Archivio per la categoria MANI PULITE

Il piano Onu sull’immigrazione: “Accogliere senza distinzione”

Secondo il segretario generale delle Nazioni Unite i migranti “danni un contributo positivo sia ai Paesi ospitanti che a quelli di origine”

di Eugenia Fiore

“La migrazione è un motore di crescita economica, innovazione e sviluppo sostenibile”. È questo che si legge nel rapporto sull’immigrazione presentato dal sergretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres.

Come spiega La Verità, nel documento viene suggerito che non bisogna fare distinzioni tra migranti politici ed economici, ovvero tra rifugiati e clandestini, in quanto le migrazioni rappresentano una sola cosa: vantaggio per tutti.

“La migrazione permette ogni anno a milioni di persone di cercare nuove opportunità, creando e rafforzando i legami tra Paesi e società”, continua il rapporto. E non solo: secondo Guterres i migranti “danni un contributo positivo sia ai Paesi ospitanti che a quelli di origine. Prosegui la lettura »

Le tasse in Italia le pagano i poveri e il ceto medio

Segnalazione Linkiesta

Image

Le tasse in Italia? Le pagano i poveri e il ceto medio (e i ricchi la fanno franca)

Confrontando le tasse italiane con quelle degli Stati Uniti e della Germania ci si accorge subito che il sistema italiano è sbilanciato: poveri e classe media pagano molte più tasse del dovuto. (di Gianni BalduzziLEGGI)

Prosegui la lettura »

Dittatura Lgbt in Andalusia per media e scuole cristiane

Tutto cade di fronte alla dittatura gender, persino la libertà di pensiero, d’opinione, d’espressione ed anche di coscienza: lo dimostra la decisione della Giunta di Andalusia, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, di imporre l’ideologia Lgbt a tutti i livelli ed in tutti i contesti.La «legge per garantire i diritti, la parità di trattamento e la non-discriminazione dei soggetti Lgbt e dei loro familiari in Andalusia» avrà valore ovunque, infatti, compresi i media e le scuole, anche cattoliche, costretti, se beneficiari di fondi pubblici, ad indottrinare a loro volta rispettivamente i lettori e gli alunni sulle questioni gender.

Non solo: la normativa riconosce ai «minori transessuali» il diritto a ricevere adeguato trattamento per il blocco ormonale all’inizio della pubertà o un trattamento ormonale incrociato per incoraggiare lo sviluppo corporeo.

Da record le sanzioni previste per le infrazioni, che possono raggiungere anche i 120 mila euro. Prosegui la lettura »

Cristianofobia: cappella devastata e sette arresti

Segnalazione Corrispondenza Romana

Ennesima cappella devastata, questa volta intitolata a San Bernardo nella città di Fortaleza, Stato di Ceará, in Brasile: ignoti si sono introdotti dal tetto della struttura e poi hanno ridotto in briciole l’altare. Almeno uno di loro dev’essersi ferito durante il blitz, come dimostrano le chiazze di sangue trovate sul pavimento. La furia dei criminali non si è fermata davanti a nulla, così, entrati in sagrestia, hanno spezzato le ante degli armadi e rubato una ventina d’euro. La Polizia è sulle tracce degli autori del gesto sacrilego.Dopo i ripetuti assalti e vandalismi dei giorni scorsi ai danni di istituti cattolici, a Vidisha, nel Madhya Pradesh, è stato arrestato Upadhesh Rana, leader fondamentalista indù del Vishwa Sanathan Sangh, deciso ad entrare con la forza nel St. Mary’s Post Graduate College, per celebrare il rito indù a Bharat Mata, la “Madre India”. Con lui altri sei individui sono finiti in carcere. Prosegui la lettura »

Coopcostruttori, il terzo crac di sempre. Tutti assolti

Scritto e segnalato da Antonio Amorosi

Coopcostruttori, il terzo crac italiano di sempre. Ma sono tutti assolti

Non ci furono reati penali. I giudici di Bologna assolvono i vertici di Coopcostruttori che ha procurato il terzo crac più grande della storia italiana

Coopcostruttori, il terzo crac italiano di sempre. Ma sono tutti assolti

Prosegui la lettura »

Leader abortista olandese, premiata dalla “Santa Sede” con la medaglia di San Gregorio Magno

di Marco Tosatti

Secondo notizie rimbalzate sui social media, e un video in cui la protagonista conferma il fatto, Lilianne Ploumen avrebbe ricevuto la medaglia di cavaliere dell’Ordine Pontificio di San Gregorio Magno.

La notizia è stata data ufficialmente prima da questo sito, il LepantoInstitute, e poi rilanciata su altre piattaforme. Lilianne Ploumen, già ministro olandese per il commercio e lo sviluppo alla cooperazione, è particolarmente attiva nella diffusione a livello mondiale dell’aborto, e dei diritti delle associazioni LGBT.  Nel video afferma che la medaglia “è un’alta distinzione dal Vaticano, dal Papa”. Un anno fa, dopo che Donald Trump aveva deciso di sospendere i fondi destinati alle organizzazioni che promuovono l’aborto all’estero, Ploumen ha creato una nuova ONG, chiamata “She decides” (Lei decide) raccogliendo oltre 300 milioni di dollari. Nell’ottobre in un articolo sul Financial Times aveva scritto che “la politica regressiva dell’America sull’aborto è una calamità per i diritti delle donne e delle ragazze che il resto del mondo deve contrastare”.

Ploumen è stata direttrice dei programmi di Cordaid, un’agenzia di aiuti cattolica olandese dal 2004 al 2007, che fu accusata di fornire fondi a Planned Parenthood, la multinazionale americana degli aborti, e fornire contraccettivi.

Nel settembre 2017 Ploumen faceva parte del gruppo centrale LGBTI delle Nazioni Unite. Nel febbraio 2010 aveva incitato attivisti LGBT a intervenire e interreompere una messa nella cattedrale di San Giovanni Battista, recando triangoli rosa e cartelli con la scritta “Gesù non esclude nessuno”. Era contraria all’insegnamento morale della Chiesa sull’omosessualità.

L’ordine equestre di San Gregorio fu stabilito nel settembre 1831, e viene conferito a persone per il loro servizio personale alla Santa Sede e alla Chesa cattolica romana, tramite uno sforzo inusuale, il loro appoggio alla Santa Sede e i loro eccellenti esempi offerti nelle loro comunità e Paesi.

Fonte: http://www.marcotosatti.com/2018/01/13/ploumen-leader-abortista-olandese-premiata-con-la-medaglia-di-san-gregorio-magno-dalla-santa-sede/ Prosegui la lettura »

Ma nessuno parla delle scuse che l’Africa dovrebbe al mondo

di Luigi Guelpa

Dalla corruzione endemica dei regimi alla democrazia negata Dalle stragi di bambini-soldato ai business dei diamanti insanguinati

Il Continente Nero si è indignato e pretende le scuse dall’inquilino della Casa Bianca, ma è altrettanto vero che Madre Africa ha partorito alcuni orrori impossibili da cancellare.

Abomini per i quali, a oggi, non ha mai pronunciato scuse ufficiali, scaricando spesso le responsabilità sull’Occidente. Prosegui la lettura »

BooM! Chiude la discarica che piaceva al Pd

Scritto e segnalato da Antonio Amorosi

BooM…si chiude. Lo decide il Tar dopo le proteste dei cittadini. Ne avevamo parlato qui su @Liberoquotidiano in quasi totale solitudine. 

Veleni, 7 volte oltre i limiti nella discarica Hera che piaceva al Pd.

Prosegui la lettura »

Storico russo documenta le stragi di Stalin. Rischia il manicomio come ai tempi dell’Urss

Perizia psichiatrica per Yuri Dmitriev: potrebbero condannarlo a 15 anni

di Luigi Guelpa

Sarà pur vero che morto uno Stalin se ne fa un altro, ma metterlo in discussione è come toccare un cavo scoperto dell’alta tensione.

Vladimir Bechterev, lo psichiatra che il 22 dicembre 1927, dopo averlo visitato al Cremlino, accertò la presunta paranoia del dittatore, venne ucciso pochi giorni dopo.

Lo avvelenarono al buffet del Bolshoi, tra le musiche del teatro e la folla ignara che spingeva nel foyer. Novant’anni dopo è lo storico di fama internazionale Yuri Dmitriev a rischiare la pelle dopo aver reso pubbliche alcune scoperte sui crimini commessi dal leader sovietico. La vicenda è a dir poco surreale: il 61enne docente è accusato dalla procura di Stato di essere malato di mente e pedofilo e per queste ragioni nei prossimi giorni verrà sottoposto a una perizia psichiatrica, l’ennesima in pochi mesi. I magistrati di Mosca sostengono che abbia coinvolto sua figlia di 11 anni in pedo-pornografia, che sia in possesso illegalmente di armi da fuoco e che abbia compiuto atti di depravazione con il coinvolgimento di un minore. Prosegui la lettura »

Cristiani: 215 milioni perseguitati per fede

http://www.ansa.it/webimages/img_700/2018/1/10/d057f1bbf79277b040552c1d60322646.jpg

“Cresce la persecuzione anti-cristiana nel mondo in termini assoluti, oggi sono oltre 215 milioni i cristiani perseguitati”. (ANSA)

CONTINUA SU:

http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2018/01/10/cristiani-215-mln-perseguitati-per-fede_78895073-eae1-4f3a-86fe-c411eb76eead.html Prosegui la lettura »