Ora i Cinquestelle ‘abbracciano’ la Trilateral. Dopo aver detto peste e corna sul think tank fondato da David Rockefeller, ora si scopre che Davide Casaleggio ospiterà un suo membro al primo evento della neonata associazione politica intitolata al padre, Gianroberto.

Già lo scorso aprile, ricorda l’Huffington Post che riporta la notizia il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio, ebbe un pranzo di lavoro con Carlo Secchi, vicepresidente dell’Istituto per gli studi di politica internazionale e presidente del ramo italiano della Trilateral Commission. Ora, invce, tra gli invitati del convegno “Capire il futuro” c’è anche Paolo Magri, direttore dell’Ispi e, in particolare, segretario del Gruppo italiano della Commissione Trilateral.

Una commissione definita come un “sodalizio paramassonico” composto “da personaggi con ruoli chiave si riuniscono per discutere e analizzare argomenti che dovrebbero essere piuttosto essere materia di dibattito parlamentare”, dai parlamentari pentastellati Carlo Sibilia e Laura Castelli in un’interrogazione al ministero dell’Economia. Sibilia, commentando la partecipazione degli allora ministri Boschi e Gentiloni alla plenaria mondiale della Commissione tenutasi a Roma l’aprile dell’anno scorso, scriveva che la “Trilateral è una delle lobby di banchieri e petrolieri tra le più influenti del mondo con l’obiettivo di influire sulle scelte dei vari governi nazionali”.