Archivio per la categoria www.vvox.it

Vvox intervista a tutto campo una cattolica veronese con le idee chiare…

Interessante intervista ad una signora che dice cose veramente cattoliche, in questo periodo di tenebre. Ce ne fossero tante di donne che la pensano così…(N.d.r.)

di Alessio Mannino, direttore di www.vvox.it 

Erano fra i fedeli tradizionalisti (quindi tra noi di “Christus Rex”, n.d.r.) che hanno contestato il cantante rock Marilyn Manson, in scena lo scorso 26 luglio al Castello Scaligero di Villafranca di Verona, evocando Satana e il Male, in questo caso via decibel. Sono forse fra i cattolici più cattolici che ci siano, fin da quando si alzano al mattino. Per i detrattori (molti) sono fondamentalisti, per i simpatizzanti (pochi) sono fra coloro che vivono la fede nel modo più puro e integrale. Stiamo parlando di un gruppo mariano di preghiera e studio ispirato a San Luigi Maria Grigon de Montfort, sacerdote francese del Seicento autore del “Trattato della vera devozione a Maria”. In sostanza, sono non tanto dei pre-conciliari, ma addirittura dei pre-moderni, o degli anti-moderni. Sono coordinati da Michela Perbellini, una casalinga veronese che oltre a definirsi rispettosa della Tradizione, dice di essere anche «maschilista». Ci risponde con la promessa di mantenere l’anonimato fotografico: «non voglio che sia la mia persona ad apparire, quanto ciò che dico». Prosegui la lettura »

Veneto, il Prof. Antonini: “doveroso anche il trasferimento delle risorse per far fronte all’autonomia”

Segnalazione di Redazione www.vvox.it 

http://www.vvox.it/wp-content/uploads/2017/10/profAntonini.jpg

Per Antonini sarebbe «incostituzionale» se al trasferimento di competenze non si accompagnasse anche quello delle risorse

CONTINUA SU:

http://www.vvox.it/2017/10/24/veneto-la-mente-del-referendum-doveroso-anche-il-federalismo-fiscale/ Prosegui la lettura »

Vicenda Serenissima costruzioni: un amaro risvolto

di Marco Milioni

Fra gli strascichi del caso Brecia-Padova A4 Serenissima costruzioni, vi segnalo anche questo caso particolare, una vicenda dai risvolti umani sulla quale dovremmo riflettere.

GEOMETRA BLOCCATO IN ARMENIA: “SERENISSIMA COSTRUZIONI NON MI PAGA”

Un dipendente campano racconta le sue peripezie nello scandalo che ha investito l’ex braccio operativo della Brescia-Padova

Al di là del ginepraio di carte bollate e contenziosi economici a sei zeri e più, il fallimento della Serenissima Costruzioni porta con sé inevitabilmente il suo strascico di vicende umane. É il caso di Leone Schiavone. Classe 1965, professione geometra con una esperienza notevole nei cantieri di mezzo mondo, nel 2016 viene assunto dalla Serenissima Costruzioni dopo essere stato contattato da un head hunter, ovvero da un consulente specializzato nella ricerca di personale altamente qualificato. Il contratto d’ingaggio «è firmato dall’ingegner Gabriella Costantini, capo-operazioni in Armenia della società edile»

CONTINUA SU http://www.vvox.it/2017/10/15/geometra-bloccato-in-armenia-serenissima-costruzioni-non-mi-paga/ Prosegui la lettura »

Modesta proposta per Verona: torniamo al proporzionale

Segnalazione di Redazione www.vvox.it

http://www.vvox.it/wp-content/uploads/2017/09/Palazzo_Barbieri_-_Verona_2016.jpgdi Matteo Castagna

E’ finita la partita delle circoscrizioni. Che così come sono non vanno: o le aboliamo, o le riformiamo. Così

http://www.vvox.it/2017/10/14/modesta-proposta-per-verona-torniamo-al-proporzionale/ Prosegui la lettura »

Spoil system a Verona, l’ombra di Tosi su Sboarina: Federico smarcati finché puoi!

Segnalazione di Vvox.it

di Marco Milioni
Il sindaco di centrodestra deve sciogliere tutti i nodi nella partita delle nomine per rinnovare la macchina comunale: difficile cancellare il Decennio tosiano
Leggi » Prosegui la lettura »

Tosi, ma lavorare no?

Di Alessio Mannino

http://www.vvox.it/wp-content/uploads/2014/12/tosi.jpg

Tosi, ma lavorare no? | Vvox

L’ex sindaco di Verona riabbraccia dopo anni di ostilità Berlusconi. L’ennesima manovra per stare a galla

http://www.vvox.it/2017/07/20/tosi-ma-lavorare-no/

Decreto BpVi e Vb, quando la legge è più uguale per le banche

di Alessio Mannino

Deroghe su deroghe e miliardi che saltano fuori come se piovessero. E pure la Ue scopre che le norme hanno «spazi». Da interpretare politicamente

Con la liquidazione delle due ex banche popolari venete, il governo Gentiloni ha liquidato ogni residua, già debolissima fiducia nella legalità in questo Paese, patria del diritto e soprattutto del rovescio. Il decreto-legge 99 è una mostruosità giuridica: prevede talmente tante deroghe che a questo punto c’è da aspettarsi la rivalutazione dell’abominio nazista del Führerprinzip, “la legge del capo” che decideva sopra e nello sprezzo di ogni norma scritta. Il provvedimento del 25 giugnoschiaccia come un panzer svariati articoli del codice civile, la parità di diritto dei creditori ad essere risarciti, il Testo unico bancario, la legge antitrust, la legge sui trasferimenti aziendali dei dipendenti, la contabilità dello Stato, le norme di correttezza e concorrenzialità sulla scelta del “cessionario”, perfino la certificazione energetica degli edifici e le normative urbanistiche e ambientali. Il rischio, se per caso la Corte Costituzionale dovesse farlo decadere, è che caschi tutto il palco della liquidazione coatta amministrativa, altrimenti nota come fallimento pilotato. Prosegui la lettura »

Immigrato: “Non mangiare bene, Italia sporca, voglio spacciare”

IERI MATTINA IL NOSTRO RESPONSABILE MATTEO CASTAGNA, OSPITE DI “NOTIZIE OGGI” SU CANALE ITALIA HA ATTACCATO DURAMENTE L’ACCOGLIENZA INDISCRIMINATA, LO SPRAAR. E LO IUS SOLI. SU QUESTO ARGOMENTO LA TELEFONATA IN DIRETTA DEL GOVERNATORE DEL VENETO LUCA ZAIA E’ STATA NETTA. SPERIAMO CHE DUNQUE SI PASSI DALLE PAROLE AI FATTI.

http://voxnews.info/2017/06/03/profugo-spacciatore-protesta-non-mangiare-bene-italia-sporca-voglio-spacciare-video/

Verona, litigio Tosi-Bolis su Bisinella candidata?

“Una perla di giornalismo, oltre le banalità di una campagna elettorale forse volutamente piatta da chi sa di perdere, che solo chi è libero può permettersi di questi tempi…”(cit.)

di Alessio Mannino

Il portavoce non sarebbe d’accordo con la scelta di lanciare la fidanzata del sindaco. Che farà dopo giugno?

Pare che l’altro giorno la vivace discussione fra il sindaco di Verona, Flavio Tosi, e il suo portavoce, Roberto Bolis (in foto, da veronapulita.it), si sia sentita eccome, a palazzo. Tanto che qualche spiffero è uscito, e la voce (di cui abbiamo chiesto conto all’interessato, senza ricevere smentita) si è diramata anche fuori dal Comune: il responsabile stampa, il consigliori, per qualcuno addirittura il «vero sindaco» del capoluogo scaligero, il potente Bolis, non sarebbe per niente d’accordo con l’idea di Tosi di gestire per così dire in famiglia la campagna elettorale finalmente cominciata, candidando a succedergli la morosa Patrizia Bisinella. E dopi tanti anni di proficua collaborazione, non avrebbe avuto remore a dirglielo bello chiaro. Prosegui la lettura »

Il console russo a Venezia: «sanzioni a Mosca? Danno al Veneto»

L’embargo Ue «non ha alcun senso». Il settore più colpito: l’agricoltura. Proteste anti-Putin? «Come in Italia»

eligio-paties

«Da diverso tempo da parte dei capitali russi è in atto una tendenza ad investire in modo importante sia nel turismo che nell’acquisto di fondi agricoli, nel Veneto e ancor più nel resto d’Italia. Ma tale tendenza ha cominciato a venir meno dopo che la Russia è stata sottoposta ad una serie di sanzioni economiche». Usa parole misurate, studiate al millimetro, Eligio Paties Montagner, console onorario di Russia per Venezia. Titolare dei Do Forni (uno dei più blasonati ristoranti della città di San Marco, da sempre ritrovo della buona borghesia della città di Marco Polo) nel suo palmares di imprenditore vanta un ricordo particolare: nel 2011, quando aveva 69 anni, il suo locale venne prescelto per sovrintendere alla preparazione del pranzo di Benedetto XVI allora in visita in Laguna.

Prosegui la lettura »