Archivio per la categoria MANI PULITE

Buona festa dei “diavoli” a tutti. Dal Pontificio Consiglio per il Dialogo (CONCILIARE)

Segnalazione di F.F.

di Fra Cristoforo


Articolo pubblicato sul sito Anonimi della Croce

L’immagine e la nota introduttiva sono nostre

Nostra nota introduttiva

Nell’immagine: la dea Laksmi, di cui – dicono gli Indù – «La festa di Divali, festa delle luci, rappresenta la divina unione di Laksmi con il Dio Visnu. In questo periodo ogni luce, ogni lumino, ogni lampada viene accesa in onore della venuta di Laksmi sulla terra»

A me sembra tutta una pagliacciata. Il Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso ha avuto la geniale idea di mandare gli auguri a tutto il popolo Indù per una imminente festa pagana detta “divali” o “dipavali” (o diavoli fa lo stesso)
https://ilsismografo.blogspot.it/2017/10/vaticano-messaggio-del-pontificio.html
Una sorta di richiesta di aiuto per prosperità varie a divinità induiste, che invocano idoli, demoni e compagnia (https://www.hinduism.it/events/divali-o-dipavali/).

Ma proprio non avevano altro da fare. Il Pontificio Consiglio si auspica “che questa celebrazione delle luci illumini le vostre menti e la vostra vita, rallegri i vostri cuori e le vostre case, rafforzando famiglie e comunità!”. Testuali parole.

Anziché pensare che questi poveri fratelli sono nell’errore da secoli, e che con carità vanno evangelizzati e accompagnati alla Verità di Cristo, questi perdono tempo e inchiostro ad invogliare la celebrazione di queste feste. Proprio come hanno sempre fatto con i musulmani augurando loro “buon ramadan”, buon qui, buon la.

Nella neo chiesa ormai l’evangelizzazione è presa come “proselitismo”. E dunque per loro è sbagliato portare le anime a Gesù Cristo, perché significa fare “proseliti”. Trasgredendo così il comandamento di Gesù: “Andate e predicate il Vangelo ad ogni creatura” (Mc 16). E’ una grossa responsabilità, oltre che una grave mancanza.

La mia non è intolleranza. E neppure integralismo. E’ una semplice e reale visione delle cose. Una Chiesa che va allo sfascio totale spinta al baratro dai suoi stessi ministri. Che invece di difendere le pecore, le consegnano al lupo con tanto di pacco regalo.

Aspettiamoci ora che ci augurino anche “Buon Halloween” a tutti quanti.

Prosegui la lettura »

Galantino accelera su Lutero: “Opera dello Spirito Santo”

CHIESA/RELIGIONE CONCILIARE

Segnalazione di F.F.

Galantino parla della riforma di Lutero come di “un’opera dello Spirito Santo”. Le parole del segretario Cei che faranno discutere

di Francesco Boezi

Monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, ha esaltato Lutero e la sua riforma intervendo alla Pontificia Università Lateranense in un convegno, “Passione per Dio”.

Spiritualità e teologia della Riforma a 500 anni dal suo albeggiare”, promosso dall’ateneo vaticano, citando, per mezzo della lettura di un passo, l’autore della riforma: “Mi sono schierato contro tutti i papisti, contro il Papa e le indulgenze ma solo predicando la Parola di Dio. E quando io dormivo la parola di Dio operava tali cose che il Papa è caduto”. Una frase storicamente considerata come offensiva nei confronti del Papa. Prosegui la lettura »

Avvenire fa lo spot allo “Ius Soli e “dimentica” l’aborto

CHIESA CONCILIARE

Segnalazione di Corrispondenza Romana

Già da diversi anni i dati Istat certificano il drammatico calo delle nascite nel nostro paese, tanto che il numero dei morti ha ormai superato quello dei nati. Eppure, Avvenire, il quotidiano dei vescovi italiani, sembra focalizzare l’attenzione sul problema demografico proprio ora, guarda caso nel bel mezzo del dibattito politico circa l’approvazione dello “Ius soli”.

In un articolo dell’otto ottobre dal titolo “Senza i figli degli immigrati inverno demografico più rigido”, Francesco Riccardi descrive con dovizia di particolari statistici il trend negativo delle nascite in Italia, per concludere che l’apporto demografico degli stranieri, seppur non sia risolutivo, rappresenta una delle poche ancore di salvezza cui aggrapparsi. Prosegui la lettura »

Un nuovo rito in chiesa per celebrare le nozze gay. L’ultima idea del “vescovo” di Anversa

http://www.ilfoglio.it/resizer/600/315/true/redazione/articoli/2016/10/12/149099/ft348-p3-face_of_flanders.jpg--.jpg

I TITOLI ECCLESIASTICI VANNO INTESI COME RIFERITI ALLA CHIESA CONCILIARE, NON A QUELLA CATTOLICA (N.D.R.)

Un nuovo rito in chiesa per celebrare le nozze gay. L’ultima idea del vescovo di Anversa

Il vescovo di Anversa, mons. Johan Bonny, ha proposto di creare “un rito alternativo” che consenta la benedizione delle coppie omosessuali, dei divorziati risposati e dei conviventi. Lo scrive nel suo ultimo libro, Puis-je? Merci. Désolé (Posso? Grazie. Mi spiace), pubblica…

CONTINUA SU:

http://www.ilfoglio.it/chiesa/2016/10/12/news/un-nuovo-rito-in-chiesa-per-celebrare-le-nozze-gay-lultima-idea-del-vescovo-di-anversa-105245/ Prosegui la lettura »

Se i francescani di Boston vanno al Gay Pride e un “vescovo” australiano si fa paladino degli LGBT

Segnalazione di F.A.

http://www.iltimone.org/images/news_483x309/boston.jpg/400x256.jpg

La foto dei frati francescani di Boston che partecipano sorridenti al cittadino festival gay con un loro stand davanti a cui campeggia in colori arcobaleno la scritta «Chi sono io per giudicare?», vale più di mille articoli e trattati. Dice soprattutto a quale tremendo equivoco abbiano dato origine le parole che papa Francesco ha pronunciato il 29 luglio 2013 parlando con i giornalisti sull’aereo di ritorno dal viaggio in Brasile.

CONTINUA SU:
http://www.iltimone.org/31930,News.html Prosegui la lettura »

L’ora dell’antisfascismo

di Roberto Pecchioli

L’ora dell’antisfascismo

Fonte: Ereticamente

Giampaolo Pansa, giornalista di sinistra di lunghissimo corso, è costretto da anni a scrivere su giornali di destra in quanto la sua attività di libero ricercatore lo ha portato a ricostruire la storia nazionale, in particolare quella relativa alla guerra civile e ai primi anni del dopoguerra, rivelando fatti e traendo conclusioni sgradite alla narrazione ufficiale imposta da 70 anni alla nazione intera dalla politica a trazione comunista di ascendenza “azionista”. Un suo accorato intervento mette in guardia contro lo sfascio che, a suo parere, si è impadronito dell’Italia.

Lo sfascismo sembra effettivamente essere il collante unico, l’ideologia sotterranea che percorre le vene ostruite di questa nazione in declino. Non ci interessano facili giochi di parole, né intendiamo sprecare una sola riga su un parlamento impegnato prevalentemente – dopo aver sistemato le questioni relative ai privilegi dei propri componenti – a legiferare sul divieto delle immagini di dittatori del trapassato remoto e legalizzare la sostituzione del popolo italiano con gli stranieri. Tutto sommato, si tratta di effetti, non cause dello sfascio cui assistiamo, per cui ci tocca un compito più serio: reagire allo sfascio, se c’è, e fare appello ad una nuova missione civile, l’antisfascismo. Prosegui la lettura »

Retoricume liberale

di Alessio Mannino

Retoricume liberale

Fonte: L’intellettuale dissidente

Essendo un obbligo, purtroppo a noi giornalisti tocca frequentare i corsi mediamente inutili dell’inutilissimo Ordine a cui siamo iscritti. L’altro giorno, chi scrive ha timbrato il suo bravo cartellino nella prima giornata di un convegnone di quelli, per la verità, importanti, almeno sulla carta: relatori come Stefano Ceccanti, Ilvo Diamanti, monsignor Rino Tomasi; la cornice in un istituto religioso di un certo prestigio culturale, il Rezzara di Vicenza; il titolo apparentemente asettico, “Popoli, populismi e democrazia”.

Sorvolando sull’amorevole preoccupazione degli ecclesiastici per il futuro di quest’ultima – un’angoscia che fa sempre un certo effetto, datosi che la loro Chiesa è una gerarchia elettiva che di democratico non ha un bel niente – siamo rimasti inorriditi nell’assistere non a un seminario di distaccata analisi, ma ad un comizio di parte e uno sdottoreggiamento a tesi in cui si ammanniva una tesi a priori: il populismo è un nemico, anzi il nemico da combattere. E l’imparzialità che dovrebbe caratterizzare un approccio scientifico, ponendo la conoscenza fattuale prima, e non dopo, il giudizio di valore? Roba vecchia e superata. Et voilà la politologia secondo la novella Scuola Anti-Populista: fare politica con altri mezzi. Prosegui la lettura »

Clamoroso: case della polizia costruite dalla ‘ndrangheta

Scritto e segnalato da Antonio Amorosi

Una delle più terribili organizzazioni criminali può costruire gli appartamenti delle forze dell’ordine che dovrebbero combatterla? Si, è possibile. La storia

Di Antonio Amorosi per AFFARITALIANI.IT
Clamoroso: le case della polizia in Liguria costruite dalla 'ndrangheta

Prosegui la lettura »

Immigrati, blitz della sinistra. Per votare basta la residenza

Appello firmato da 176 parlamentari: alle urne anche gli extracomunitari che abitano qui da almeno 5 anni

Non sono riusciti a fare passare ” per ora ” l’Abominio chiamato IUS SOLI. Ecco come schiacciano gli Italiani per i Voti! VERGOGNA. http://www.ilgiornale.it/news/politica/immigrati-blitz-sinistra-votare-basta-residenza-1449292.html?mobile_detect=false

37 anni fa l’addio a Nanni De Angelis: giustizia non è stata fatta, non fu suicidio

Segnalazione Twitter

http://www.secoloditalia.it/files/2015/10/Nanni.jpghttp://www.secoloditalia.it/files/2015/10/Nanni-250x250.jpg

35 ani fa moriva Nanni De Angelis, uno dei leader del movimento Terza Posizione. Arrestato in seguito a un mandato di cattura, fu picchiato in questura e trovato morto in carcere.

CONTINUA LA LETTURA SU:

http://www.secoloditalia.it/2017/10/37-anni-fa-laddio-a-nanni-de-angelis-giustizia-non-e-stata-fatta-non-fu-suicidio/ Prosegui la lettura »