigrazione per ottenere voti ma, poi, fa ben altro ove governa. Accoglienza business? Introdotto dal Segretario Provinciale di Verona Francesco Alverà, è seguito l’intervento di Matteo Castagna, Portavoce del Circolo Christus Rex, che nel porgere gli auguri a tutti i partecipanti, essendo la Festa di Ognissanti, ha ricordato la dottrina tradizionale della Chiesa in materia di immigrazione, che non è né accoglienza indiscriminata né buonismo né la falsa carità degli ultimi 50 anni della falsificazione del Cattolicesimo che dà la “chiesa conciliare”. E’ civilizzazione e cristianizzazione degli extracomunitari a casa loro, come si faceva nel periodo coloniale, attraverso le Missioni. Castagna, tra gli applausi ha scandito: “Scendiamo in piazza con voi perché siete gli unici che pubblicamente dichiarano di voler restaurare la civiltà cristiana. Come sapete noi non siamo i bigotti della parrocchietta. Ci sforziamo di fare apostolato anche nelle strade e nelle piazze. Non abbiamo paura di testimoniare la Fede e non ci nascondiamo nelle sacrestie o dietro le sottane dei preti. E’ la nostra storia pluridecennale che parla per noi.

Piazza Isolo

 

Cosa sia la vera carità, ossia il proselitismo finalizzato alla conversione e l’aiuto materiale nelle loro terre d’origine dovrebbe saperlo anche lo “s-vescovo verde” che occupa la Curia ma che consente determinate cose “pappa e ciccia” con l’Amministrazione “tosian-leghista” e segue il progetto mondialista del Nuovo Ordine Mondiale, su ordine del perito chimico abusivamente seduto sul Soglio di San Pietro. Sicuramente, rimanere nella propria terra sarebbe un bene anche per i poveri disperati che arrivano qui a frotte, ma allora non esisterebbe più il business degli scafisti e della malavita, non più il business di supposte associazioni “caritative”. Alcune collegate col Vaticano attuale? Ce lo dica Zenti.”

 

 

Christus Rex Piazza Isolo 3

 

 

 

 

 

 

 

 

Christus Rex Piazza Isolo

 

 

 

 

 

 

 

 

Accanto allo striscione, la delegazione di “Christus Rex Verona” con Castellini che tiene una bandiera Vandeana

Christus Rex Piazza Isolo 2

 

 

 

 

 

 

 

 

RASSEGNA STAMPA:

IL CORRIERE DI VERONA INSERTO DEL CORRIERE DELLA SERA E L’ARENA DI VERONA DI OGGI.

“I DISORDINI LI HANNO COMMESSI SOLO I COSIDDETTI “ANTAGONISTI”, A DETTA DEI RESIDENTI” (n.d.r.)

Corriere P.za IsoloArena P.za Isolo