Ci avete fatto caso?

 

di Filippo Giannini

 

Questo articolo sarà pubblicato su “Il Borghese”. 

 

FILIPPO GIANNINISì, ci avete fatto caso?che da qualche tempo si è verificato un caso di reminiscenza antifascista? Il perché lo cercherò in una personale interpretazione che sarà presentata al termine del presente lavoro.

 

 

Prosegui la lettura »

Clamoroso! Patto segreto per non divulgare chi ha abbattuto l’aereo malese!

 

AEREO MALESESin dall’inizio Washington e l’UE, insieme al governo neonazista ucraino hanno provato ad attribuire la responsabilità agli indipendentisti russofoni e alla Russia; ma quando sono emerse in modo CHIARO e NETTO le prove che dimostrano che ad abbattere l’aereo malese sono stati gli ucraini, che con un jet hanno colpito con colpi di mitragliatrice l’aereo, hanno abbuiato la vicenda e persino POSTO IL “SEGRETO DI STATO” sull’inchiesta che attribuisce le responsabilità a Kiev!

 

Se non hai seguito la vicenda, leggi gli articoli precedenti:

Staff nocensura.com

 

AEREO MALESE2

CLAMOROSO / PATTO SEGRETO TRA UCRAINA, OLANDA, AUSTRALIA E BELGIO PER NON DIVULGARE CHI HA ABBATTUTO L’AEREO MALESE!

Ucraina, Olanda, Australia e Belgio hanno firmato, l’8 agosto, un accordo per non rendere noti i risultati fino a ora ottenuti dall’inchiesta sull’abbattimento del Boeing della Malaysia airlines il 17 luglio scorso. A rivelarlo fonti ucraine attendibili (Agenzia Interfax-Ucraina, agenzia Unian). L’informazione arriva dal portavoce del procuratore generale ucraino, Jurij Bojchenko, che l’ha resa nota in un briefing lo scorso 12 agosto.

La clamorosa rivelazione apre interrogativi sul corso delle indagini e sulle modalita’ con cui la decisione e’ stata presa. L’accordo quadripartito comprende inspiegabilmente il Belgio (che ha avuto solo quattro morti nell’incidente) e non comprende – ancora piu’ inspiegabilmente – la Malaysia. E consente a uno qualunque dei quattro paesi firmatari di impedire la pubblicazione di ogni notizia in merito.

Lo rivela – ripetiamo – l’agenzia di stampa Interfax. C’era accordo tra Ucraina, Olanda, Australia e Belgio per impedire qualsiasi fuga di notizia Inclusa l’Ucraina, che detiene la responsabilita’ primaria del controllo del proprio spazio aereo.
LEGGI TUTTO»»

Guatemala: comunità cattolica espelle oltre duecento ebrei ultra-ortodossi

 

Segnalazione di Federico Prati

 

GuatemalaIl caso a San Juan la Laguna. Gli indigeni di origine Maya hanno minacciato di morte i membri della comunità Lev Tahor, che sono scappati in massa: “Volevano imporre la loro religione”. La replica: “Non è vero”. La Procura dei Diritti Umani locale ha aperto un’inchiesta

Una comunità di ebrei ortodossi è stata costretta ad abbandonare il villaggio indigeno di San Juan la Laguna, nel Guatemala occidentale, dopo essere stata minacciata di morte in caso di permanenza. Lo ha confermato alla stampa locale Misael Santos, membro del Consiglio degli anziani di San Juan, località che conta in totale circa 4mila abitanti. Gli incontri degli ultimi tempi tra la comunità di origine Maya e gli ebrei ultraortodossi non sono serviti a riportare la pace. E così si è arrivati allo scontro finale, con l’espulsione dei membri di “Lev Tahor” (“Cuore puro”).

 

Prosegui la lettura »

Igor Strelkov, il nome del Mito russo

 

Segnalazione di Federico Prati

 

di Alexander Dugin – 25/08/2014

 

Fonte: Millennium

 

00-igor-strelkov-01-14-06-14Dobbiamo capire che il ruolo di Igor Strelkov è fondamentale. Questo è un modello di idealista russo, conservatore, un vero patriota che ha distrutto l’

abisso tra i principi e le azioni; questo abisso è il flagello paralizzante del nostro patriottismo. Quando i russi realizzano nel profondo che i loro valori vengono ridicolizzati, i loro interessi venduti, o che il loro governo è posto sotto il controllo non del migliore, ma del più ignobile, ebbene, loro cosa fanno? Si struggono, belano, incolpano le élites intellettuali (un esempio, Augustin Cochin), o bevono, naturalmente, e formano piccoli movimenti che il Sistema velocemente toglie di mezzo. I più appassionati si lanciano in lotte, aggressioni, accompagnate da un’insensata violenza e sacrificio. Alcuni vengono corrotti per scopi tecnici dell’opposizione, altri sono controllati dalla polizia e dai servizi segreti. Un circolo vizioso. Nessuno riesce a focalizzare l’attenzione sul vero nemico, nessuno specifica i propri propositi, nessuno va fino in fondo alla faccenda, fermamente e a testa alta. Dopotutto, sono ragazzi giovani a sacrificarsi, nazionalisti russi, nazional-bolscevichi, o “Partigiani dell’ Estremo Oriente”, che muoiono negli scontri o finiscono in prigione in modo insensato. Cose che non coinvolgono nessuno. I russi continuano i loro sogni di tutti i giorni. Altri sprecano decenni su questioni senza senso per farsi notare. Una visione patetica.

  Prosegui la lettura »

Nell’Ucraina degli oligarchi nasce ufficialmente la chiesa di Satana

 

Segnalazione di Federico Prati

 

Ucraina

 

San Michele ARCANGELORegistrata ufficialmente la chiesa di Satana

Nella provincia ucraina di Cerkassy è stata ufficialmente registrata, come comunità religiosa, l’associazione dei credenti nel diavolo.

La comunità si chiama “Bozhici” (Satanisti). Il leader degli idolatri del diavolo si chiama Serghei Neboga (Non-Dio). È la prima e, per il momento, l’unica comunità dei satanisti in tutta l’area post-sovietica che legalmente, in conformità con la Costituzione dell’Ucraina, professano la venerazione del diavolo.

Sul sito ufficiale è stato comunicato che la notte di Valpurga, tra il 30 aprile e il 1 maggio scorso, è stata posta la prima pietra come fondamenta del Tempio di forze oscure a ridosso del Bosco Nero, luogo malfamato secondo la superstizione locale. Il Bosco Nero a volte viene chiamato Bosco del Diavolo.

 

Prosegui la lettura »

Un esempio di “soft power” occidentale: la propaganda omosessuale contro la Russia

 

Segnalazione di Federico Prati

 

di Enrico Galoppini

 

EURASIA5Per comprendere correttamente la propaganda omosessuale esercitata dall’ America e dai suoi alleati contro la Russia, è necessaria una premessa che permetta d’inquadrare la questione nel più vasto contesto di quelli che vengono definiti i “valori occidentali”.

Prosegui la lettura »

Spending Review: Cottarelli boccia Tosi

 

Segnalazione www.veronapulita.it

 

SPENDING REVIEW: COTTARELLI BOCCIA TOSI

 

TOSI FELICEI dati diffusi dal gruppo di lavoro del Commissario alla Spending Review, Carlo Cottarelli, sono allarmanti. Soprattutto per Verona. Tra le società partecipate dagli enti locali, una su quattro ha rendimento negativo. Il Commissario Cottarelli ha anche reso note le “top 20” negative in Italia. Ebbene, tra queste c’è la A4 Holding, ovvero la holding di partecipazioni che controlla il …

 

Leggi online.

 

Prosegui la lettura »

Ma da chi veniva gestita la Sanità Veneta?

 

A cura di un deputato del Movimento 5 Stelle

 

TOSII conti della sanità veneta non sono per nulla trasparenti!  I magistrati della Corte dei Conti ( Sezione di controllo) nella relazione del 28 luglio u.s. , hanno rilevato «numerose irregolarità e criticità» nella stesura del bilanci consultivi 2012 e di previsione 2013: «La mancanza di trasparenza dei conti non consente di verificare la corrispondenza della spesa sanitaria al finanziamento sanitario corrente del bilancio preventivo della Regione».
Come sia stata gestita la sanità Veneta dal 2005 , cioè da quando l’attuale “detenuto” Giancarlo Galan nominò l’attuale sindaco di Verona Flavio Tosi Assessore regionale alla Sanita’, inizia in questi giorni a essere di dominio pubblico. Tosi avrebbe sempre voluto, nell’assessorato più importante della giunta regionale, persone di provata fedeltà. Tra queste ,un ruolo primario l’assunse la ex-moglie Stefania Villanova : sarebbe stata lei , dal 2005, a vigilare sulle politiche sanitarie della regione, nominata capo della segreteria organizzativa prima del marito e poi di tutti i suoi successori in quel ruolo: Francesca Martini, poi diventata deputato, Sandro Sandri e infine Luca Coletto.

Prosegui la lettura »

XII Domenica dopo Pentecoste, home schooling, S. Messa al “Bus de la Lum”

Di redazione

 

Porre attenzione sull’Omelia della Messa XII dopo Pentecoste:  https://www.youtube.com/watch?v=2RYbD-7vdKE

Catechismo S.Pio X 58° Lezione:  https://www.youtube.com/watch?v=ejK_y3LHzUs

Ieri, Domenica 31 agosto 2014, Padre Maria La Fitte ha celebrato la S. Messa tradizionale presso la foiba del “Bus de La Lum” sul monte Cansiglio (TV) alla presenza di numerose autorità civili, del locale Sindaco, di fedeli e tante persone comuni. Si sono susseguiti alcuni interventi, oltre alla benedizione alla targa ove si ricorda la mattanza. Tra gli intervenuti ricordiamo quello di Lorenzo Ciocca, a nome del nostro circfolo Cattolico Christus Rex. Una prece per tutti i caduti, militari e civili, barbaramente trucidati dall’odio comunista.

 

L’esercito Usa sta testando armi supersoniche top-secret in Alaska: ecco la foto

 

E’ stato il fotografo Scott Wight a immortalare il lancio di uno di questi missili da Cape Greville, scrive il New York Post

 

BOMBESe ne stanno occupando siti e quotidiani di tutto il mondo. L’esercito americano sta sperimentando in queste settimane armi ipersoniche in grado di viaggiare alla velocità di 3.500 miglia orarie e di colpire qualsiasi punto sulla Terra nel giro di un’ora, scrive il New York Post.

 

 

 

Prosegui la lettura »