Archivio per la categoria Conferenze

Verona, il Circolo Christus Rex riempie la sala con Silvana De Mari e Matteo Castagna

20170319_103135di Redazione

Domenica 19 Marzo 2017, III di Quaresima e giorno di San Giuseppe, Patrono della Chiesa Universale, modello di padre per l’unica famiglia, formata da uomo e donna e unita nel vincolo del matrimonio per la procreazione.

Anche quest’anno il “Circolo Christus Rex-Traditio” ha organizzato una giornata di studio, preghiera e azione militante a Verona. Le forti pressioni della lobby hanno impedito la location prevista inizialmente, a dimostrazione di quanto l’argomento “Maschio e femmina Dio li creò″ sia diventato, per qualcuno, un autentico tabù. Ma chi ha tentato l’ennesimo boicottaggio è rimasto sonoramente deluso, perché con un repentino cambio sala, peraltro di soli 100 metri, tutto si è svolto regolarmente. Soprattutto, la sala civica di Via Brunelleschi 12 è stata riempita, non solo dai militanti e sostenitori del gruppo, ma anche dalle persone del quartiere, da esponenti dei “Giuristi per la Vita”e dei “Genitori cattolici”.

20170319_114322Alle 10.30 il Responsabile Nazionale di “Christus Rex-Traditio” Matteo Castagna ha iniziato la sua relazione introduttiva, parlando della figura di San Giuseppe, della sua Autorità di marito di Maria e di padre putativo di Gesù, cui entrambi si sottomettevano, secondo l’ordine naturale voluto da Dio. Castagna si è soffermato sulla parola sottomissione come atto volontario nei confronti di un giogo soave, di un uomo che fu, in primis, un uomo giusto, saggio, umile ma allo stesso tempo coraggioso e forte sia nell’accettare la castità matrimoniale, che la paternità da una Donna Vergine. Importante il ruolo protettivo nei confronti della Sacra Famiglia, da parte del più grande dei Santi, di colui che ebbe la Grazia di accudire Gesù, Seconda Persona della S.S. Trinità, fanciullo ed accompagnarlo nella sua giovinezza. “Gesù non aveva due San Giuseppe o due Maria, perché la famiglia è da sempre, per natura, formata da un uomo ed una donna. In questo caso eccezionale, per volontà di Dio, con un Figlio consustanziale al Padre Celeste, generato per opera dello Spirito Santo. Grande Mistero della Fede!” Nel citare la splendida devozione del SACRO MANTO, (http://www.preghiereonline.it/index.php?option=com_content&view=article&id=486:-il-sacro-manto&catid=36&Itemid=107) Castagna chiede l’intercessione di San Giuseppe per la famiglia d’oggi e cita il Catechismo di San Pio X quanto al peccato impuro contro natura, ricorda le parole di Santa Caterina da Siena sul “peccato di sodomia che fa schifo anche ai demoni”, le parole di Santa Teresa d’Avila, di San Paolo, S. Tommaso e S. Agostino, San Leone Magno e molti altri Papi, Santi e Dottori della Chiesa. Poi informa del fatto che il Circolo Christus Rex ha formalmente interessato alcuni parlamentari affinché “il giorno di S. Giuseppe torni festivo, magari al posto del primo maggio, dal momento che festeggiare il lavoro che non c’è, appare una presa in giro”. Infine, leggendo gli otto punti del documento appena uscito dei pediatri americani: http://genderfluidbook.blogspot.it/2017/03/gender-i-pediatri-americani-escono-allo.html?m=1 comunica che presto si formerà un gruppo di lavoro internazionale atto a redigere la miglior proposta di legge per estendere il reato di abuso sui minori ai promotori dell’ideologia gender negli asili e nelle scuole primarie, ribadendo con fermezza l’opposizione all’adozione di bambini da parte di coppie dello stesso sesso. Prosegui la lettura »

Verona, “Christus Rex-Traditio”, 19/03 Castagna e De Mari: “Maschio e femmina Dio li creò″

Risultati immagini per Circolo Christus Rex-traditioCircolo Cattolico “CHRISTUS REX-TRADITIO”

A seguito delle pressioni della dittatura del gender riteniamo opportuno che sia il “Circolo Cattolico Christus Rex-Traditio” ad organizzare le due conferenze in programma a Verona, Domenica 19 Marzo, festa di San Giuseppe, Patrono della Chiesa Universale. 

Dato il clima surreale che si respira, soprattutto a seguito della notizia dell’indagine per presunti reati d’opinione nei confronti della nostra ospite, dott.ssa Silvana De Mari, medico chirurgo e scrittrice di fama internazionale, tradotta in tutte le lingue, trasferiamo sotto le nostre insegne la ricerca scientifica e il Magistero Perenne della Chiesa, in uno spazio a pagamento, ovvero presso la sala di Via Brunelleschi 12, in zona stadio. Precisiamo che la dottoressa, ad oggi, non ha ricevuto alcun avviso di garanzia. Perché secondo il Corrierone nazionale sarebbe indagata per istigazione all’odio razziale? Forse che la sodomia è diventata una razza? L’indottrinamento gender in alcune scuole potrebbe o non potrebbe essere considerato come un abuso sui minori?

PROGRAMMA DI DOMENICA 19 MARZO A VERONA (Sala di Via Brunelleschi,12 – zona stadio)

Conferenza pubblica ad ingresso libero

“MASCHIO E FEMMINA DIO LI CREO’ “

  • Ore 10.30 MATTEO CASTAGNA, Responsabile Nazionale di “Christus Rex-Traditio”: IL RUOLO DI S. GIUSEPPE NELLA SACRA FAMIGLIA
  • Ore 11.30 SILVANA DE MARI, medico chirurgo: IL RUOLO DEL MARITO NELL’ UNICA FAMIGLIA NATURALE

La prima parte sarà maggiormente dottrinale, ma Castagna ha, da tanti anni, abituato tutti a non essere mai scontato e ha garantito di non esserlo neppure stavolta, con una rivelazione finale che forse pochi conoscono, perché all’ establischment non fa comodo dare risalto a notizie di particolare rilevanza…La seconda parte sarà a carattere antropologico, quindi scientifico e profondamente documentato da circa 40 anni di esperienza sul campo da parte della dottoressa De Mari che spazierà dal significato di famiglia naturale col conseguente ruolo del maschio alla bioetica, all’omosessualità, alle adozioni. In un contesto, ovviamente a difesa della sacralità della vita dal concepimento alla fine naturale. (il Comune di Verona ha, da pochi giorni, bocciato il registro del testamento biologico e sono ancora in vigore le mozioni del 1995 che impegnano la città sul fronte dell’unica famiglia, formata da uomo e donna, unite nel vincolo matrimoniale per la procreazione). 

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Finisce sotto indagine la «dottoressa anti gay»

Silvana De Mari è indagata dalla Procura di Torino per istigazione all’odio razziale

Prosegui la lettura »

Genova, 2/03 ore 17: “Zingari antichi e moderni” di e con Raimondo Gatto

copertina-gattoGiovedì 2 Marzo ore 17 presso la Biblioteca Civica “FRANCESCO GALLINO” Via Nicola Daste 8/A (accesso anche da Via Buranello)

http://www.bibliotechedigenova.it/

Presentazione del libro di Raimondo Gatto, collaboratore del nostro sito:
“Zingari Antichi e moderni:
lo scandalo della verità”.


con l’intervento dell’Avv. Guido Ferro Canale.

Come raggiungerci: Linea AMT:1-3-7-18-18/-20

Staz.FS “Genova Via di Francia”

Per informazioni: Cell.3381566093 -3662949035 Tel. 010/2770060

Prosegui la lettura »

Rovereto: “Come sopravvivere al presente – Dal mondo del fantasy alla fragilità dell’uomo contemporaneo“

download (4)Segnalazione ProVita

ProVita Onlus promuove, in collaborazione con il Coordinamento Famiglie Trentine e l’Associazione La Torre, la conferenza: “Come sopravvivere al presente – Dal mondo del fantasy alla fragilità dell’uomo contemporaneo“.

Relatori della serata due medici e due amici accomunati dalla passione per la letteratura fantasy: Silvana De Mari e Paolo Gulisano, già stimato collaboratore di ProVita. (SILVANA DE MARI SARA’ A VERONA, IN VIA ALBERE 43, DOMENICA 19 MARZO ALLE ORE 11 IN OCCASIONE DELLA FESTA DI SAN GIUSEPPE E PARLERA’ DEL RUOLO DEL MARITO NELL’UNICA FAMIGLIA FORMATA DA UOMO E DONNA, N.D.R.) Prosegui la lettura »

Avio, 16/02: “Siria, quello che i media non dicono” con il Prof. Agostino Sanfratello

Segnalazione di Andrea Giovanazzi

IMG-20170212-WA0028

17/12 Conferenza sul Prof. Giacinto Auriti

Segnalazione di Rocco Carbone

img-20161212-wa0027

Prosegui la lettura »

Domodossola tradizionale: la Famiglia naturale contro il gender!

20161203_204639di Andrea Amico, Responsabile di F.N. Domodossola

A lato: Di Cosimo, Fiore, Castagna, Micali e il sottoscritto

Sabato 3 Dicembre alle 20.30 a Domodossola, presso l’Hotel Corona, di fronte ad una numerosa platea, Forza Nuova ha invitato il Prof. Mino Micali, Matteo Castagna e Roberto Fiore per una conferenza su “LA FAMIGLIA NATURALE, PASSATO, PRESENTE E FUTURO”.

Un grande successo, per l’interesse dimostrato, anche mediatico, con un articolo su L’Eco Risveglio, quotidiano locale.

Andrea Di Cosimo ha introdotto il primo relatore Prof. Micali, ricercatore di sociologia del diritto che ha esposto tutte le numerose e documentate critiche alla cosiddetta “ideologia del gender”, attraverso un excursus storico, dagli anni ’50 negli USA al movimento femminista, dalla figura di Money al Circolo Mario Mieli, fino a giungere alla legge Cirinnà. La teoria di genere, ovvero 54 “generi sessuali” che la persona potrebbe scegliere per se stessa, a prescindere da ciò che la natura stabilisce danno l’idea del livello di sovversione ove si è giunti in qualche decennio.

20161203_213047Matteo Castagna (foto a lato)ha sottolineato il lavoro della sovversione dell’Ordine morale e naturale, iniziato con la depenalizzazione della sodomia tra le malattie mentali, effettuata dall’ O.M.S. nel 1990, che si affianca agli altri, numerosi ed aberranti tentativi di minare alle radici la famiglia tradizionale come cellula fondamentale della nostra civiltà, fondata sul Matrimonio tra uomo e donna e finalizzata alla procreazione ed al mantenimento della specie umana. In quanto cattolico ha ricordato le parole del Vecchio e del Nuovo Testamento, che condannano la pratica omosessuale, il Catechismo di San Pio X che la annovera tra i peccati che gridano vendetta al cospetto di Dio, secondo per gravità solo all’omicidio volontario, sino ad arrivare alle Encicliche sulla famiglia di Leone XIII, Pio XI e Pio XII per spiegare cosa sia il vero matrimonio cristiano: un impegno volontario, indissolubile e sacro, finalizzato alla procreazione. Durissimi gli attacchi a convivenze, contraccezioni, atti impuri fuori e nel matrimonio, divorzio come atti di “deresponsabilizzazioni legalizzate” ed all’aborto come “omicidio di Stato” di milioni di innocenti.

Roberto Fiore, apprezzando e dichiarando di condividere in pieno tutti gli interventi precedenti, ha voluto specificare che, soprattutto in alcuni Paesi europei, come la Polonia, vi sia una sorta di risveglio dei popoli rispetto alle varie sovversioni dell’ordine naturale familiare, delle trasgressioni a tutti i costi, che stanno favorendo un ritorno al buon senso ed alla morale cristiana. Importante quanto significativa la battuta, riferita al Vaticano attuale, attribuita ad un frate: “la Chiesa esiste da duemila anni, nonostante i preti” dal momento che sia Castagna che il pubblico avevano fatto notare la discontinuità scandalosa con la Verità e la Tradizione delle esternazioni dei religiosi dal Vaticano II in poi, soprattutto quelle più attuali di Bergoglio. Nella storia si è già dimostrato, infatti, che il popolo abbia compreso e fatto comprendere quando le autorità deviavano. Nei suoi viaggi nell’Est dell’ Europa, in Russia e in Medio Oriente ci sono ampie sacche di resistenza e di devozione popolare, ove sembra che gli “aggiornamenti” conciliari non siano arrivati. Fiore conclude con un appello a mantenere la Fede intatta ed integra, a mantenere le posizioni forti e salde contro tutte le sovversioni della nostra Tradizione e Identità. Altre foto sulla pagina Facebook di Forza Nuova Domodossola.

20161203_215312

Prosegui la lettura »

Domodossola: Famiglia Naturale – passato, presente e futuro d’Italia

Su invito di Andrea Amico, “Christus Rex” parteciperà alla conferenza sulla Famiglia che Forza Nuova organizzerà domani a Domodossola. La scorsa settimana c’è stato un articolo sul quotidiano locale, che pubblicizzava l’evento.

img-20161117-wa0039

Prosegui la lettura »

Verona: “Gentes” organizza per stasera “Vite Parallele” con il Vice-direttore del TG1

Su invito dell’Associazione “Gentes”, stasera alle 19.00 una delegazione di “Christus Rex-Traditio” parteciperà e invita a partecipare alla conferenza del vice-direttore del TG1 in programma nella sala conferenze del Banco Popolare di Verona:

img-20161116-wa0045

Prosegui la lettura »

Verona: “Pan è morto e noi l’abbiamo ucciso”, ma “Extra Ecclesiam nulla salus”!

15241992_1785302911687054_8042492421347008823_ndi Redazione 

In un sabato in cui Verona era teatro di big politici nazionali, congressi e fiere, manifestazioni e conferenze, mercatini di Natale e quant’altro, “Christus Rex” riuniva i suoi per una presentazione libraria aperta al pubblico (che ha riempito la sala) che doveva dare il “la” ad una discussione, seria ed argomentata, tra Cattolicesimo e neo-paganesimo. Il libro “Pan è morto e noi l’abbiamo ucciso – Civitas Dei e Civitas Diaboli” (Ed. Ritter) è a disposizione. Per ordini: christusrex@libero.it 

Il giovane autore ferrarese Riccardo Tennenini ha esposto le ragioni della crisi spirituale dell’Occidente, colpevolizzando la “modernità” intesa come percorso filosofico-culturale che ha abbandonato il sacro per rincorrere il “dio denaro”, attraverso la globalizzazione, il mondialismo e il progetto del Nuovo Ordine Mondiale. Alle sovversioni d’ordine politico, religioso, morale egli ha contrapposto l’ordine sociale organico, con una mirabile definizione dell’ orgoglio europeo, dalla Classicità al Sacro Romano Impero, fino all’inizio della crisi, nel periodo pre-industriale. Il tutto basandosi su presupposti neo-pagani ed una impostazione evoliana.

Matteo Castagna, nostro responsabile nazionale, ha invece improntato la sua esposizione concentrando il nocciolo del problema nell’ “uomo che si fa Dio” perpetuando il “non serviam” di Lucifero, a fronte del “Dio che si fa Uomo”, cioè Gesù Cristo, unica Via, Verità e Vita. Alla visione evoliana ha contrapposto la Dottrina Sociale della Chiesa, la Regalità Sociale di Cristo, i fasti della Civitas Christiana (quest’ultimi ampiamente riconosciuti da tutti). Nella ferma condanna di ogni forma di razzismo biologico, l’affermazione dell’identità e delle sovranità nazionali e monetarie, nel rigettare il mondialismo come sfruttamento di altri popoli, la riproposizione del modello coloniale. Nella condivisione del principio per cui “ad ogni terra il suo popolo e ad ogni popolo la sua terra” (condiviso), Castagna ha sottolineato la necessità della conversione e dell’universalità di essa, a prescindere da ogni razza. Prosegui la lettura »