di Marco Milioni

Fra gli strascichi del caso Brecia-Padova A4 Serenissima costruzioni, vi segnalo anche questo caso particolare, una vicenda dai risvolti umani sulla quale dovremmo riflettere.

GEOMETRA BLOCCATO IN ARMENIA: “SERENISSIMA COSTRUZIONI NON MI PAGA”

Un dipendente campano racconta le sue peripezie nello scandalo che ha investito l’ex braccio operativo della Brescia-Padova

Al di là del ginepraio di carte bollate e contenziosi economici a sei zeri e più, il fallimento della Serenissima Costruzioni porta con sé inevitabilmente il suo strascico di vicende umane. É il caso di Leone Schiavone. Classe 1965, professione geometra con una esperienza notevole nei cantieri di mezzo mondo, nel 2016 viene assunto dalla Serenissima Costruzioni dopo essere stato contattato da un head hunter, ovvero da un consulente specializzato nella ricerca di personale altamente qualificato. Il contratto d’ingaggio «è firmato dall’ingegner Gabriella Costantini, capo-operazioni in Armenia della società edile»

CONTINUA SU http://www.vvox.it/2017/10/15/geometra-bloccato-in-armenia-serenissima-costruzioni-non-mi-paga/