Gli psichiatri Usa sdoganano la pedofilia, da malattia a “orientamento”

di Giulio Meotti Foglio Quotidiano

bimba

La stampa conservatrice parla già di “mainstreaming della pedofilia”, della sua definitiva normalizzazione. I liberal più militanti esultano per la “destigmatizzazione della pedofilia”. E’ successo che l’Associazione degli psichiatri americani, una delle più importanti associazioni scientifiche del mondo, ha modificato nel suo ultimo manuale la linea sulla pedofilia: non più “disordine” ma “orientamento” come gli altri. In sostanza, le “attenzioni” degli adulti nei confronti dei bambini non sono più considerate un “disturbo”. La decisione è stata subito denunciata dall’Associazione della famiglia americana e va a completare un ciclo di ripensamenti della pedofilia cominciato negli anni Cinquanta.

Prosegui la lettura »

L’estrema destra fa rinascere l’Msi

MSI

«Ci sono vasti ambienti su posizioni nazionalistiche e patriottiche che non si riconoscono nel progetto politico di Salvini – spiega Roberto Fiore, leader e fondatore di Forza Nuova – Il suo è un programma liberale, con la flat tax al 15% per tutti, pieno di contraddizioni. Anche sui diritti sociali non si riescono a capire le idee del segretario della Lega: da una parte è tra i fautori per i diritti sociali alle coppie di fatto, dall’altro è contro l’ideologia gender». Bocciato senza appello Salvini «è inaffidabile, in Veneto governa con Ncd, vuole espandersi al Sud ma annuncia un referendum per far diventare la Lombardia una regione a statuto speciale», Fiore mira a creare un nuovo movimento: «Stiamo lavorando per raccogliere quegli ambienti di destra che non si riconoscono nella Lega. L’assenza dei romani in piazza del Popolo è stata evidente, non puoi dire certi slogan per 25 anni ed essere credibile. A breve nascerà un soggetto politico dall’alleanza tra Forza Nuova e sezioni del Msi, come quella di Prati di Alfredo Iorio. Entro un mese ci sarà la prima importante iniziativa che faremo insieme».

Prosegui la lettura »

Belgio, il regno dell¹eutanasia

Segnalazione del Centro Studi Federici

Belgio, un anno fa la legge sull’eutanasia ai bambini. «Ora tocca ai dementi. Tutta la società è in pericolo»

EUTANASIA

Intervista a Carine Brochier (Istituto europeo bioetica): «Anche chi non è in grado di intendere e volere sarà ucciso. Ormai se da malato non richiedi l’eutanasia, devi sentirti in colpa»

«I cittadini del Belgio devono capire che l’eutanasia non riguarda più un singolo individuo che vuole farsi uccidere: ormai tutta la società è in pericolo». È passato un anno da quando, il 28 febbraio 2014, il Parlamento belga ha approvato l’estensione ai bambini della legge sull’eutanasia del 2002. Il provvedimento che il re Filippo ha controfirmato il 2 marzo è il primo al mondo a permettere l’uccisione di minori senza limiti di età. Dodici mesi dopo, pochi giorni fa, un gruppo di parlamentari ha lanciato un nuovo dibattito: «Estendiamo l’eutanasia anche ai dementi». Carine Brochier, tra i direttori dell’Istituto di bioetica europeo, che ha appena realizzato un dossier sulla “buona morte” in Belgio, lancia l’allarme a tempi.it: «Ormai, se ci si ammala, ci si sente in colpa a non chiedere l’eutanasia».

Prosegui la lettura »

Capire la Russia

Segnalazione di Federico Prati

 

PUTIN

 

Quali sono le “radici” della prassi politica di Vladimir Putin? Come si sviluppa il dibattito politico in Russia? Lo abbiamo chiesto a un giovane studioso del pensiero politico russo contemporaneo, Paolo Borgognone. Autore di un grosso volume, pubblicato dall’Editrice Zambon: Capire la Russia (pagg. 680, € 25,00).

Prosegui la lettura »

“Il linguaggio che rispetta i generi”. L’ultima invenzione del dipartimento per le pari opportunità

Segnalazione Quelsi

donna

by Riccardo Ghezzi

Non c’è il Ministro delle Pari Opportunità, come ha ricordato Mara Carfagna a Maria Elena Boschi, ma il governo Renzi tenta di recuperare terreno sulla parità di genere. Spetta all’onorevole Giovanna Martelli, consigliere del Presidente del Consiglio per le pari opportunità, fare le veci della carica vacante. E le idee, a quanto pare, non mancano. Recentemente è stato annunciato in pompa magna sul sito pariopportunita.gov.it l’ultimo passo importante “per contrastare il fenomeno della violenza sulle donne”: la promozione del linguaggio di genere. Ne è convinta la stessa Martelli, la prima ad annunciare che “Il linguaggio rispecchia la cultura di una società e ne influenza i comportamenti, educare e sensibilizzare a una comunicazione e informazione rispettosa e priva di stereotipi e visioni degradanti del femminile fa parte della rivoluzione culturale che è necessaria per la lotta alla violenza sulle donne”.

Prosegui la lettura »

La campagna di “Repubblica” in favore dell’ eutanasia

Segnalazione di Corrispondenza Romana

REPUBBLICA

di Tommaso Scandroglio

Di recente “Repubblica” ha indetto una campagna mediatica a favore dell’eutanasia. Ha iniziato con un articoloconfessione di un caposala di una settimana fa, poi ha continuato con una lectio di Umberto Veronesi ed infine con una lettera di Corrado Augias in risposta ad un lettore.

Ci soffermiamo sul primo pezzo, perché è un vademecum paradigmatico della propaganda a favore della cosiddetta «dolce morte». «Come possiamo definirla? “Eutanasia silenziosa”. Per noi è un fatto di tutti i giorni. Lo affrontiamo con grande difficoltà, ma sicuri di fare sempre la cosa più giusta», esordisce il caposala Michele (nome di fantasia) dell’ospedale di Careggi di Firenze, molto probabilmente impiegato nel reparto di rianimazione. Ecco un primo ingrediente della strategia mortifera pro-eutanasia: far credere che questa pratica sia diffusa, roba di tutti i giorni (lo ribadisce anche Veronesi nel suo articolo).

Prosegui la lettura »

Su Battisti ci evitino le solite morali di sinistra

Segnalazione Quelsi

BATTISTI

by Mario Bocchio

È vero, soprattutto la destra lo aspetta a braccia aperte, come ha prontamente fatto sapere Giorgia Meloni. Perché Cesare Battisti, 60 anni, è stato condannato in contumacia a due ergastoli e a diversi anni di carcere con sentenze passate in giudicato per concorso in quattro omicidi compiuti durante i cosiddetti anni di piombo. Rifugiatosi in Brasile dove venne arrestato nel 2007 a Rio de Janeiro, il terrorista dei Proletari Armati per il Comunismo era stato definitivamente sottratto alla giustizia italiana dall’allora presidente brasiliano, l’ex-sindacalista e socialista Luiz Inácio Lula da Silva che il 31 dicembre 2010 aveva pubblicamente annunciato il proprio rifiuto all’estradizione di Battisti in Italia concedendogli lo status di rifugiato politico.

Prosegui la lettura »

50 italiani combattono per l’ISIS

Segnalazione Quelsi

 

ITALIAIANI ISIS 1

 

 

by Franco Iacch

 

Il comandante supremo delle forze armate americane in Medio Oriente ha difeso la strategia di guerra dell’amministrazione Obama, dichiarando alla Camera che lo Stato islamico sarà sconfitto senza l’invio di truppe statunitensi. Il gruppo estremista islamico – ha affermato il generale Lloyd Austin – sta già perdendo la capacità di governare e mantenere il territorio in Iraq ed Siria dopo sette mesi di attacchi aerei effettuati dagli Stati Uniti e dalla coalizione. La coalizione militare guidata dagli Stati Uniti in Iraq ha eliminato più di 8500 estremisti dallo scorso mese di agosto, inizio dei bombardamenti aerei. Riusciremo a sradicare l’Isis – ha aggiunto Austin – con l’approccio scelto. Diversi mesi fa, lo Stato islamico poteva muoversi liberamente a bordo di quei lunghi convogli che sventolavano la bandiera nera. Oggi – ha precisato Austin – questo è quasi impossibile a causa dei nostri aerei che li polverizzerebbero senza pensarci due volte. Ma i veri nemici dell’Isis – ha concluso il comandante supremo delle forze armate americane in Medio Oriente – sono la capacità di governare e di tenere unito il territorio.

Prosegui la lettura »

Rabbino olandese: ” Gli ebrei trassero profitto dalla schiavitù .

Segnalazione di Federico Prati

KIPPAH

5000 schiavi vivevano in 40 piantagioni appartenenti ad ebrei nella Guiana olandese

Un rabbino olandese sta per pubblicare un libro che ricorda il coinvolgimento di ebrei olandesi e dei loro antenati nel commercio degli schiavi.

Prosegui la lettura »

Soldati israeliani aizzano cani contro un ragazzo palestinese di 16 anni

Segnalazione di Federico Prati

SOLDATI ISRAELIANI

Un video, condiviso su Facebook da Michael Ben Ari, un ex parlamentare israeliano di destra, mostra dei soldati israeliani che aizzano due cani contro un ragazzo palestinese di 16 anni. Il video è stato girato a dicembre del 2014, dieci chilometri a nord di Hebron. Nel video si sente un soldato dire: “Chi è il codardo? Chi?”. Un altro uomo ordina al cane di scagliarsi contro il ragazzo. Michael Ben Ari ha condiviso il video su Facebook commentando: “I soldati hanno dato una lezione a questo piccolo terrorista”. Il ragazzo vittima dell’aggressione si chiama Hamzeh Abu Hashem ed è stato arrestato vicino a Beit Umar il 23 dicembre perché tirava pietre. È stato condannato a sei mesi di carcere e a pagare una multa di mille dollari. Il padre del ragazzo ha raccontato che per l’aggressione, il ragazzo è stato ricoverato all’ospedale, prima di essere incarcerato. Il ministro della difesa israeliano ha chiesto all’ esercito di aprire un’inchiesta sulla vicenda.

Prosegui la lettura »