mauriziomontanari_201002142403di Padre Romualdo Maria Lafitte O.S.B.

Basato sulle rivelazioni fatte a Santa Francesca Romana, San Roberto Bellarmino, Santa Caterina di Genova ed altri santi. Citato fra altri nel libro “Il purgatorio spiegato” di Father Schouppe. E’ il tempo da fare nel fuoco del purgatorio per i peccati mortali confessati prima della morte, MA NON ESPIATI quaggiù, e per i peccati veniali non espiati in terra (con la confessione e la penitenza sacramentale, la preghiera, le penitenze, le 14 opere di misericordia e le indulgenze). Santa Francesca Romana seppe per rivelazione che per ogni peccato mortale confessato ma non espiato sulla terra, l’anima fa 7 anni di purgatorio. (L’anima che muore in stato di peccato mortale, non confessata o con confessioni sacrileghe, va direttamente in Inferno).

A- PECCATI MORTALI               in 1 anno                in 10 anni                     in 50 anni                in 70 anni

Se 1 alla settimana, fa                                    52                              520                              2600                          3640

Se 1 al giorno                                                  365                           3650                             18.250                       25.550

Se 10 al giorno                                              3650                         36.500                          182.500                     255.500

Se dobbiamo fare 7 anni di purgatorio per ogni peccato mortale confessato ma non purgato                                               Per 1 anno di peccati mortali          Per  20 anni di p.m.              Per 70 anni di p.m.                                                                                                                                                       Se 1 alla settimana, faremo                364 anni                                    7280 anni                              25.480 anni                                                                                                                    Se 1 al dì                                                2555 anni                                 51.500 anni                            178.850 anni                                                                                                                                                                                                                                          Se 10 al dì                                         25.550 anni                                  515.000 anni                       1.785.000 anni !!!                                                E che dire nel diluvio di impurità di oggi con le milliardi di tentazioni, ove milliardi di personne vivono in stato costante di peccato mortale: Sguardi impuri sulle strade, pensieri impure, fornicazione e convivenza adultera alla luce del sole, anticoncezione costante per tutta la vita, mode femminili provocanti, sfruttamenti e stipendi ingiusti da parte dei padroni, disonestà da parte dei lavoratori, bestemmie… Alas, ben più di 10 al dì! Calcolate voi!

B- PECCATI VENIALI                           in 1 anno           in 10 anni            in 50 anni             in 70 anni            in 80 anni

Se 7 peccati al dì, fa                                2555                 25.550                127.750                 178.850               204.400

Secondo che il tempo sarà 1 ora o 1 giorno di purgatorio per peccato veniale non espiato:                                                                                                                          .                                                            Per 1 anno di peccati veniali             Per 20 anni di p.v.            Per 80 anni di p.v.                                      Se 1 ora per peccato, faremmo                   4 mesi                                               6 anni                                  24 anni                                                                  Se 1 dì per peccato                                         7 anni                                             140 anni                               560 anni                                          Là anche, che pensare della maggior parte dela gente ex-cattolica che, come una pentola a pressione, eruttano ad ogni minuto decine di peccati veniali (odio fra sposi, disprezzo ed aggressività verso ogni persona incontrata, critiche e pettegolezze di continuo, bugie, prendersela con Dio per ogni cosa, male commesso, bene omesso…). Fate i calcoli.

CONCLUSIONE

1)  QUANTO ORRIBILE IL PECCATO, se il Buon Dio, la Bontà stessa, è costretto a castigarlo in maniera così terribile.                                                                                                                                                                         2) MEGLIO PAGARE QUAGGIU’! Meglio soffrire un pò in questo mondo che eternamente nell’altro. Quaggiù è mer-cato nero, nell’aldilà, non ne usciremo prima di aver pagato fino all’ultimo picciolo. Un minuto in purgatorio sarà più terribile che 100.000 anni di tutte le torture e sofferenze del mondo intero radunate sulla testa di un solo uomo!                                                                                                                       3) Supplichiamo Gesù e Maria di darci il loro orrore del peccato, per commetterne il meno possibile.                                                                                                                                                                                                                        4) Al posto di criticare la Mamma Chiesa per le indulgenze, cerchiamo di guadagnarne il più possibile. Soprattutto le plenarie (che cancellano di un colpo tutte le pene che dovremmo fare nel purgatorio) che possiamo applicare a noi stessi o ai defunti, anche se morti 1000 anni fà).                                                                                                                                                                           5) Preghiamo tanto per le povere anime del Purgatorio, specialmente quelle della nostra genealogia.                                                                                    6)… Non chiediamo di vivere troppo vecchi!!!                                                                                                                                                                     E ricordiamo sempre: “Guai, guai, guai a chi morirà in peccato mortale” -Padre Pio. / “Il gran numero delle anime si dannano per l’Eternità”. Facciamo del tutto per salvarci.

IL ROSARIO E’ L’ULTIMA ARMA CHE DIO CI DA

A che giova avere un’arma se non la si usa?

“Recitando ogni giorno il Rosario, se siete fedele a recitarlo malgrado la grandezza dei vostri peccati, con devozio-ne fino alla morte, credetemi, riceverete una corona di gloria che non appassirà mai. Anche se foste sull’orlo dell’a-bisso, se aveste già un piede nell’inferno, se aveste venduto la vostra anima al diavolo come un mago, se foste un eretico incallito ed ostinato come un demonio, vi convertirete presto o tardi e vi salverete, alla condizione che, e notate bene le parole e i termini del mio consiglio, DICIATE TUTTI I GIORNI IL SANTO ROSARIO FINO ALLA MORTE per conoscere la verità ed ottenere la contrizione e il pentimento dei vostri peccati” (Il segreto ammirevole del Ss. Rosario, di San Luigi Maria Grignon De Montfort).

“Quando la gente recitano le 150 Ave Maria, li aiuta molto e mi fa piacere. Ma faranno meglio se recitano queste preghiere meditando la vita, la morte e la Passione di Gesù Cristo, perché ciò è l’anima della preghiera” (St Louis Marie Grignon de Montfort, Le secret du rosaire).

Sant’Alfonso de Liguori: “Come potrebbe mai accadere che un servo di Maria si perdesse? – Ma è un peccatore, direte! -ebbene, che continui di implorare questa buona Madre e che abbia allo stesso tempo la volontà di con-vertirsi, e Maria si incaricherà di ottenergli la luce per uscire dal suo miserabile stato, il dolore dei suoi peccati, la perseveranza nel bene e finalmente una buona morte”. (Libro Le glorie di Maria)

Padre Pio amava molto il rosario e ne recitava da 40 à 50 al dì ( Un rosario fa 15 misteri – 150 Ave).                                          Quando lo si chiedeva cosa intendeva lasciare ai suoi figli spirituali, rispondeva: “Il Rosario”!                                                            “Con questo, si vincono le battaglie” (al Padre Onorato Marcucci).                                                                                                                  “Quando siete stanca di pregare il rosario, riposatevi un attimo, e poi ricominciate di nuovo” ( à Enedina Mori).                                                                                                                                                                                                                       “Alcuni giorni dico 40 rosari, altri giorni 50… Come faccio? Piuttosto, come fate voi per non dirne nessuno?”                                                                                                                                                                                                             “Recitate spesso il rosario; cost così poco e rapporta così tanto… Non si può vivere senza”. ( A Lucietta Pennelli) “.“Il rosario è l’arma di difesa e di salvezza”.                                                                                                                                                                            “Il rosario trionfa su tutto e tutti”.                                                                                                                                              “Ogni rosario detto, un’anima salvata”.                                                                                                                                                   “Recitate sempre il rosario e recitatelo il più spesso possibile”.                                                                                                                          “Padre Pio aveva constantemente il rosario nelle mani e lo pregava più volte al dì… Sono vissuto 6 anni al suo lato, e durante tutto q      uel tempo non l’ho mai visto senza il rosario, giorno e notte. La Madonna non gli rifiutava niente par l’intercessione del rosario. Era il suo legame con Lei” (Padre Alessio Parente).

Islam e comunismo anti cattolici sono stati vinti e lo saranno solo attraverso del rosario. Lepanto, Vienna, l’Austria nel 1950 sono state salvate da questi terribili nemici di Dio col rosario.