Archivio per giugno 2017

DUE TESTIMONI EPISCOPALI DELLA PROFEZIA DI FATIMA

AraiL’EDITORIALE DEL VENERDI

di Arai Daniele

Potrebbe sembrare che a promuovere il Messaggio profetico di Fatima siano tanti, specialmente nel mondo tradizionalista e perfino nell’apparato conciliare, i cui «papi», tutti, visitarono il luogo scelto dal Cielo, almeno da cardinali. Ma testimoniarono il Messaggio? No, al contrario, questi ultimi si servirono della popolarità di Fatima per veicolare le loro malefiche macchinazioni anticattoliche.
Tre sono i motivi speciali del Messaggio trasmesso dalla Madre di Dio: – la visione dell’inferno; – la necessità della devozione al Suo Cuore Immacolato per avere la pace; – il terzo castigo, del tempo della grande Apostasia e della rovina della Cristianità.
Qui voglio ricordare le due testimonianze dei monsignori Castro Mayer e Marcel Lefebvre che, proprio controcorrente dell’andazzo degenerato odierno, rimangono con la loro forza nella Storia della Chiesa. Su di queste testimonianze si possono misurare pure i tradimenti perfino di quanti si dicono loro successori.
Il Primo punto per il Vescovo Antonio de Castro Mayer era demitizzare la riduzione di Fatima come «rivelazone privata».
A questo scopo segue la traduzione della sua Presentazione al mio libro pubblicato in Brasile nel 1987: “Entre Fátima e o Abismo”, sul Segreto che interpella il Pontificato e turba la Cristianità».

Prosegui la lettura »

Festa in piscina con i profughi: devono intervenire i carabinieri

http://www.trevisotoday.it/~media/horizontal-hi/57966300993353/555a0f3185c759030e4ab2fb-2.jpgSegnalazione di Maurizio-G. Ruggiero

Festa in piscina con i profughi: devono intervenire i carabinieri

L’episodio sabato alle comunali di Vittorio Veneto. Una quarantina di migranti fanno infuriare bagnini e altri bagnanti: facevano il bagno con le scarpe, alcuni non volevano indossare costume o cuffia, altri portavano superalcolici a bordo vasca

http://www.trevisotoday.it/cronaca/vittorio-veneto-piscina-profughi-compleanno-festa-28-giugno-2017.html Prosegui la lettura »

Decreto BpVi e Vb, quando la legge è più uguale per le banche

di Alessio Mannino

Deroghe su deroghe e miliardi che saltano fuori come se piovessero. E pure la Ue scopre che le norme hanno «spazi». Da interpretare politicamente

Con la liquidazione delle due ex banche popolari venete, il governo Gentiloni ha liquidato ogni residua, già debolissima fiducia nella legalità in questo Paese, patria del diritto e soprattutto del rovescio. Il decreto-legge 99 è una mostruosità giuridica: prevede talmente tante deroghe che a questo punto c’è da aspettarsi la rivalutazione dell’abominio nazista del Führerprinzip, “la legge del capo” che decideva sopra e nello sprezzo di ogni norma scritta. Il provvedimento del 25 giugnoschiaccia come un panzer svariati articoli del codice civile, la parità di diritto dei creditori ad essere risarciti, il Testo unico bancario, la legge antitrust, la legge sui trasferimenti aziendali dei dipendenti, la contabilità dello Stato, le norme di correttezza e concorrenzialità sulla scelta del “cessionario”, perfino la certificazione energetica degli edifici e le normative urbanistiche e ambientali. Il rischio, se per caso la Corte Costituzionale dovesse farlo decadere, è che caschi tutto il palco della liquidazione coatta amministrativa, altrimenti nota come fallimento pilotato. Prosegui la lettura »

L’unione civile viene benedetta dal prete conciliare – Schio –

SCHIO. Due ragazze coronano il loro sogno d’amore con un unione civile e il prete benedice i loro anelli. La cerimonia istituzionale celebrata sabato nella sala consiliare del municipio di Schio è stata condita da un insolito intervento dall’elevato

http://m.ilgiornaledivicenza.it/territori/schio/l-unione-civile-viene-benedetta-dal-sacerdote-1.5795857 Prosegui la lettura »

Gerusalemme, Nicosia e la Terza Guerra Mondiale

Gerusalemme, Nicosia e la Terza Guerra Mondiale

Cypriot press ha scritto la scorsa settimana di una grande esercitazione militare israeliana-cipriota.

Il video israeliano qui sotto, mostra una operazione di Commando di Brigata israeliano impegnato in una routine militare di aggressione sui monti  Trodos di Cipro.

Che cosa è successo? Com’è che i ciprioti – conosciuti per sostenere la causa palestinese – sono diventati una provincia dell’impero israeliano?

La risposta è : Un accordo sul gasdotto Israele-Europa.

Prosegui la lettura »

Chi paga il conto (stellare) dei nuovi italiani

Segnalazione di Raimondo Gatto
Questo diritto per i soggetti esteri genera dei costi per chi cittadino lo è già. Le conseguenze su concorsi e università
di Francesco Forte

Nella discussione sulla cittadinanza in base allo ius soli, inventato dopo la scoperta dell’America per toglierla agli Indios, si dimentica che questo diritto per i soggetti esteri genera dei costi per chi cittadino lo è già sia perché ci sono nuove spese e sia perché essendo la «coperta corta», ce n’è meno per ciascuno.

I leader politici che sostengono lo ius soli dovrebbero spiegare che «non è un pasto gratis». In Italia esiste la legge sull’invalidità civile che dà diritto a una indennità mensile ed a una serie di agevolazioni, per gli italiani invalidi civilmente, per nascita o disabilità successiva, extra lavoro, conseguita in qualsiasi età. Inoltre è prevista, a carico del Tesoro, la pensione sociale per i cittadini anziani, privi di altra pensione o/e reddito adeguato. La concessione, della cittadinanza per ius soli, genererebbe un diritto a tale indennità, anche per chi sia tornato nel paese di origine o sia andato in un terzo.

Prosegui la lettura »

Disfatta Pd

ImageAmministrative, è inutile girarci intorno o tergiversare: la tornata delle amministrative ci consegna l’idea che gli elettori facciano di tutto pur di NON votare Pd, anche nelle sue roccaforti storiche. È sfiducia, generalizzata, nel centrosinistra (di Flavia Perina, LEGGI)

Addio sinistra fighetta e hipster, non ci mancherai per niente. La sinistra-hipster, quella che ha sempre voluto liberare l’Italia dagli incolti, dopo la sconfitta a Genova e a L’Aquila è quasi affondata. Breve storia di come si è trasformata e ha perso se stessa (di Fulvio Abbate, LEGGI)

Il Santorale di Luglio

a cura di Padre Romualdo Maria Lafitte

Ecco il Santorale illustrato con i santi di Luglio. Tale libretto, come gli altri documenti che ho potuto mandarti, è totalmente copyfree. Cioè stampalo, mandalo in giro e moltiplicalo in totale libertà. Le cose di Dio non si vendono. Non voglio denaro ne altre cose della Terra, – Iddio me ne scampi- ma strappare il più anime possibile all’inferno e che si salvino eternamente. E i santi, da imitare così semplicemente, hanno perfettamente imitati nostro Creatore e Salvatore. Che ti siano grandi amici e modelli per il Cielo. E i santi del giorno ricevono da Gesù e Maria tante grazie da dare alla Terra quel giorno specifico. Sono gratuite, approfitane! 

Disponibile il numero 66 di Sursum Corda del 25 giugno 2017

Dio sia lodato!
Sul sito è disponibile il numero 66 (del 25 giugno 2017) di Sursum Corda®. Il settimanale si può scaricare gratuitamente nella sezione download dedicata ai soli Associati.
Clicca qui per gli ultimi articoli leggibili gratuitamente sul sito:
– Comunicato numero 66. Il quinto comandamento;
– Preghiera a San Giovanni Battista;
– Cuore Santissimo di Gesù fonte di ogni bene!;
– Preghiera a San Paolino da Nola;
– Gli anatemi del Concilio di Trento, numeri 20, 21 e 22;
– Vita e detti dei Padri del deserto: Padre Apollo;
– Alcune note documentative sul vero volto della cosiddetta «Democrazia Cristiana»;
– Racconti miracolosi n° 11. San Giuseppe da Copertino e l’amore della Madonna;
– Mussolini e De Gasperi nel giudizio della coscienza cattolica;
– È un errore propugnare una Unione Politica Europea;
– Perché Alcide De Gasperi non fu cattolico;
– Seconda raccolta per i poveri 2017;
– Teologia politica n° 58. Nessuna ragione di Stato può violare i diritti di natura stabiliti da Dio;
– Orazioni di Santa Brigida non manomesse dai modernisti.
Preghiamo per i nostri Sacerdoti, per le famiglie e per le intenzioni della nostra Associazione, affidandoci alla protezione di san Giovanni di Dio.

Ossequi, Carlo Di Pietro.


Sursum Corda ONLUS
Associazione di volontariato riconosciuta nei settori Sociale e Culturale
C.da Piancardillo, snc – 85010 Pignola
Provincia di Potenza (ITALIA)
Redazione: editoria@sursumcorda.cloud
Donazioni: paypal@sursumcorda.cloud

Don Milani – lettera aperta al “vescovo” di Treviso

Per colui che ha fede, non servono spiegazioni.

Per colui che non ha fede, nessuna spiegazione è possibile.

San Tommaso d’Aquino

Lettera aperta a:

Al Vescovo di Treviso Mons. Gianfranco Agostino Gardin

Vita del Popolo

Presbiteri della Diocesi

Treviso XXIV giugno I° anno dell’era della Tenerezza

Innanzitutto, precisiamo il nostro intento di non volere giudicare NESSUNA persona (il GIUDIZIO è di esclusiva pertinenza di Cristo), bensì valutare espressioni seguendo gli insegnamenti di Cristo e il perenne Magistero della Chiesa Cattolica Apostolica Romana, quindi LA Verità.

Riportiamo alcune parole di Sant’Antonio da Padova, sulla Verità:

 «La verità genera odio; per questo alcuni, per non incorrere nell’odio degli ascoltatori, velano la bocca con il manto del silenzio. Se predicassero la verità, come verità stessa esige e la divina Scrittura apertamente impone, essi incorrerebbero nell’odio delle persone mondane, che finirebbero per estrometterli dai loro ambienti. Ma siccome camminano secondo la mentalità dei mondani, temono di scandalizzarli, mentre non si deve mai venir meno alla verità, neppure a costo di scandalo».

In questi giorni, Bergoglio ha visitato la tomba di Don Lorenzo Milani a Barbiana. Di pari, la Curia di Treviso ha organizzato una Messa a cui seguirà un incontro sulla vita di Don Milani.

Considerando l’eco mediatico per il cinquantesimo dalla morte di Don Milani ci siamo soffermati su alcuni aspetti che meritano lo scrutinio con il metro della verità.   Non potendo analizzare ogni cosa in una breve lettera, ci preme sottolineare uno scritto che riguarda i ragazzi, in considerazione delle disposizioni che sono o entreranno in vigore, con la legge della “LA BUONA SCUOLA”, foriera del GENDER.

Esponiamo alcune frasi scritte da Don Milani, pubblicate sul libro Don Milani. Chi era Costui?

E so che se un rischio corro per l’anima mia non è certo di aver poco amato, piuttosto di amare troppo (cioè di portarmeli anche a letto!)” – e poco più avanti, in una lettera a un giornalista poi suo biografo: “E chi potrà amare i ragazzi fino all’osso senza finire di metterglielo anche in culo, se non un maestro che insieme a loro ami anche Dio e tema l’Inferno?” – già anni prima in una lettera a un amico, aveva scritto: “Vita spirituale? Ma sai in che consiste oggi per me? Nel tenere le mani a posto”».

 

Normalmente l’espressione metterlo nel culo, viene utilizzata in senso metaforico da certe persone e in certi ambienti. Quando invece l’espressione proviene da un chierico è lecito supporre che non sia proferita a mo’ di metafora.

 

A tal proposito, si rammentino le parole di nostro Signore Gesù Cristo recepite e tramandate dal Magistero della Chiesa Cattolica riportate nei Vangeli di San Matteo, San Marco e San Luca: per chi scandalizza uno di questi piccoli, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina da asino, e fosse gettato negli abissi del mare.

Parole tremende ed inequivocabili, tanto è grave questo peccato contro natura per giunta quando la vittima è un bambino da essere uno dei quattro peccati che gridano vendetta al cospetto di Dio.

 

Noi semplici Cattolici abbiamo il dovere davanti a Dio e agli uomini di dire SEMPRE la Verità, e PER INTERO, a prescindere dalle “convenienze o conseguenze”.  Proprio come facevano i Santi, facendo proprie le parole di Cristo: la verità vi farà liberi.

 

Le falsità e mezze verità propinate, partendo dalle più alte sfere, costringeranno i più piccoli – se non i sassi – a gridare la verità!

Miserere nostri, Domine, miserere nostri.

Gruppo NON EXPEDIT Treviso

Centro preferenze sulla privacy

Chiudi il tuo account?

Il tuo account verrà chiuso e tutti i dati verranno eliminati in modo permanente e non potranno essere recuperati. Sei sicuro?