Archivio per la categoria CHRISTUS REX – TRADITIO

Verona, il Circolo Christus Rex riempie la sala con Silvana De Mari e Matteo Castagna

20170319_103135di Redazione

Domenica 19 Marzo 2017, III di Quaresima e giorno di San Giuseppe, Patrono della Chiesa Universale, modello di padre per l’unica famiglia, formata da uomo e donna e unita nel vincolo del matrimonio per la procreazione.

Anche quest’anno il “Circolo Christus Rex-Traditio” ha organizzato una giornata di studio, preghiera e azione militante a Verona. Le forti pressioni della lobby hanno impedito la location prevista inizialmente, a dimostrazione di quanto l’argomento “Maschio e femmina Dio li creò″ sia diventato, per qualcuno, un autentico tabù. Ma chi ha tentato l’ennesimo boicottaggio è rimasto sonoramente deluso, perché con un repentino cambio sala, peraltro di soli 100 metri, tutto si è svolto regolarmente. Soprattutto, la sala civica di Via Brunelleschi 12 è stata riempita, non solo dai militanti e sostenitori del gruppo, ma anche dalle persone del quartiere, da esponenti dei “Giuristi per la Vita”e dei “Genitori cattolici”.

20170319_114322Alle 10.30 il Responsabile Nazionale di “Christus Rex-Traditio” Matteo Castagna ha iniziato la sua relazione introduttiva, parlando della figura di San Giuseppe, della sua Autorità di marito di Maria e di padre putativo di Gesù, cui entrambi si sottomettevano, secondo l’ordine naturale voluto da Dio. Castagna si è soffermato sulla parola sottomissione come atto volontario nei confronti di un giogo soave, di un uomo che fu, in primis, un uomo giusto, saggio, umile ma allo stesso tempo coraggioso e forte sia nell’accettare la castità matrimoniale, che la paternità da una Donna Vergine. Importante il ruolo protettivo nei confronti della Sacra Famiglia, da parte del più grande dei Santi, di colui che ebbe la Grazia di accudire Gesù, Seconda Persona della S.S. Trinità, fanciullo ed accompagnarlo nella sua giovinezza. “Gesù non aveva due San Giuseppe o due Maria, perché la famiglia è da sempre, per natura, formata da un uomo ed una donna. In questo caso eccezionale, per volontà di Dio, con un Figlio consustanziale al Padre Celeste, generato per opera dello Spirito Santo. Grande Mistero della Fede!” Nel citare la splendida devozione del SACRO MANTO, (http://www.preghiereonline.it/index.php?option=com_content&view=article&id=486:-il-sacro-manto&catid=36&Itemid=107) Castagna chiede l’intercessione di San Giuseppe per la famiglia d’oggi e cita il Catechismo di San Pio X quanto al peccato impuro contro natura, ricorda le parole di Santa Caterina da Siena sul “peccato di sodomia che fa schifo anche ai demoni”, le parole di Santa Teresa d’Avila, di San Paolo, S. Tommaso e S. Agostino, San Leone Magno e molti altri Papi, Santi e Dottori della Chiesa. Poi informa del fatto che il Circolo Christus Rex ha formalmente interessato alcuni parlamentari affinché “il giorno di S. Giuseppe torni festivo, magari al posto del primo maggio, dal momento che festeggiare il lavoro che non c’è, appare una presa in giro”. Infine, leggendo gli otto punti del documento appena uscito dei pediatri americani: http://genderfluidbook.blogspot.it/2017/03/gender-i-pediatri-americani-escono-allo.html?m=1 comunica che presto si formerà un gruppo di lavoro internazionale atto a redigere la miglior proposta di legge per estendere il reato di abuso sui minori ai promotori dell’ideologia gender negli asili e nelle scuole primarie, ribadendo con fermezza l’opposizione all’adozione di bambini da parte di coppie dello stesso sesso. Prosegui la lettura »

Verona, “Christus Rex-Traditio”, 19/03 Castagna e De Mari: “Maschio e femmina Dio li creò″

Risultati immagini per Circolo Christus Rex-traditioCircolo Cattolico “CHRISTUS REX-TRADITIO”

A seguito delle pressioni della dittatura del gender riteniamo opportuno che sia il “Circolo Cattolico Christus Rex-Traditio” ad organizzare le due conferenze in programma a Verona, Domenica 19 Marzo, festa di San Giuseppe, Patrono della Chiesa Universale. 

Dato il clima surreale che si respira, soprattutto a seguito della notizia dell’indagine per presunti reati d’opinione nei confronti della nostra ospite, dott.ssa Silvana De Mari, medico chirurgo e scrittrice di fama internazionale, tradotta in tutte le lingue, trasferiamo sotto le nostre insegne la ricerca scientifica e il Magistero Perenne della Chiesa, in uno spazio a pagamento, ovvero presso la sala di Via Brunelleschi 12, in zona stadio. Precisiamo che la dottoressa, ad oggi, non ha ricevuto alcun avviso di garanzia. Perché secondo il Corrierone nazionale sarebbe indagata per istigazione all’odio razziale? Forse che la sodomia è diventata una razza? L’indottrinamento gender in alcune scuole potrebbe o non potrebbe essere considerato come un abuso sui minori?

PROGRAMMA DI DOMENICA 19 MARZO A VERONA (Sala di Via Brunelleschi,12 – zona stadio)

Conferenza pubblica ad ingresso libero

“MASCHIO E FEMMINA DIO LI CREO’ “

  • Ore 10.30 MATTEO CASTAGNA, Responsabile Nazionale di “Christus Rex-Traditio”: IL RUOLO DI S. GIUSEPPE NELLA SACRA FAMIGLIA
  • Ore 11.30 SILVANA DE MARI, medico chirurgo: IL RUOLO DEL MARITO NELL’ UNICA FAMIGLIA NATURALE

La prima parte sarà maggiormente dottrinale, ma Castagna ha, da tanti anni, abituato tutti a non essere mai scontato e ha garantito di non esserlo neppure stavolta, con una rivelazione finale che forse pochi conoscono, perché all’ establischment non fa comodo dare risalto a notizie di particolare rilevanza…La seconda parte sarà a carattere antropologico, quindi scientifico e profondamente documentato da circa 40 anni di esperienza sul campo da parte della dottoressa De Mari che spazierà dal significato di famiglia naturale col conseguente ruolo del maschio alla bioetica, all’omosessualità, alle adozioni. In un contesto, ovviamente a difesa della sacralità della vita dal concepimento alla fine naturale. (il Comune di Verona ha, da pochi giorni, bocciato il registro del testamento biologico e sono ancora in vigore le mozioni del 1995 che impegnano la città sul fronte dell’unica famiglia, formata da uomo e donna, unite nel vincolo matrimoniale per la procreazione). 

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Finisce sotto indagine la «dottoressa anti gay»

Silvana De Mari è indagata dalla Procura di Torino per istigazione all’odio razziale

Prosegui la lettura »

Verona: “Pan è morto e noi l’abbiamo ucciso”, ma “Extra Ecclesiam nulla salus”!

15241992_1785302911687054_8042492421347008823_ndi Redazione 

In un sabato in cui Verona era teatro di big politici nazionali, congressi e fiere, manifestazioni e conferenze, mercatini di Natale e quant’altro, “Christus Rex” riuniva i suoi per una presentazione libraria aperta al pubblico (che ha riempito la sala) che doveva dare il “la” ad una discussione, seria ed argomentata, tra Cattolicesimo e neo-paganesimo. Il libro “Pan è morto e noi l’abbiamo ucciso – Civitas Dei e Civitas Diaboli” (Ed. Ritter) è a disposizione. Per ordini: christusrex@libero.it 

Il giovane autore ferrarese Riccardo Tennenini ha esposto le ragioni della crisi spirituale dell’Occidente, colpevolizzando la “modernità” intesa come percorso filosofico-culturale che ha abbandonato il sacro per rincorrere il “dio denaro”, attraverso la globalizzazione, il mondialismo e il progetto del Nuovo Ordine Mondiale. Alle sovversioni d’ordine politico, religioso, morale egli ha contrapposto l’ordine sociale organico, con una mirabile definizione dell’ orgoglio europeo, dalla Classicità al Sacro Romano Impero, fino all’inizio della crisi, nel periodo pre-industriale. Il tutto basandosi su presupposti neo-pagani ed una impostazione evoliana.

Matteo Castagna, nostro responsabile nazionale, ha invece improntato la sua esposizione concentrando il nocciolo del problema nell’ “uomo che si fa Dio” perpetuando il “non serviam” di Lucifero, a fronte del “Dio che si fa Uomo”, cioè Gesù Cristo, unica Via, Verità e Vita. Alla visione evoliana ha contrapposto la Dottrina Sociale della Chiesa, la Regalità Sociale di Cristo, i fasti della Civitas Christiana (quest’ultimi ampiamente riconosciuti da tutti). Nella ferma condanna di ogni forma di razzismo biologico, l’affermazione dell’identità e delle sovranità nazionali e monetarie, nel rigettare il mondialismo come sfruttamento di altri popoli, la riproposizione del modello coloniale. Nella condivisione del principio per cui “ad ogni terra il suo popolo e ad ogni popolo la sua terra” (condiviso), Castagna ha sottolineato la necessità della conversione e dell’universalità di essa, a prescindere da ogni razza. Prosegui la lettura »

VERONA: Sabato 26/11 ore 17.00 “Pan è morto e noi lo abbiamo ucciso – Civitas Dei e Civitas Diaboli” (Ed. Ritter)

SABATO IL NOSTRO CIRCOLO CHRISTUS REX-TRADITIO INVITA A UNA CONFERENZA-DIBATTITO TRA CATTOLICESIMO E NEO-PAGANESIMO. VUOI DIRE FINALMENTE LA TUA? VIENI:

img-20161108-wa0042

Prosegui la lettura »

Verona: “Mistocolvitto.it e “Christus Rex” presentano “Coop connection” con Antonio Amorosi

img-20161029-wa0054

Prosegui la lettura »

Verona, Christus Rex gestisce la “Casa della Tradizione”

 

re4

 

Sabato 1 Ottobre a Verona, Matteo Castagna ha inaugurato la “Casa della Tradizione” di fronte a 100 persone

Dopo un anno di lavoro in Via Galvani 31 con l’Associazione “Traditio”, il “Christus Rex” capitalizza quanto raccolto, anche in termini quantitativi. I suoi militanti e simpatizzanti sono divenuti Soci del “Gruppo Sportivi Veterani Veronesi”, che ha sede in Via Albere 43 a Verona e fruiscono degli spazi e delle possibilità fornite dallo Statuto dei Veterani: le due sale riunioni, la formazione e la cultura con la biblioteca al primo piano, le due sale conferenze a piano terra con uso cucina, doppi servizi e area bar, l’ampio giardino esterno ed il campo sportivo, il parcheggio interno.

 

20161001_172546-1Alle 17.15 il Responsabile Nazionale di Christus Rex Matteo Castagna presenta le attività, ringraziando la Provvidenza per aver ricevuto la Grazia di poter continuare la militanza come punto di riferimento per la Tradizione, a due mesi dalla chiusura di “Traditio”. La chiama, per esemplificare: “Casa della Tradizione”, aperta ai Soci che vorranno contribuire a restaurare l’Ordine divino e naturale, attraverso le numerose attività di formazione cattolica e meta-politica (continua per il terzo anno consecutivo la catechesi per adulti, ogni martedì alle 21.00) di preghiera, attraverso la diffusione della devozione al S. Rosario, la cultura e lo studio, la militanza pubblica per la Regalità Sociale di Nostro Signore Gesù Cristo, ma anche tramite le sport e la convivialità.  Il “Christus Rex” non fa alcuna attività di propaganda di partito. Prosegui la lettura »

VERONA: INAUGURAZIONE NUOVA SEDE “CHRISTUS REX-TRADITIO”

01-ottobre-01

È sempre nella storica “capitale” della Tradizione, cioè Verona, che dopo un anno di duro lavoro di MILITANZA e APOSTOLATO, si trasferisce il nostro Circolo Christus Rex, capitalizzando quanto fatto con “Traditio”. Ospiti illustri del mondo Cattolico, dell’associazionismo, del volontariato, del sociale, della cultura, della stampa, saranno presenti accanto ai militanti, ai sostenitori e simpatizzanti. Al termine, verra’ offerto un lauto rinfresco. La sede sarà benedetta martedì 4 Ottobre. La sala riunioni sarà dedicata a San Pietro Martire da Verona.

 

 

 

 

Prosegui la lettura »

CHRISTUS REX – TRADITIO

CR TRADITIO2

 

VERONA: IL CIRCOLO CHRISTUS REX – TRADITIO HA UFFICIALMENTE TRASLOCATO DA VIA GALVANI A VIA ALBERE N. 43, SEMPRE A VERONA. STASERA, PER IL TERZO ANNO CONSECUTIVO, PROSEGUONO LE ATTIVITA’ DI FORMAZIONE, CON UNA CONFERENZA SU: “LA CHIESA E LE CHIESE” (dalla Somma di Teologia Dogmatica di Giuseppe Casali) con relatore Matteo Castagna.

Prosegui la lettura »

Novità librarie: “Contro il nostro tempo” e “Il bavaglio europeista”

CR TRADITIO2

L’estate è tempo anche di vacanze e di riposo. Cosa c’è di meglio di un buon libro? I libri possono essere ordinati al medesimo prezzo anche presso “Christus Rex – Traditio” all’indirizzo: info.traditio@gmail.com

Segnalazione Edizioni di Ar

CONTRO IL NOSTRO TEMPO
De Rosa, Stefano
Settimo Sigillo, 2016
Con il renzismo si è divaricata la forbice tra Istituzioni e ragioni popolari, si è accentuata la distanza fra Governo e governati. Il cortocircuito politico, sociale e culturale provocato da anni di potere dilettantesco ha raggiunto vertici inquietanti. Le coscienze individuali sono state cloroformizzate dalle “armi di distrazione di massa”, gli slogan renziani – rottamazione, velocità, semplificazione – hanno obnubilato l’opinione pubblica. Fino al punto che l’erosione dello Stato sociale, passata attraverso la riforma delle pensioni e quella del diritto del lavoro, non ha provocato reazioni apprezzabili. Renzi ha sostituito alla dicotomia destra – sinistra un blocco di potere, che tutela i propri interessi con furbizia e improvvisazione. Dopo la Brexit, il referendum costituzionale d’ottobre darà al popolo italiano l’opportunità della Rexit.
Novità in libreria, 88 pagine, 10 €.

Prosegui la lettura »