Archivio per la categoria Cattolicesimo

Bulletin Volume IV, Issue 30, “Our Lady of Victory”

Risultati immagini per Mons. Markus Ramolladi don Marcellus Moylan

Dear Catholic Faithful,

This next week the Church celebrates the great feast of Mary’s Assumption into heaven, which is a holyday of obligation. See attached the bulletin for Our Lady of Victory Chapel.

God bless you!

Bulletin Volume IV, Issue 30, August 13, 2017

******************************************************************

di don Marcellus Moylan

Dear Catholic Faithful,

Praised be Jesus and Mary!

Yesterday I finished preaching on the last petitions of the Our Father: “And lead us not into temptation, but deliver us from evil.”

 May God bless you and may you all grow in love and devotion to the Immaculate Heart of Mary!

Prosegui la lettura »

Guai al sacerdote che non sa mantenersi all’altezza del suo grado, e disonora infedelmente il nome santo di Dio, che deve santificare

Oggi ricorre la festività di San Giovanni Maria Vianney, detto il Santo Curato d’Ars, esempio soprattutto per i sacerdoti e patrono dei parroci. Oggi che i parroci, a causa della mancanza di giurisdizione ordinaria, non ci sono più, ma resistono pochi zelanti “missionari della Tradizione”, vogliamo ricordare queste parole di S.S. San Pio X, in questa Esortazione Apostolica, poco citata, ma assai utile a comprendere il ruolo del sacerdote. “Cent’anni senza preti e la gente si metterà ad adorare gli animali” (Santo Curato d’Ars)

zzzzspx

HAERENT ANIMO

ESORTAZIONE APOSTOLICA DI PAPA PIO X AL CLERO CATTOLICO IN OCCASIONE DEL 50° ANNIVERSARIO DEL SUO SACERDOZIO

I.MOTIVI E INTENTI

Scopo dell’esortazione – L’avvenire della Chiesa dipende dalla qualità degli Ecclesiastici

Abbiamo scolpite nella mente e ci riempiono di salutare timore le parole dell’Apostolo agli Ebrei (13,17), che, inculcando loro il dovere dell’ubbidienza verso i superiori, affermava con tutta la sua autorità: ” Essi vegliano come responsabili che dovranno render conto delle anime vostre “. Se questa sentenza riguarda tutti quelli, che hanno nella Chiesa una qualunque preminenza, principalmente riguarda noi, che, benché impari a tanto officio, abbiamo nella Chiesa la suprema autorità. Quindi notte e giorno senza posa non ci stanchiamo di meditare e di tentare tutto quanto interessa l’incolumità e la prosperità del gregge affidatoci da Dio. Fra queste preoccupazioni una più delle altre ci sta a cuore, ed è che i sacerdoti siano tali, quali li esige la dignità del loro ministero, poiché a nostro avviso, per questa via principalmente, possiamo nutrire liete speranze dell’avvenire della religione. Così, non appena saliti al soglio pontificio, benché, volgendo uno sguardo all’universalità del clero, scorgessimo in esso molteplici titoli di lode, tuttavia non potemmo non esortare con ogni studio i nostri venerandi fratelli, i vescovi dell’orbe cattolico, che in nulla ponessero tanta perseveranza e tanta cura, quanto nel formar Cristo in quelli che a formar Cristo negli altri sono destinati. Né ci sfugge lo zelo e l’attività, che dispiegano nell’educare il clero alla virtù, del che ci torna dolce non tanto di render loro una pubblica lode, quanto di esprimere i sensi della più viva riconoscenza. Prosegui la lettura »

Bulletin “Our Lady of Victory” and an article about Saint Philomena

Risultati immagini per Santa Filomenadi don Marchellus Moylan*

Dear Catholic Faithful,

  Here is the bulletin for the Ninth week after Pentecost. Attached with the bulletin is an article about the wonderful and power little Saint Philomena.

Bulletin Volume IV, Issue 29, August 6, 2017  –  Saint Philomena

*S. Ecc. Rev.ma Mons. Markus Ramolla, per il momento ha ordinato due sacerdoti: don Marchellus Moylan, che vive in Ohio (USA) e don Marco Rui che vive a Verona (ITA)

Prosegui la lettura »

Nuovi studi confermano che la Sindone è autentica

In un convegno internazionale studiosi di varie discipline confermano i dati dei vangeli e che la reliquia risale all’epoca di Cristo (VIDEO: Sindone)
di Emanuela Marinelli

I risultati di un’importante ricerca sono stati pubblicati recentemente sulla rivista PlosOne. L’indagine è stata condotta dal dipartimento di Ingegneria industriale di Padova, dove insegna Giulio Fanti, in collaborazione con Elvio Carlino, dell’Istituto officina dei materiali del Cnr di Trieste, e Liberato De Caro e Cinzia Giannini, dell’Istituto di cristallografia del Cnr di Bari. Questo gruppo di scienziati, che si avvale degli strumenti di microscopia più avanzati, ha trovato su una fibra della Sindone tracce di nanoparticelle biologiche di creatinina, una sostanza chimica prodotta dal metabolismo muscolare, legate a nanoparticelle di ossido di ferro. Il tipo, la dimensione e la distribuzione delle nanoparticelle di ossido di ferro rivela che non possono essere coloranti per la pittura, ma sono piccole particelle di ferridrite della ferritina, una proteina che costituisce la riserva di ferro dell’organismo nei tessuti. Il legame costante della ferritina con la creatinina si verifica nell’organismo umano in caso di grave politrauma. Questa ricerca conferma, quindi, che l’Uomo della Sindone è stato vittima di pesanti torture prima di una morte cruenta.

CONGRESSO SCIENTIFICO DI PASCO (STATI UNITI)
Anche il recente congresso scientifico svoltosi a Pasco (Stati Uniti) dal 19 al 22 luglio ha portato nuovi risultati che avvalorano l’autenticità della Sindone, il lenzuolo conservato a Torino che la tradizione attribuisce alla sepoltura di Cristo. Gli studiosi presenti provenivano da diversi paesi e il contributo di quelli italiani è stato notevole, sia nel settore storico che in quello scientifico. Notevoli sono stati anche i contributi degli altri congressisti, provenienti da Spagna, Francia, Stati Uniti, Messico e Australia. Gli abstract di tutti gli interventi si trovano qui. Alcuni interventi sono disponibili su YouTube. La storia antica della Sindone si identifica con quella dell’Immagine di Edessa, che fu chiamata Mandylion dai Bizantini. Prosegui la lettura »

La Verità genera odio. Per questo, chi non è da Cristo, la tace ai mondani, per non inimicarseli

1779688_633537486681454_1083121668_nSegnalazione di Maurizio-G. Ruggiero

Cristo dice: «Io sono la verità» (Gv. 14, 6). Chi predica la verità, professa Cristo. Chi, invece, nella predicazione tace la verità, rinnega Cristo. «La verità genera odio» (Terenzio), e quindi alcuni, per non incorrere nell’odio di coloro che ascoltano, velano la bocca con il manto del silenzio. Se predicassero la verità, se dicessero le cose come stanno, come la verità stessa esige e come la Divina Scrittura espressamente comanda, incorrerebbero – se non mi inganno – nell’odio delle persone mondane e forse questi li estrometterebbero dalla loro sinagoga; siccome si regolano secondo la mentalità dei mondani, ne temono lo scandalo, mentre non si deve mai venir meno alla verità, neppure a costo di scandalo. E, infatti, i discepoli dissero a Gesù: «Sai che i farisei, sentita questa parola, si sono scandalizzati? Allora Gesù rispose: Ogni albero che non è stato piantato dal Padre mio celeste, sarà sradicato. Lasciateli perdere: sono ciechi e guide di ciechi» (Mt. 15, 12-14).

          O predicatori ciechi, poiché temete lo scandalo dei ciechi, per questo cadete nella cecità dell’anima. (§ 10 del Sermone della VI Domenica dopo Pasqua di Sant’Antonio da Padova)

Antonio da Padova, Sermone della Domenica VI dopo Pasqua

Prosegui la lettura »

LA DERIVA DEL “VESCOVO” FONLUPT. ORDINA “SACERDOTE” CON CERIMONIA CATTO-INDUISTA

https://finedeitempi.files.wordpress.com/2017/07/737_rodez-01.jpg

Sincretismo indù-cattolico presso la Cattedrale di Rodez Il 25 giugno 2017, nella Diocesi di Rodez, in Francia, si è svolta l’ordinazione di un “prete cattolico”, seguendo un amalgama di liturgie

https://finedeitempi.wordpress.com/2017/07/12/la-deriva-del-vescovo-fonlupt-ordina-sacerdote-con-cerimonia-cattoinduista/

In Francia un quarto dei preti ordinati nel 2017 viene da comunità che celebrano in “rito antico”

In Francia un quarto dei preti ordinati nel 2017 viene da comunità che celebrano in “rito antico”

Nel 2017 tutte le diocesi francesi hanno ordinato solo 84 sacerdoti. Quasi metà dei parroci in Francia ha più di 75 anni: nel 2015 erano 5.410 i sacerdoti attivi oltre i 75 anni e 6.217 quelli al di sotto. Un quarto di tutti i sacerdoti ordinati nel 2017 appartiene a comunità del Vecchio Rito. Le Figaro scrive che «il movimento tradizionalista non è più marginale».

http://www.iltimone.org/36283,News.html#

Sopportare con troppa pazienza le ingiurie fatte a Dio è cosa empia (San Tommaso d’Aquino S. Th., I-II, q. 136, a. 4, ad 3um)

Risultati immagini per contro SatanismoScritto e segnalato da Luciano Gallina

Lettera aperta a:

Sua E. i Cardinali:

Carlo Caffarra, Walter Brandmüller, Raymond L. Burke

Signor Stephen Walford

Treviso luglio 2017  Santa Elisabetta d’Ungheria

Lettera aperta ai quattro Cardinali, in riferimento alla lettera aperta del Signor Stephen Walford in data 23 giugno 2017

Ho letto la lettera del Signor Stephen Walford, inviata ai quattro Cardinali in riferimento ai DUBIA.

Ho riscontrato nei commenti dei Sig. Walford, molto modernismo, condannato da San Pio X nell’Enciclica Pascendi Dominici Gregis, come la massima delle ERESIE.

Analizzerò la lettera senza la presunzione della perfezione, non avendo studi teologici, ma con la ragione la fede e i seguenti cardini: verità, perché, sì, sì; no, no; il di più viene dal maligno.

Anche se poco bello ma per facilità di comparazione dividerò la lettera del Sig. Walford e la mia in tabelle: Prosegui la lettura »

Sinagoga in figura di donna bendata e col decalogo (allusione all’accecamento dei giudei) e altra che raffigura la Chiesa. Duomo di Verona, Cappella della Madonna del Popolo

Segnalazione di Maurizio-G. Ruggiero

accecamento dei giudei) e altra che raffigura la Chiesa. Duomo di Verona, Cappella della Madonna del Popolo Prosegui la lettura »

Svezia, la primate luterana da Bergoglio: “Abbiamo rinnovato l’impegno per l’unità”

Antje Jackelen in piazza San Pietro con il neo cardinale Arborelius: «A Lund un momento storico. Dai giovani il desiderio maggiore di celebrare insieme l’eucarestia»
Pollice in su e un ampio sorriso. Così Papa Francesco ha salutato questa mattina, in piazza San Pietro,  l’arcivescovo luterana di Uppsala, Antje Jackelen, che aveva già “abbracciato” durante la visita a Lund del 31 ottobre 2016 per la commemorazione dei 500 anni della Riforma. Proprio per quel viaggio la prima donna arcivescovo è venuta a Roma, insieme al neo cardinale Anders Arborelius, a dire grazie a Papa Bergoglio. «È stato un bel momento. La gioia di rivederci è stata reciproca», racconta a Vatican Insider, «Siamo venuti dalla Svezia per esprimere la nostra gratitudine dopo l’incontro storico a Lund, dal quale è scaturita una certa sinergia tra luterani e cattolici».