A Giovinazzo, Comune in provincia di Bari, i Caf assaltati da telefonate di disoccupati: “Dateci il modulo per chiedere il reddito di cittadinanza”

di Claudio Cartaldo

Non sorprende, o forse sì. Ma nel Sud Italia, lì dove il Movimento Cinque Stelle ha collezionato quasi tutti i collegi disponibili alle ultime elezioni politiche, il reddito di cittadinanza sembra essere la promessa che ha scaldato i cuori degli elettori.

A provarlo ci sarebbe una vicenda che sta facendo discutere non poco.

Le chiamate per il reddito di cittadinanza

La storia viene da Giovinazzo, piccolo comune in Puglia. Nel collegio di Molfetta (dove era inserita Giovinazzo) Francesca Galizia, candidata grillina, ha ottenuto il 43% e nel comune i voti sono stati poco meno del 40%. Una vittoria su tutta la linea. Bene. Come spiega oggi la Gazzetta del Mezzogiorno, in questa cittadella di 20mila abitanti alle porte di Bari, però, i Caf e i patronati sono stati presi d’assalto con la richiesta di poter compilare i moduli per ottenere il reddito di cittadinanza. “Hanno vinto ci Cinque Stelle – si sono sentiti dire i dipendenti del Caf – adesso dateci i moduli”.

In un primo momento gli operatori hanno pensato ad uno scherzo. Ma poi l’elevato numero di telefonate ha fatto capire che in molti avevano creduto già attuate le promesse grilline. Di fronte all’ovvia risposta che un modulo simile ancora non esiste (e chissà se esisterà mai), molti cittadini si sono rivolti agli uffici comunali per avere conferme.

La sorpresa degli operatori dei Caf

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta del Mezzogiorno, i cittadini che hanno telefonato di fronte al modulo negato hanno risposto: “Ma l’ho sentito alla televisione“. Difficile per gli operatori dover spiegare che non basta un voto per ottenere il reddito di cittadinanza. Prima il Parlamento dovrà insediarsi, dare la fiducia a un governo, il quale poi dovrà trovare le coperture economiche per garantire a tutti i dosoccupati un reddito minimo garantito. Secondo il quotidiano locale che ha intervistato gli operatori dei Caf, a telefonare sarebbero stati giovani, disoccupati e con titolo di studio non elevato.

Altri Comuni coinvolti

La vicenda si è ripetuta in altri Comuni della Puglia. A ‘Porta futuro” a Bari, racconta il responsabile Franco Lacarra all’Ansa, “sono una cinquantina le persone che tra ieri e oggi hanno chiesto i moduli per ottenere il reddito di cittadinanza, si tratta soprattutto di giovani”.

Fonte: http://m.ilgiornale.it/news/2018/03/08/m5s-caf-inondati-di-telefonate-dove-sono-moduli-per-il-reddito-di-citt/1502683/