Il 26 luglio a Villafranca di Verona, il cantante satanista Marilyn Manson, presenterà il suo ultimo album Say10 che in inglese si pronuncia Seiten, cioè Satana. Immediatamente via web sono partite alcune petizioni indirizzate al sindaco Mario Faccioli, con preghiera di annullare l’evento.

Superfluo star qua a disquisire sui contenuti dei messaggi deleteri e diseducativi di chi ha consacrato la sua vita al principe delle tenebre: chi ha un minimo di sale in zucca, c’arriva da sé. Salvo news, dell’ultima ora, non si ha notizie di abrogazioni dell’evento. Nell’estate luciferina villafranchese, ciò che maggiormente meraviglia, non è lo sconcertante cantante americano (un individuo che durante i suoi concerti è arrivato a bruciare più volte la Bibbia, ndr), ma l’inquietante silenzio di un sindaco con nomea di uomo di destra. Chi si è mobilitato per bloccare l’emissario di Belzebù, si deve rendere conto che in Italia c’è una destra laicista che sta a Dio, Patria, Famiglia, come i cavoli a merenda. Faccioli ci ricorderemo.

Gianni Toffali