downloaddi Federico Prati

Estratti dal Segreto di La Salette:

Il testo fu pubblicato integralmente nel 1879 con l’imprimatur di numerosi cardinali e vescovi tra i quali il più conosciuto è Mons.Salvatore Zola, il santo Vescovo di Lecce, che fu padre spirituale e protettore di Melania, la pastorella di La Salette.

“I Sacerdoti, ministri di mio Figlio, i Sacerdoti, per la loro vita cattiva, le loro irriverenze e la loro mancanza di pietà nel celebrare i santi misteri, per l’amore del denaro, l’amore degli onori e dei piaceri, i Sacerdoti sono diventati cloache di impurità.”

“Sì, i Sacerdoti chiedono vendetta, e la vendetta è sospesa sulle loro teste. Guai ai preti e alle persone consacrate a Dio che per la loro infedeltà e la loro cattiva condotta, crocifiggono di nuovo mio  Figlio!”

“I peccati delle persone consacrate a Dio gridano al Cielo, attirano la vendetta, ed ecco che la vendetta è alla loro porta, perché non vi è più nessuno che implori misericordia e perdono per il popolo; non vi sono più anime generose, non vi è più alcuno degno di offrire la Vittima senza macchia all’Eterno in favore del mondo.”

I capi, le guide del popolo di Dio, hanno trascurato la preghiera e la penitenza e il demonio ha ottenebrato la loro intelligenza; sono diventati quelle stelle erranti che il vecchio diavolo trascinerà con la sua coda per farle perire.

Parecchi abbandoneranno la fede, e il numero dei sacerdoti e religiosi che si separeranno dalla vera religione sarà grande; fra costoro vi saranno anche dei Vescovi.

Nell’anno 1864 Lucifero con un grande numero di demoni saranno svincolati dall’inferno: aboliranno a poco a poco la fede perfino nei consacrati a Dio; li accecheranno in modo tale che a meno
di una grazia particolare essi non prenderanno lo spirito di questi angeli cattivi; alcune case religiose perderanno interamente la fede e perderanno molte anime.

“Vi saranno ovunque dei prodigi straordinari poiché la vera fede si è spenta, mentre la falsa luce rischiara il mondo.”

“Guai ai Principi della Chiesa che si saranno dedicati ad accumulare ricchezze su ricchezze, a salvaguardare la loro autorità e a dominare con orgoglio!”

“Il Vicario di mio Figlio soffrirà molto, poiché per un tempo la Chiesa sarà abbandonata a grandi persecuzioni: sarà il tempo delle tenebre; la Chiesa si troverà in una crisi spaventosa.”

“Poiché la santa fede di Dio sarà dimenticata, ogni individuo vorrà guidarsi da solo, ed essere superiore ai suoi simili. I poteri civili ed ecclesiastici saranno aboliti; ogni ordine ed ogni giustizia saranno calpestati; non si vedranno che omicidi, odii, gelosie, menzogne e discordie, senza amore per la patria né per la famiglia.”

I governanti civili avranno tutti un medesimo programma, di abolire cioè e far scomparire ogni principio religioso, per dar posto al materialismo, all’ateismo, allo spiritismo, e ad ogni specie di vizio.

“Roma perderà la fede e diventerà la sede dell’Anticristo.”

“I demoni dell’aria con l’Anticristo faranno grandi prodigi sulla terra e nell’aria, e gli uomini si pervertiranno sempre più.”

“Dio avrà cura dei suoi fedeli servitori e degli uomini di buona volontà; il Vangelo sarà predicato ovunque e tutte le nazioni avranno conoscenza della verità!”

“Rivolgo un pressante appello alla terra: chiamo i veri discepoli del Dio vivente e regnante nei Cieli; chiamo i veri imitatori del Cristo fatto uomo, il solo vero Salvatore degli uomini; chiamo i miei figli, i miei veri devoti, coloro che si sono dati a me perché li conduca al mio divin Figlio, coloro che porto per così dire nelle mie braccia, coloro che sono vissuti del mio spirito; chiamo infine gli Apostoli degli Ultimi Tempi, i fedeli discepoli di Gesù Cristo,che sono vissuti nel disprezzo del mondo e di se stessi, nella povertà e nell’umiltà, nel disprezzo e nel silenzio, nella preghiera e nella mortificazione, nella castità e nell’unione con Dio, nella sofferenza e sconosciuti dal mondo.”

“È tempo che escano e vengano a illuminare la terra.”

” Andate e mostratevi come miei figli prediletti; io sono con voi e in voi purché la vostra fede sia la luce che vi illumina in questi giorni di sventura.”

“Che il vostro zelo vi renda come degli affamati della gloria e dell’onore di Gesù Cristo.”

“Combattete, figli della luce, piccolo numero che ci vedete; poiché ecco il tempo dei tempi, la fine delle fini.”