LA SPURIA GNOSI CONCILIARE DEGLI «ANTICRISTI IN VATICANO»

L’EDITORIALE DEL VENERDI

di Arai Daniele

abominioConcluso, per ora, il Sinodo/Sinedrio bergoglioso, con diversi resoconti su vittoriosi e sconfitti, viene da chiedersi quale sarà la prossima imboscata per la Famiglia come Dio l’ha creata. Intanto, dopo questa tragicomica messinscena di un mini vaticano 3º chiamato da Bergoglio per squassare quanto resta della famiglia cristiana, mi viene in mente una battuta ironica corrente in Brasile: “il godimento del pagliaccio è di vedere il circo in fiamme!». E questo paragone giocoso si rafforza dopo la lettura dell’acro ma lucido commento di Antonio Socci a proposito dell’esito di questo incontro, che inaugura una nuova fase di demolizione conciliare con un’enigmatica “strategia bergogliesca”. Strategia talmente oscura e caotica, da far Socci dedurre che essa forse risiede nello stesso suo caos; caos seminato a livello episcopale sulla «vera volontà del papa»! Sì, ora che la sua munizioni kaspariana è fallita, forse vorrà dare fuoco al fienile per iniziare un nuovo periodo di razzi sparati ovunque. Tutto nella goduria dei tanti demoni che tuttora ballano nei sacri palazzi vaticani in vista della rovina di una moltitudine d’anime.

Il fatto è che siamo, di nuovo, di fronte alla conferma dell’aspetto gnostico di tutto quando proviene dal Vaticano 2º per servire il mondo e le sue iniziative, “la più gnostica delle intraprese mondiali di questa regia è quella contro la famiglia fondata sul matrimonio”. In questo senso vediamo quanto è nelle pagine del libro di P. Ennio Innocenti. «LA GNOSI SPURIA 900». Pp. 24-25. Prosegui la lettura »

La discepola di Bergoglio

Segnalazione e commento di Gianni Toffali

sister

Superfluo commentare la scelta della discepola di Bergoglio di cantare “LIKE A (EX) VIRGIN” della blasfema “Madonna” Ciccone, cui in una foto fa pure il verso…

Leggere, ascoltare e vedere attentamente i vari link qui sotto riportati e comprendere…

P.S.: Ieri sera a Striscia la Notizia, “Suor” Cristina ha ammesso di mettere in pratica il vangelo di Bergoglio

ed è arrivata al punto di dire che sta aspettando (da lui) un mandato ufficiale per portare Gesù nelle periferie del mondo…

UNA VERGOGNA! Prosegui la lettura »

Lo scandalo della responsabilità civile dei magistrati

 Segnalazione di Maurizio-G.Ruggiero

http://ilgarantista.it/2014/10/23/buemi-ce-un-pezzo-di-pd-al-servizio-dei-pm/Cronache del garantista – 23 ottobre 2014

Buemi :«C’è un pezzo di Pd al servizio dei Pm»

di Errico Novi

 buemi

«Voglio far uscire i magistrati dalla loro campana di vetro. Non perché ce l’abbia con loro. Semplicemente devono rispondere dei loro errori come tutti. Come il chirurgo sospeso al millimetro più in qua o più in là del taglio lasciato dal suo bisturi». Il senatore Enrico Buemi non fa l’avvocato. È un imprenditore, non ha nulla a che vedere con il mondo della giustizia. Ma è un socialista, innanzitutto. Uno dei pochi parlamentari eletti dal Psi di Riccardo Nencini, grazie all’accordo con il Partito democratico.

Prosegui la lettura »

Il più “papabile” di tutti teme uno scisma conciliare?

Sinodo, è partito il contrattacco? Il segretario di Ratzinger inchioda i progressisti

l43-georg-ganswein-vaticano-130510161211_big
 O FA IL GIOCO DELLE PARTI?
La “Chiesa Cattolica” e il pericolo di uno scisma. Cosa è destinato a consumarsi intorno alle questioni dottrinali da dibattere nel Sinodo straordinario sulla Famiglia aperto in Vaticano?

Lo abbiamo spiegato i giorni scorsi e i segnali che qualcosa di rischioso stia avvenendo risultano chiari ora che dopo l’ultimo libro dello scrittore Antonio Socci edito da Mondadori intitolato “Non E’ Francesco” (con cui  il giornalista arriva a mettere in dubbio la legittimità di Bergoglio come Papa), in un’intervista esclusiva a Chi “emerge” la presa di posizione netta di monsignor George Gaenswein già segretario di Benedetto XVI e ancora al suo fianco.

Prosegui la lettura »

Verona, “Romeo in love”: apologia della sinistra, citato il nostro “Christus Rex”

di Redazione

ROMEO GAY ROMEO E GIULIETTO“Romeo in love” il 25 sarà in piazza con il circolo omosessualista “pink” per la giornata antifascista: si parla contro la Regione, contro il sindaco di Padova Bitonci e si dice che solo la sinistra può dare una svolta; oltre a citare Christus Rex e ridere sulla famiglia tradizionale: ecco il rispetto dei sodomiti:

 

Nell’ultima puntata: http://www.romeoinlove.it/episodio/189-loracolo

Prosegui la lettura »

Ipotesi IVA al 25%: sarebbe la FINE del paese!

Leggi anche: Follia delle follie: vogliono aumentare ancora l’IVA! - di nocensura.com

ESPOSIONE NUCLEARENonostante il precedente aumento abbia fatto contrarre i consumi facendo chiudere le attività che già se la passavano male e riducendo le entrate tributarie, vogliono aumentare ancora l’Iva: al vaglio c’è l’ipotesi di un MAXI AUMENTO che porterebbe l’IVA al 25%! Sarebbe davvero il colpo finale… 

Staff nocensura.com

Stabilità, arriva anche l’aumento dell’IVA al 25%?

Di Giovanni De Mizio - @ToobyTweet 

Il governo Renzi nella legge di stabilità ha reso sempre più forte la sua intenzione di sostenere i consumi (stabilizzando gli 80 euro, che passano da bonus a detrazione strutturale – e in quanto tale rischia di avere qualche problema alla Consulta) e demolire il risparmio (aumentando le imposte alla previdenza complementare e supertassando il TFR in busta paga). Tuttavia questo piano rischia di frantumarsi contro la solita clausola di salvaguardia: l’aumento dell’IVA. Prosegui la lettura »

Parigi, studentessa italiana cacciata via per aver chiesto ricevuta d’affitto: il web insorge

 Segnalazione Quelsi

by Riccardo Ghezzi

PARISAggredita, minacciata, buttata fuori di «casa» con i suoi libri: è diventata un caso la storia di Elisabetta, 21 anni, bolognese, studentessa di Architettura a Parigi. È stata sfrattata per aver chiesto la ricevuta dell’affitto, 400 euro per un buco di 6-7 metri quadri, sotto la soffitta di un appartamento del quartiere di Barbes, ai piedi di Montmartre. «La mia storia – racconta all’ANSA dopo essere diventata protagonista prima sul gratuito parigino Metronews, poi per radio e siti di giornali come Le Parisien – è allucinante, ma è la storia di tanti studenti a Parigi». Da un anno in Francia ma appena arrivata e iscritta ad una scuola di specializzazione a Parigi, Elisabetta lavora dopo la scuola per pagarsi un alloggio. Dà lezioni di italiano e fa le pulizie, tutto rigorosamente in nero. Ma non può permettersi nulla di più di uno sgabuzzino inagibile, senza finestre e con il bagno al piano di sotto, perché «qui chiedono le garanzie e pretendono che si guadagni il triplo di quanto si paga di affitto».

E per il tugurio nel quartiere di Barbes, un quartiere con molta immigrazione, il proprietario le aveva chiesto a settembre 360 euro: «che poi – aggiunge Elisabetta – sono diventate 400 quando ci siamo visti. Gli volevo fare un assegno, ma lui mi ha chiesto “solo contantì”. E quando gli ho chiesto la fattura mi ha detto che aveva bisogno di tempo per stamparla. Tre settimane dopo si è presentato con un certificato di ospitalità, che non è un contratto di affitto». Prosegui la lettura »

Caccia a sottomarino russo: Svezia minaccia l’uso della forza

 

Segnalazione Quelsi

 

by Simone Enea Ricco

 

ELICOTTEROUna spy story nelle fredde acque del Baltico, degna di Tom Clancy, sta agitando le autorità marittime svedesi.
Tutto inizia venerdì con intercettazioni radio di comunicazioni in russo su una frequenza di emergenza, tra l’arcipelago di Stoccolma e l’enclave russa di Kaliningrad, il quartier generale della flotta russa del Baltico. Successivamente vengono diffuse immagini molto sgranate di un presunto sottomarino, con tre avvistamenti, l’ultimo domenica. A seguire corrono voci nel sottobosco militare svedese: c’è chi ha visto una nave russa per il soccorso di sottomarini, chi una petroliera russa nei dintorni.

 

Prosegui la lettura »

DI SPALLE E CONTROLUCE: L’OMOSSESUALITÀ IN UGANDA IN SCENA A MODENA

DI SPALLE E CONTROLUCE: L’OMOSSESUALITÀ IN UGANDA NEGLI SCATTI DI ALDO SOLIGNO, VINCITORE DEL PRIDE PHOTO AWARD

091218102329_uganda_house_bbc_466 Dal 22 novembre al 31 dicembre a Modena la galleria PhBroking propone “Let Them Show Their Faces  (Homosexuality in Uganda)”, una mostra personale del fotografo Aldo Soligno. I ritratti esposti – rigorosamente di spalle e controluce per mantenere l’anonimato – raccontano la drammatica condizione delle persone omosessuali in Uganda, costrette a nascondersi a causa della recente “legge anti-gay”: rischiano da 14 anni di carcere fino all’ergastolo.

Il progetto si è aggiudicato il primo premio del Pride Photo Award 2014 per la sezione “Open”

 “Da quando il 24 febbraio 2014 è definitivamente passata la legge anti gay qui in Uganda tutto è cambiato – dice S., 30 anni di Kampala – La mia vita ha avuto un tracollo.

Ora vivo nel costante terrore che qualcuno possa bussare alla mia porta e arrestarmi, o peggio farmi sparire nel nulla”.

 Come raccontare per immagini la storia di persone costrette a nascondersi nel loro stesso paese? Il giovane fotografo Aldo Soligno lo ha fatto attraverso 11 “ritratti in negativo”, raccolti nella mostra  “Let  Them Show Their Faces (Homosexuality in Uganda)”, proposta a Modena dalla galleria PhBroking e in programma da sabato 22 novembre fino a mercoledì 31 dicembre. Prosegui la lettura »

IN MEMORIA DELLL’APOSTASIA: “I FIGLI DI ABRAMO IN DIALOGO”, 28° ANNIVERSARIO DELLO SPIRITO DI ASSISI

2014assisisDomenica 26 e lunedì 27 ottobre: due giornate per far memoria e rivivere lo “spirito di Assisi”, quello “spirito” che nel 1986 ha ispirato San Giovanni Paolo II a convocare in Assisi le Religioni mondiali a pregare per la pace!

É questo l’obiettivo delle iniziative che nei due giorni sono state promosse in Assisi dalla Diocesi, dalle Famiglie Francescane, dal Movimento dei Focolari, dall’Istituto Teologico di Assisi e dalla Comunità di Bose nei prossimi giorni.

Tre le iniziative programmate. Le prime due avranno luogo nel pomeriggio del 26 ottobre.

Alle ore 15.00, nel Chiostro del giardino dei novizi si terrà la conclusione della mostra d’arte “Figli di Abramo, arte sacra contemporanea ebraica, cristiana, musulmana” dove hanno esposto per un mese le loro opere sei artisti delle tre religioni. Tale mostra era stata ideata e promossa dalla Repubblica di San Marino e dai Frati conventuali delle Marche e dal 27 settembre era approdata ad Assisi. All’evento sarà presente anche il Segretario di Stato della Repubblica sammarinese, il dott. Giuseppe Morganti. L’ingresso alla Mostra avviene attraverso la piazza superiore di San Francesco. Prosegui la lettura »