Segnalazione di F.F.

Una simulazione dei risultati ottenuti con la nuova legge elettorale getta nel panico il Pd: non prenderebbe nemmeno uno degli 85 collegi uninominali delle Regioni del Nord

di Ivan Francese

Ora il Pd teme di essersi rovinato con le proprie mani: una simulazione sugli effetti della nuova legge elettorale sugli ultimi sondaggi assegnerebbe zero collegi uninominali sugli 85 in palio nel Nord Italia.

Secondo un documento commissionato da due parlamentari di centrosinistra e visionato daRepubblica, negli 85 collegi uninominali suddivisi fra Lombardia, Piemonte, Liguria, Veneto e Friuli-Venezia Giulia, i dem non ne porterebbero a casa nemmeno uno. Nonostante restino i seggi assegnati con il proporzionale, si tratterebbe di una sconfitta politica di dimensioni epocali.

Tanto che il senatore piddì Stefano Esposito, noto per le sue battaglie pro-Tav a Torino, ha ammesso che “lo sanno tutti che nei collegi del Nord non prenderemo nemmeno un seggio o quasi…”. Parole che trovano il proprio corrispettivo in quelle pronunciate dal senatore di centrodestra Gaetano Quagliariello, che parla di un “regalo” da parte del partito di Matteo Renzi.

Al Nazareno per la verità tentano di farsi coraggio guardando ad altre previsioni che assegnerebbero ai democratici 26 seggi su 85. Non molti, ma nemmeno una debacle. Ma il timore del cappotto – di quello zero che fa paura- resta vivo ad agitare le notti dei deputati e dei senatori piddì.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/news/politica/sondaggio-incubo-pd-col-rosatellum-zero-seggi-nord-1456305.html