IL CERCHIO SI STRINGE AI CATTOLICI SENZA MARCHIO CONCILIARE

L’EDITORIALE DEL VENERDI

OMBRELA CON CIAVE

di Arai Daniele

Il Signore ha insegnato che l’ultima persecuzione sarà quella dell’inganno dei falsi cristi e dei falsi profeti. E naturalmente l’inganno sarà tanto più ampio e penetrante quanto più potente l’entità a promuoverlo. Se poi in questo senso c`è un’alleanza di poteri religiosi e civili, con tutto l’aspetto della legalità in corso, riconosciuta mondialmente, rimane ben poco spazio per individuare dove sono le falle demolitrici e difendersi.

Prosegui la lettura »

Venerdì della seconda settimana dopo Pasqua

La malafede di Gerusalemme.

Oggi rivolgiamo i nostri sguardi verso Gerusalemme che, quindici giorni fa, risuonava dell’orribile grido: «Tolle, tolle, crucifige eum! via, via, crocifiggilo ». È sempre emozionata dei grandi avvenimenti che si sono svolti tra le sue mura? dura ancora il frastuono suscitato da quella tomba trovata vuota? I nemici del Salvatore sono poi riusciti a tacitare il pubblico, mediante il loro stratagemma? Hanno fatto venire le guardie del Sepolcro, hanno dato loro del danaro per dire, a chi vorrà ascoltarle, che non hanno saputo mantenere la consegna, che si sono lasciati prendere dal sonno e che, durante quel tempo, i discepoli sono venuti furtivamente ed hanno prelevato il corpo del loro Maestro? Nel timore che questi soldati si preoccupino delle conseguenze che potrebbero derivare da una simile infrazione alla disciplina, hanno loro promesso di negoziare, presso i capi, la loro impunità (Mt. 28, 12).

Prosegui la lettura »

Che fine ha fatto il tesoro di Dongo?

Segnalazione Quelsi

TESORO DI DONGO

by Mario Bocchio

Si avvicina il 25 aprile e una delle pagine più dense di mistero rimane quella legata all’oro di Dongo. Che fine ha fatto? Gli interrogativi, come le onde del mare, si sono sempre franti contro la scogliera ruvida del Partito comunista italiano. Cosa è successo 70 anni fa? I più furbi tra i partigiani, intanto, cominciarono a razziare le auto della famosa colonna rimaste incustodite. Ad un certo punto, davanti ai loro occhi allibiti, saltarono fuori le sei famose valigie. Per evitare un saccheggio di più ampie proporzioni, il capo di stato maggiore della 52ª Brigata Garibaldi, capitano “Neri” ordinò di portarle nel municipio di Dongo, dove la partigiana Giuseppina Tuissi, nome di battaglia “Gianna”, fece l’inventario di tutto quel ben di Dio. La “Gianna” era anche la donna del capitano “Neri”.

Prosegui la lettura »

“Motu proprio”: tra suggestioni e statistiche

Scritto e segnalato dall’avv. Pietro Ferrari

MENU

”Vado alla messa in latino perché è più silenziosa, più bella e poi l’atmosfera è più sacra di quella che si respira nelle messe in italiano”. Quante volte abbiamo sentito queste considerazioni? Certo, si dirà che “dipende da come viene celebrata, però a quella ‘in italiano’ le persone prendono la comunione in mano, parlano dai pulpiti e si danno il segno della pace, c’è un’atmosfera ‘meno sacra’, mentre in quella ‘in latino’ stanno tutti in ginocchio”.

Prosegui la lettura »

IMBC: 16 e 17 maggio 2015 pellegrinaggio Osimo ­ Loreto

Segnalazione del Centro studi Federici

OSIMO LORETO PELLEGRINAGGIO

Sabato 16 maggio e domenica 17 maggio 2015: XII edizione del pellegrinaggio a piedi Osimo – Loreto

 

Sabato 16 maggio 2015

ore 14,00 appuntamento a Osimo, al parcheggio della chiesa San Carlo, in Via Molino Mensa, 1 (dal centro storico: direzione Macerata); sistemazione dei bagagli e inquadramento dei pellegrini. Si raccomanda la massima puntualità.

ore 15,00 partenza a piedi; a Osimo venerazione del corpo di San Giuseppe da Copertino; sosta al santuario della B. V. Addolorata di Campocavallo; arrivo a Castelfidardo, distribuzione dei bagagli, sistemazione nelle camere, cena e pernottamento.

Prosegui la lettura »

La Boldrini scambia la Camera per la sede del PCI: “Partigiani padroni di casa”

BANDIERA ROSSA LA TRIONFERA

Commosso saluto della presidente della Camera, Laura Boldrini, ai partigiani presenti nell’Aula della Camera alla celebrazione del 70esimo anniversario della Liberazione. “Esprimiamo gratitudine alle donne e agli uomini della Resistenza anche per il loro impegno per tenere vivo il ricordo e gli ideali che hanno animato la battaglia per la democrazia. Voi, partigiani presenti in quest’Aula – ha aggiunto -, non siete qui come ospiti ma come padroni di casa”.

Prosegui la lettura »

La nuova Via della Seta della Cina verso i Balcani

Segnalazione Redazione Il Faro sul Mondo

VIA DELLA SETA

di Salvo Ardizzone

I Balcani sono a tutt’oggi una regione depressa; i Paesi dell’area sono alla disperata ricerca d’investimenti stranieri che risollevino le economie, diano lavoro a folle di disoccupati e migliorino le infrastrutture, inesistenti o comunque disastrate. Per questo da anni tentano di entrare nella Ue (alcuni ci sono riusciti) e di allacciare rapporti con la Russia per attirare capitali, ma la crisi ne ha inaridito i flussi e sconvolto aspettative e programmi.

In questi anni l’Unione ha mostrato il suo volto di matrigna egoista, occupata com’è nelle sue beghe e dominata da logiche mercantili imposte da Berlino e dagli stati del Nord. L’esempio più lampante è la Grecia: andata in crisi per una gestione dissennata della cosa pubblica, è stata costretta ad adottare politiche suicide che hanno determinato un’autentica emergenza umanitaria, la distruzione dell’economia e l’esplosione del debito pubblico.

L’unico Paese che avrebbe i capitali per investire è la Germania, ma la sua miope concezione economica, basata essenzialmente sull’esportazione e priva di visione politica, trascura mercati che giudica insignificanti per le sue merci e vi investe solo marginalmente.

La Russia, dal canto suo, alcuni investimenti importanti li ha realizzati, soprattutto nel campo energetico, e altri aveva in programma d’intraprendere in un’area a lei tradizionalmente vicina, ma la crisi orchestrata da Washington e da Riyadh che l’attanaglia, col rublo svalutato, le rendite energetiche falcidiate dal crollo del petrolio e le sanzioni che mordono, l’hanno costretta a fermarsi.

Prosegui la lettura »

NOVITA’ Aprile 2015 IL CERCHIO. L’olocausto bianco. King Herod’s return

Segnalazione Edizioni Il Cerchio

Autore: Enrico Pagano,  Edizione: Il Cerchio,  Collana: Gli Archi, pagine 64,  € 8,00. Link diretto per l’acquisto on-line: http://www.ilcerchio.it/l-olocausto-bianco-king-herod-s-return.html

Presentazione del libro:

La soppressione della vita umana nascente e innocente è ormai diffusa e legalizzata in larga parte del mondo.

In Italia è funestamente presente dal 1978 la legge 194

L’opera contesta la dignità di questa legge per la sua semantica mistificatrice, per il totale contrasto con il primo diritto fondamentale dell’essere umano, quello alla vita e, infine, per la integrale violazione del diritto naturale. Si indaga, inoltre, sulle origini, filosofiche e ideologiche di questo “abominevole delitto”, nonchè sulle responsabilità politiche che hanno condotto a un genocidio senza eguali, di cui però è severamente vietato far parola nella nostra “civilissima e progredita” società.

Vengono trattati – in modo agile e semplice – anche i profili etici, giuridici e sociali di questa tragedia. Un dramma che – in barba al millantato diritto all’autodeterminazione della donna – miete sempre due vittime: la mamma, per il resto della sua esoistenza, e il figlio che non vedrà mai la luce.

Prosegui la lettura »

Obama inaugura un bagno gender-neutral alla Casa Bianca

Segnalazione Corrispondenza Romana

GENDER TOILETTE

Da Mercoledì 8 aprile i visitatori e lo staff del presidente Obama avranno la possibilità di utilizzare una toilette di genere neutro. L’amministrazione del presidente americano, attraverso le parole del suo portavoce, Jeff Tiller, ha infatti annunciato l’apertura di un “all-gender restroom” all’interno del complesso della Casa Bianca. Tiller, intervistato dalla CNN, ha sottolineato come, all’interno della Casa Bianca, ognuno sia, già, libero di frequentare il bagno che più si addice alla propria percezione di genere : “La Casa Bianca consente al personale e agli ospiti di utilizzare servizi igienici coerenti con la propria identità di genere, che rispecchia le linee guida legali dell’Amministrazione su tale tema e in linea con quanto richiesto dall’Ordine Esecutivo che è entrato in vigore oggi per gli appaltatori federali“. In questo senso, la toilettegender-neutral rappresenta solamente un ulteriore passo in avanti, una scelta in più, che la tollerante eopen-mind amministrazione americana mette a disposizione dei suoi ospiti sessualmente indecisi, prosegue infatti il portavoce: “Inoltre, un bagno riservato a tutti i generi sarà disponibile anche presso il Eisenhower Executive Office Building, offrendo agli ospiti e al personale un’opzione supplementare“.

Prosegui la lettura »

la statua della prima donna lesbica in Campidoglio

Segnalazione di Corrispondenza Romana

STATUA

Presto la statua di Sally Ride, astronauta, fisico ed educatore, potrebbe trovar posto in Campidoglio, sede del Congresso degli Stati Uniti d’America. Ma prima andrà eliminato un “ostacolo”, un’altra statua per la precisione: quella di Padre Junipero Serra, sacerdote cattolico del XVIII secolo, qui collocato dal 1931.

Padre Serra fu colui che portò le missioni in queste terre per evangelizzare ed è colui che a settembre verrà canonizzato a Washington da papa Francesco. Eppure, nel salone delle statue dell’importante istituzione, non v’è posto per entrambe. O il sacerdote o l’astronauta. E pare proprio che a spuntarla sia la seconda.

Prosegui la lettura »