Il premier ungherese Vicktor Orbàn merita rispetto

Segnalazione di Redazione BastaBugie

Leggete l’ultimo discorso del Premier ungherese Viktor Orbán e scoprirete che almeno uno esiste e ne vale 100
di Giampaolo Rossi

Abbiate la pazienza di leggere questo ultimo discorso del Premier ungherese Viktor Orbán, tenuto come tradizione all’annuale Summer University di Bálványos.
Fatelo senza fanatismo entusiasta o esaltazioni inutili perché è un grandioso discorso carico di lucido realismo e buon senso; è un discorso senza filtri diplomatici, linguaggi istituzionali, conformismo ideologico. Per questo merita di essere analizzato in profondità.
Più che un discorso è una visione dell’Europa, un’aspirazione, un progetto di difesa e salvezza di una civiltà minacciata da una globalizzazione selvaggia, impietosa e senza scrupoli.
Il leader di una piccola nazione si erge a guida per chiunque oggi rivendichi il valore di un patriottismo eroico, spregiudicato, capace di difendere ciò che si ama e ciò che ancora si è, da chi odia e vuole distruggere ciò che noi siamo.
Le parole di Orbán non riguardano l’Ungheria ma l’essenza stessa della nostra identità europea dilaniata dalla dissoluzione globalista imposta dalle élite tecnocratiche e apolidi.
Buona lettura. Prosegui la lettura »

Contro l’eutanasia travestita da testamento biologico… nel nome di Charlie!

Segnalazione ProVita

Ci stiamo preparando all’azione per settembre, quando il Senato prenderà in esame la proposta di legge sulle DAT.

Siamo decisi a fare tutto quello che è in nostro potere per smuovere le coscienze e far pressione sui senatori affinché prevalgano il buon senso e la ragione. Del resto, in ventisei Stati federati USA quest’anno sono state presentate ben quarantatré proposte di legge eutanasiache: non ne è passata neanche una! E nel mondo, su circa duecento Stati, ad autorizzare l’eutanasia e il suicidio assistito sono solamente otto.

ProVita Onlus sembra doveroso impegnarsi fino in fondo (hai firmato la nostra petizione?) contro l’eutanasia travestita da testamento biologico: lo dobbiamo a Te e gli Amici che ci sostengono, ma anche al piccolo Charlie Gard.

A tal proposito, ti invito a non perdere la rivista di settembre di Notizie ProVita, che avrà come inserto speciale un libretto con articoli scritti da firme di fama nazionale, dal titolo “Nel nome di Charlie”.

Andiamo avanti con forza e coraggio!

Toni Brandi Prosegui la lettura »

Bulletin Volume IV, Issue 30, “Our Lady of Victory”

Risultati immagini per Mons. Markus Ramolladi don Marcellus Moylan

Dear Catholic Faithful,

This next week the Church celebrates the great feast of Mary’s Assumption into heaven, which is a holyday of obligation. See attached the bulletin for Our Lady of Victory Chapel.

God bless you!

Bulletin Volume IV, Issue 30, August 13, 2017

******************************************************************

di don Marcellus Moylan

Dear Catholic Faithful,

Praised be Jesus and Mary!

Yesterday I finished preaching on the last petitions of the Our Father: “And lead us not into temptation, but deliver us from evil.”

 May God bless you and may you all grow in love and devotion to the Immaculate Heart of Mary!

Prosegui la lettura »

Disponibile il numero 73 di Sursum Corda del 13 agosto 2017

Dio sia lodato!
Sul sito è disponibile il numero 73 (del 13 agosto 2017) di Sursum Corda®. Il settimanale si può scaricare gratuitamente nella sezione download dedicata ai soli Associati.
Clicca qui per gli ultimi articoli leggibili gratuitamente sul sito:

- Comunicato numero 73. Storia della religione parte 3;

– Preghiera a Santa Chiara d’Assisi;

– Gli anatemi del Concilio di Trento, numeri 44, 45 e 46;

– Preghiera a  San Giovanni Maria Battista Vianney;

– Vita e detti dei Padri del deserto: Padre Bessarione, parte 5;

– Preghiera a San Lorenzo Arcidiacono, Martire;

– Catechismo tridentino. Bisogna chiedere il bene sommo e quanto ad esso conduce;

– Preghiera a San Gaetano da Thiene, Confessore;

–  Tesori di Cornelio ALapide. Varie specie di martirio;

– Sant’Alfonso prega il Sacro Cuore di Gesù;

– Teologia Politica n° 65. Cattolici in politica né eletti, né elettori. Manca la vera libertà;

– Racconti miracolosi n° 19. Il Re Edmondo miracolato dal monaco san Dunstano.

Preghiamo per i nostri Sacerdoti, per le vocazioni, per le famiglie e per le intenzioni della nostra Associazione, affidandoci alla protezione di san Giovanni di Dio.

Ossequi, Carlo Di Pietro.

 


Sursum Corda ONLUS
Associazione di volontariato riconosciuta nei settori Sociale e Culturale
C.da Piancardillo, snc – 85010 Pignola
Provincia di Potenza (ITALIA)
Redazione: 
editoria@sursumcorda.cloud
Donazioni: paypal@sursumcorda.cloud

Prosegui la lettura »

La Chiesa gay friendly di Bergoglio

Come si fa a qualificare cattolicamente questa nuova iniziativa sulfurea di Bergoglio?

Costui, imperterrito, non perde occasione per offendere Dio e per incoraggiare il peccato, soprattutto se si tratta del peccato contro natura.
Qual è il suo scopo? Potremmo dire chissà che, ma ci sembra che sia necessario dire che il suo scopo è distruggere la Chiesa cattolica.
Stolto e illuso, come il demonio che lo ispira! Non sa che la Chiesa non può essere distrutta, perché Dio l’ha voluta e la conserva fino alla fine del mondo?
Ma in effetti, Bergoglio ha uno scopo più immediato e più pratico: condurre all’inferno quante più anime è possibile.

Moderna “famiglia” cattolica bergogliana:
Allyson, adottato, Toni Reis, ammaritato primo, David Harrad, ammaritato secondo, Felipe, adottato, prete blasfemo moderno, Jessica, adottata.

La notizia ha fatto il giro del mondo e noi l’abbiamo ripresa da O Globo, che pubblica anche la copia della lettera della Segreteria di Stato con la quale Francesco approva e benedice una coppia gay brasiliana che ha preteso ed ottenuto di adottare tre figli e li ha fatti battezzare con tanto di cerimonia ufficiale fragorosamente pubblicizzata.

Il fatto è accaduto a Curitiba, capitale dello Stato del Paranà, in Brasile.

Toni Reis e David Harrad: oggi sposi.

Un certo prof. Toni Reis, di anni 53, vive tranquillamente in condizione di peccato mortale da 27 anni, con l’inglese David Harrad, di anni 59. Nel 2011 i due decidono di approfittare della nuova legge brasiliana e si “sposano” ufficialmente, acquisendo anche il diritto di adottare dei figli; cosa che hanno fatto in questi anni adottando due ragazzi, che oggi hanno 21 e 14 anni, e una ragazza che oggi ha 17 anni.

Grazie alla mala predicazione di Bergoglio, seguito da tanti vescovi, questi due campioni del cattolicesimo brasiliano decidono di far battezzare i tre “figli” adottivi e si rivolgono a diverse chiese, ottenendo però un rifiuto; tra le altre cose, mentre il Reis è un sedicente cattolico, Harrad è un anglicano. Irriducibili, si appellano allora al vescovo di Curitiba, un certo José Antonio Peruzzo, che accoglie immediatamente la richiesta e incarica Don Élio Dall’Agnol di battezzare i tre nella Cattedrale di Curutiba. Il fatto avviene Domenica 23 luglio 2017, dopo la Messa delle 11,00, con una cerimonia che dura un’ora e mezza alla presenza di tanti rappresentati della comunità LGBT.

I tre ragazzi abbandonati alla cura dei due nefasti omosessuali: Felipe, Allyson e Jessica

Ma i due non si accontentano: vogliono il riconoscimento del nuovo capo della Chiesa cattolica, l’argentino Jorge Mario Bergoglio, e così il Reis, ad aprile, scrive a Bergoglio, informandolo del prossimo battesimo e chiedendo la sua benedizione.
In Vaticano minimizzano la cosa, ricordando che Bergoglio risponde sempre alle migliaia di lettere che gli giungono da tutte le parti del mondo, e quindi il 10 luglio 2017, la Segreteria di Stato, in nome di Bergoglio e a firma di Mons. Paolo Borgia, sottosegretario per gli affari generali, invia al Reis la seguente lettera, con tanto di fotografia autografata da Bergoglio.

La lettera di felicitazioni di Bergoglio, con annessa foto autografata

Egregio Signore,
Nel ringraziare, da parte del Successore di Pietro, per la testimonianza di adesione e per le parole di omaggio, mi permetto di aggiungere che anche Papa Francesco le augura felicità, e invoca per la sua famiglia abbondanza di grazie divine, perché viviate costantemente e fedelmente la condizione di cristiani, come buoni figli di Dio e della Chiesa, e vi invia una propizia Benedizione Apostolica, chiedendo che non vi dimentichiate di pregare per lui.

Approfitto dell’occasione per esprimerle la mia fraterna stima in Cristo Signore.

Mons. Paolo Borgia
Tra grazie divine, benedizioni apostoliche e fraterne stime, si consuma così una nuova blasfemia, accompagnata dall’incoraggiamento di Bergoglio a praticare bellamente il peccato.
Non ci sono parole per qualificare debitamente questa sulfurea vicenda, ma una cosa si può dire con certezza: gli uomini di chiesa abortiti dal Vaticano II perseguono impenitenti la perdizione delle anime di cui dovrebbero essere i pastori.
Ma il Signore non paga solo il sabato e la giustizia divina non mancherà di rendere a tutti secondo i loro meriti e i loro demeriti.
A noi il compito di pregare incessantemente perché il Signore preservi la Sua Chiesa dalle conseguenze delle malefatte degli uomini di Chiesa.

La sulfurea “famiglia” sotto l’insegna vaticana

Prosegui la lettura »

LA RIVOLUZIONE GESUITICA CON BASE A ROMA E CAPITALI PURE A CARACAS

superior-jesuitaRiprenderemo gli aggiornamenti del sito dopo la Festività dell’Assunzione di Maria in Cielo il 15 Agosto.

L’EDITORIALE DEL VENERDI

di Arai Daniele

P. Arturo Sosa Abascal (Caracas, 12 novembre 1948) è dal 14 ottobre 2016 il nuovo generale della Compagnia di Gesù; un gesuita venezuelano. Sosa Abascal è laureato in filosofia (nuova) presso l’Università Cattolica e ha perfezionato gli studi in scienze politiche con un dottorato sempre presso l’università centrale del Venezuela. Prima di essere eletto successore di Adolfo Nicolás, Abascal era responsabile del coordinamento dell’apostolato sociale del Venezuela dal 1996 al 2004. Come docente presso diverse università venezuelane, ha pubblicato studi sulla politica e storia del suo paese. Nel 2014, fu trasferito a Roma e gli incaricato della gestione delle case dell’ordine e delle opere dei gesuiti in ambito interprovinciale.

Qui si è già parlato della «rivoluzione culturale gesuitica» nell’America Latina e delle sue ramificazione. UM «PAPA» PARA O MOVIMENTO DE LIBERTAÇÃO DA IGREJA CONCILIAR”. https://promariana.wordpress.com/2013/04/10/um-papa-para-o-movimento-de-libertacao-da-igreja-conciliar/ . Si trattava della «Teologia della Liberazione» in pillole di culturali. Prosegui la lettura »

ONG e flussi di immigrati: filantropia o ideologia?

ONG e flussi di immigrati: filantropia o ideologia?Segnalazione di Corrispondenza Romana

di Lupo Glori

Dalle infinite polemiche per l’introduzione dello Ius Soli al nuovo codice di condotta per le Organizzazioni Non Governative (Ong) che effettuano operazioni di soccorso in mare, il tema immigrazione continua ad essere al centro del dibattito politico italiano ed europeo e promette di essere l’ago della bilancia attorno al quale si giocheranno le prossime elezioni politiche.

Tutto nasce a fine aprile, quando il procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, viene travolto dalle polemiche per aver avanzato, dai microfoni di Agorà su Raitre, alcune legittime perplessità riguardo presunte collusioni tra operatori umanitari e trafficanti libici: «A mio avviso alcune Ong potrebbero essere finanziate dai trafficanti e so di contatti. Un traffico che oggi sta fruttando quanto quello della droga. Forse la cosa potrebbe essere ancora più inquietante. Si perseguono da parte di alcune Ong finalità diverse: destabilizzare l’economia italiana per trarne dei vantaggi. Moltiplicate 8.500 per 600 euro circa che è il costo di ogni viaggio: sono cifre significative in tre, quattro giorni».

Le dichiarazioni di Zuccaro ovviamente non erano campate in aria ma basate su intercettazioni ben documentate, sebbene non utilizzabili processualmente, in quanto acquisite attraverso mezzi di comunicazione non ufficialmente riconosciuti, come spiegato dallo stesso procuratore siciliano: «C’è un colloquio radio tra persone a terra in Libia e altre su una nave che rispondono ‘potete mandarli… noi siamo qui…’ tra gli atti conoscitivi della Procura, ma processualmente non è utilizzabile perché proviene da una fonte non ufficialmente identificabile». Prosegui la lettura »

Da chiesa ad atelier, la triste parabola di palazzo Lanfranchi

Segnalazione Corrispondenza Romana

Venne progettato e realizzato da frate Francesco da Copertino su commissione del Vescovo, mons. Vincenzo Lanfranchi, e con uno scopo ben preciso, farne il Seminario diocesano: per questo, tra il 1668 ed il 1672 a Matera fu edificato palazzo Lanfranchi, con le statue della Madonna del Carmine e dei Santi (San Filippo Neri, san Giacinto, san Bartolomeo) sulla facciata.

Ora questi stessi spazi sono stati riattati a Museo nazionale d’arte medioevale e moderna della Basilicata, con una sezione dedicata espressamente al collezionismo, dopo esser stati liceo e sede della Sovrintendenza per i Beni Artistici e Storici.

Con un passato tanto glorioso e ricco di fede e spiritualità, addolora profondamente vedere oggi l’antica chiesa, intitolata proprio alla Madonna del Carmine, ridotta ad atelier e trasformata in una sede per l’esposizione di abiti, come tristemente testimonia la foto qui pubblicata. Prosegui la lettura »

Delirio Scalfari: “La sinistra crei un popolo mondiale unico grazie al meticciato”

Parla il grande amico di Bergoglio, “l’accogliente”:

http://www.ilprimatonazionale.it/wp-content/uploads/2017/08/repubblica1.jpg

Il delirio del fondatore di Eugenio Scalfari: “Si profila come fenomeno positivo, il meticciato, la tendenza alla nascita di un popolo unico”.

CONTINUA SU:
http://www.ilprimatonazionale.it/politica/delirio-scalfari-la-sinistra-crei-un-popolo-mondiale-unico-grazie-al-meticciato-70788/ Prosegui la lettura »

Crolla chiesa dell’800 d.C per incuria e nessuno fa nulla

Chi occupa i Sacri Palazzi demolisce ogni giorno la Fede Cattolica, figuriamoci se si interessa di un edificio sacro che crolla. Chi ha una visione provvidenziale e quindi cattolica della storia, non può che vedere in questo un segno dei tempi…(N.d.R.)

Scritto e segnalato da Antonio Amorosi

TERREMOTO NEL CENTRO ITALIA: LE PRIME SCOSSE NON ABBATTONO CHIESA DELL’800 DOPO CRISTO. NON VIENE MESSA IN SICUREZZA E CROLLA

 

Prosegui la lettura »