Foto 1Ecco perché, se a Piacenza, grazie ad alcuni cattolici, hanno tolto dal commercio questo oggetto blasfemo, sembra che a Vicenza vi sia un omologo, per cui il nostro instancabile Cristian Rossettini, assieme ai suoi camerati, si sta impegnando ad andare a rimettere la Madonna al posto che le spetta…(n.d.r.)

E dopo i Presepi negati, quello con un topo al posto di Gesù Bambino, non poteva mancare il Presepe ‘gay’, con un altro San Giuseppe al posto della Madonna.
Accade in un centro commerciale della periferia di Piacenza. La blasfema rappresentazione della Natività ha fatto infuriare i clienti che hanno protestato e imposto i responsabili gay a rimuovere la capanna dagli scaffali.

A denunciare il fatto è stato il neo consigliere regionale piacentino della Lega Nord, Matteo Rancan, che ha pubblicato la foto sulla sua pagina di Facebook la foto: “Sicuramente è stato un disguido, vero? Mi dicono anche che è stato prontamente rimosso dopo aver ricevuto alcune segnalazioni da parte di seri cittadini. Bene così!…”

“Ho ricevuto due segnalazioni da cittadini che mi hanno riferito che il presepe con i due San Giuseppe era in vendita. Hanno protestato con l’addetto alle vendita, ed è stato rimosso”.

Fonte: www.voxnews.info