di Manuela Comito

HAAMAS

Mercoledì 17 dicembre, la Corte europea di Lussemburgo ha deciso di rimuovere Hamas dalla lista nera delle organizzazioni terroristiche, secondo quanto riportato da Ma’an. L’organizzazione palestinese era stata inserita nella lista nel 2001 non in seguito a un processo o a una sentenza giuridica, ma sulla base di “accuse derivate dalla stampa e da internet”. E Hamas aveva presentato un appello in quanto l’iscrizione del movimento nella lista nera non aveva seguito le procedure europee e non si basava su fatti giuridicamente rilevanti.

Il Tribunale europeo ha sottolineato che non vi è stata “alcuna valutazione nel merito della questione della classificazione di Hamas come un gruppo terroristico”, ma che l’esclusione dalla lista è stata valutata per motivi di carattere tecnico. Il Consiglio europeo ha 3 mesi per sbloccare i fondi dell’organizzazione e 2 mesi per fare ricorso in appello alla corte di giustizia contro questa decisione. L’ala militare di Hamas era finita in cima alla lista nera delle organizzazioni terroristiche dell’Unione europea nel 2001, in seguito agli attacchi alle Torri Gemelle e nel 2003 l’intera organizzazione era finita nella lista.

Ora il Tribunale europeo ha deciso di riconsiderare la situazione in quanto, come ha asserito il giudice “Il Tribunale constata che gli atti impugnati non si basano su atti esaminati e confermati in decisioni delle autorità competenti, ma su accuse fattuali derivate dalla stampa e Internet” e, inoltre “una tale azione doveva essere basata su fatti precedentemente fissati dalle autorità competenti”. Profonda soddisfazione ha espresso Liliane Glock, l’avvocato dell’organizzazione palestinese. Mousa Abu Marzouq, alto funzionario palestinese, ha parlato di “trionfo” per tutti i sostenitori del diritto alla Resistenza e alla liberazione del popolo palestinese dall’occupazione.

Fonte: http://www.ilfarosulmondo.it/la-corte-europea-ordina-di-rimuovere-hamas-dalla-lista-delle-organizzazioni-terroristiche/