DERISIONE E INELUTTABILITÀ DEGLI ORACOLI SULL’ORA PRESENTE

bruegel_blinden

L’EDITORIALE DEL VENERDI

di Arai Daniele

Molti sono rimasti impressionati dalle parole dell’esorcista Padre Amorth al Rv. Gruner, morto non molto dopo, lasciando una «lettera testamento» sull’ora presente. Vediamo. -Scrive un lettore: “girano ultimamente in internet, a seguito della morte di P. Nicolas Gruner di Fatima Tv, notizie circa il fatto che lo stesso abbia scritto in data 12/3 u.s. una lettera ai propri fedeli e amici dal contenuto a dir poco apocalittico! Ovviamente la prudenza vorrebbe non dare seguito a certe notizie se non in presenza di fonti certe… e pertanto non avendo nessun tipo di fonte “certa”, ricorro a voi nella speranza di ricevere una conferma o una smentita appunto …!!! la lettera in questione è del seguente tenore:

“IMPORTANTE Notizia -Padre Nicholas Gruner, è morto improvvisamente il 29 aprile 2015… Ha trascorso 38 anni della sua vita di sacerdote… ha sempre tenuto in grande considerazione i messaggi della S. Vergine a Fatima, specialmente la terza parte del messaggio di Fatima e la consacrazione della Russia al Cuore Immacolato di Maria. Segue l’ultima lettera inviata da P. Nicholas Gruner poco prima di morire ai suoi fedeli.

LA PUNIZIONE è alle porte! “Giovedi, 12 Marzo, 2015. Festa di San Gregorio Magno

  • Cari amici, Io vengo da Roma, dove mi sono recato per assistere alla elezione dei nuovi cardinali nel mese di febbraio. Ma mentre ero lì, qualcosa di inaspettato – qualcosa che ha scosso la mia anima! – C’è qualcosa che non mi aspettavo! Ho parlato con padre Gabriele Amorth, il più famoso esorcista del mondo. Le sue parole mi scossero come poche cose non hanno mai fatto prima! Padre Amorth mi ha detto che rimane pochissimo tempo per la realizzazione delle catastrofi tremende predette dalla Madonna di Fatima, QUANTO TEMPO? Meno di 8 mesi! Padre Gabriele Amorth ha detto che se non viene effettuata la consacrazione della Russia – come ha chiesto la Madonna! – Alla fine di ottobre 2015, le oscure profezie di Fatima potrebbero accadere presto!
  • Perché Padre Gabriel Amorth l’ha detto? Affinché l’Apostolato della Madonna possa far sentire la sua voce come mai prima e possa essere gridato il Messaggio di Fatima, sui tetti! E per fare questo, dobbiamo stare insieme. Dobbiamo mobilitare tutte le nostre risorse, tutte le nostre forze, e risvegliare il mondo dal sonnambulismo che conduce alla perdizione! Non esiste il caso: Tutto è Provvidenza! Amorth ha 85 anni,ed è ancora l’esorcista capo di Roma. Ha diretto decine di migliaia di esorcismi e scrisse diversi libri sull’argomento. E’ il successore di Padre Candido, il suo famoso santo predecessore ed egli  stesso aveva doni spirituali speciali. Padre Amorth sa che siamo nella battaglia finale con Satana e il tempo è breve. Ho incontrato e parlato con Padre Amorth molte volte nel corso degli anni. Questa è la prima volta in cui si è espresso in un linguaggio semplice e chiaro nell’ affermare che il tempo che rimane è pochissimo per la punizione di tutto il mondo Nel suo amore misericordioso, nostro Signore ha dato alla nostra generazione molte possibilità di allontanarsi dal male e la menzogna, PRIMA della punizione, Nostro Signore ci ha sempre avvertito attraverso i profeti. Nel deserto spirituale del nostro tempo, il nostro Signore ci ha donato – PIU ‘ATTENZIONE PER AVVISARCI – Qualcuno addirittura superiore nella gerarchia del Cielo: Giovanni Battista! Qual è l’importanza del Messaggio di Fatima? Riflettendo sui fatti tremendi che stanno accadendo nel mondo si comprende facilmente il Messaggio che  la Madre di Nostro Signore Gesù Cristo, ci ha detto a Fatima! Nostro Signore ha inviato Sua Madre a noi per avvisarci in tempo e salvarci dalla catastrofe; ma Lui è contento di come il suo messaggio è stato ricevuto dalla Sua Chiesa? dai suoi ministri? Immaginate come vi sentireste se la vostra madre è stata  disonorata, disprezzata e anche insultata!!!
  • L’ira del Signore è in crescita!!! le parole della Madonna sono state ignorate e il castigo è sempre più vicino e sarà terribile al di là di tutto ciò che non si può immaginare! In realtà, i dirigenti della Chiesa, non riuscendo a obbedire alla Madonna e consacrare la Russia al suo Cuore Immacolato, stanno mettendo  il mondo – e miliardi di anime! – In pericolo! DOBBIAMO avvertire il mondo! Le parole di padre Amorth dovrebbero risuonare nei nostri cuori. Dobbiamo agire ora. Il tempo è breve! Vostro in Gesù, Maria e Giuseppe, Padre Nicholas Gruner Centro di Fatima ” *

Prosegui la lettura »

Una lettera ai Sacerdoti ancora attuale

sacerdote tradizionale

Riceviamo da un nostro affezionato lettore e pubblichiamo con piacere questo scritto di un amico di Padre Pio, Enrico Medi, che riteniamo di profonda attualità per i suoi contenuti. Forse questo “manifesto” sarebbe da affiggere in ogni Sacrestia.

Sacerdoti,

io non sono un Prete e non sono mai stato degno neppure di fare il chierichetto. Sappiate che mi sono sempre chiesto come fate voi a vivere dopo aver detto Messa. Ogni giorno avete DIO tra le vostre mani. Come diceva il gran re San Luigi di Francia, avete «nelle vostre mani il re dei Cieli, ai vostri piedi il re della terra». Ogni giorno avete una potenza che Michele Arcangelo non ha. Con le vostre parole trasformate la sostanza di un pezzo di pane in quella del Corpo di Gesù Cristo in persona. VOI OBBLIGATE DIO A SCENDERE IN TERRA! SIETE GRANDI! SIETE CREATURE IMMENSE! LE PIU’ POTENTI CHE POSSANO ESISTERE. Chi dice che avete energie angeliche, in un certo senso, si può dire che sbaglia per difetto.  Sacerdoti, vi scongiuriamo: SIATE SANTI! Se siete santi voi, noi siamo salvi. Se non siete santi voi, noi siamo perduti!  Sacerdoti, noi vi vogliamo ai piedi dell’Altare.

Prosegui la lettura »

La scienza conferma: discendiamo da Adamo ed Eva

Tutta l’umanità discende da una sola coppia (monogenismo), non da un gruppo di progenitori (poligenismo)

NO SIMMIA

di Umberto Fasol

Le ricerche scientifiche sull’origine dell’uomo aggiungono di continuo nuovi dati e nuove riflessioni che ci aiutano a dare una risposta sempre più plausibile al grande interrogativo: da dove veniamo? Sappiamo che quello della Bibbia è il racconto teologico della storia dell’umanità, che utilizza un linguaggio e un metodo che le sono specifici, che si preoccupano di dire la verità esistenziale, quella che serve a dare un senso alle cose e alla vita. Il racconto teologico non indica coordinate temporali o spaziali perché non gli interessano.

Prosegui la lettura »

Due delle più grandi potenze economiche del mondo sono sull’orlo di un conflitto militare

BANDIERA CINESE

Segnalazione di Federico Prati

Washington pretende da Pechino lo stop alla costruzione di isole artificiali e sta inviando aerei spia nel Mar Cinese Meridionale. La Cina non vuole cedere alle pressioni e deve prepararsi ad un confronto, riporta il giornale “Global Times”, pubblicato dall’organo principale del Comitato centrale del Partito Comunista Cinese (PCC), il “Quotidiano del Popolo”.

  Prosegui la lettura »

IL VANGELO DELLA FEDELTÀ CONIUGALE di Rainer Beckmann (Edizioni Solfanelli)

CONIUGALE

 

Segnalazione Edizioni Amicizia Cristiana

 Rainer Beckmann

IL VANGELO DELLA FEDELTÀ CONIUGALE

Edizioni Solfanelli

Si possono concedere i sacramenti ai “divorziati risposati”?

Rainer Beckmann è divorziato con rito civile ma non risposato. Vive secondo l’insegnamento della Chiesa cattolica in materia di indissolubilità del matrimonio.

Dalla sua analisi del volume del “Card.” Walter Kasper, Il Vangelo della famiglia (2014), Beckmann trae la conclusione che quel testo è privo di sostanza argomentativa:

 «Il Card. Kasper non dice neanche una parola che spieghi per quale motivo i divorziati risposati dovrebbero poter ricevere il Sacramento della Penitenza, benché manchino di convertirsi. Pur mentre ribadisce l’indissolubilità del matrimonio, il Cardinale vorrebbe che, in pratica, ai divorziati risposati fosse accordato esattamente lo stesso trattamento riservato ai coniugi rimasti fedeli. Le due cose sono incompatibili. L’argomentazione del Cardinale contiene in sé una profonda contraddizione.»

Prosegui la lettura »

Migranti, l’Ue scarica ancora una volta l’Italia

di Salvo Ardizzone

Dopo infinite mediazioni e compromessi al ribasso, i Commissari europei hanno definito il testo della proposta di legge relativa ai migranti da sottoporre al Parlamento europeo.

In seguito al voltafaccia di Francia e Spagna, che ancora una volta con cieco egoismo hanno rotto il fronte dei Paesi mediterranei, non si parla più di quote ma di “ricollocamento” dei richiedenti asilo; il provvedimento prevede il trasferimento di 40mila soggetti complessivi da Italia (24mila) e Grecia (16mila) nell’arco di due anni fra coloro che sono arrivati o arriveranno da Siria ed Eritrea, praticamente un’inezia a fronte della situazione. E non è neanche detto che anche così il testo sia approvato, vista l’opposizione di molti Paesi; per l’esito si dovrà attendere il Consiglio dei Ministri degli Interni del 15 giugno e quello dei Capi di Stato e di Governo del 25.

Dei disgraziati in fuga da altri Paesi nulla è detto, come pure dei migranti “economici” in fuga dalla miseria, che costituiscono la gran massa dei disperati che s’affollano sui barconi: arriveranno e sarà l’Italia a dover provvedere. Per sovrappiù, funzionari europei dell’Easo, di Frontex e dell’Europol praticamente commissarieranno le procedure di accoglienza, per vigilare che i migranti vengano tutti identificati impedendo che dall’Italia possano spostarsi in altri Paesi.

Prosegui la lettura »

Perché lo Stato Islamico sta vincendo

copti-isis

di Daniel Lazare

www.informationclearinghouse.info

Non stanno passando un bel Maggio il Presidente Barack Obama e il suo staff di politica estera. La presa di Ramadi (Iraq) del 15 maggio scorso da parte dello Stato Islamico, è stato per i militari Statunitensi uno dei momenti più imbarazzanti dai tempi del Vietnam; ma la caduta di Palmira in Sira, giunta solo cinque giorni dopo, lo e’ stata ancora di più. Questa è un’amministrazione che fino a poco fa sosteneva di aver finalmente ‘piegato lo Stato Islamico’.

Prosegui la lettura »

Tra Isis e immigrazione

ISIS

Segnalazione di Federico Prati

Nel Mediterraneo si stanno disegnando scenari di guerra. A dirlo è stato l’ammiraglio Giuseppe De Giorgi, capo di stato maggiore della Marina militare italiana, nella sua audizione presso il comitato Schengen sui flussi migratori.

La previsione, riportata dal sito publicpolicy.it, è tremenda: “Stanno tornando forme convenzionali di guerra marittima, come si vede dagli investimenti fatti dalle Nazioni in giro per il mondo. Ad esempio nel Mediterraneo abbiamo navi indiane e cinesi e la Russia ha ripreso a posizionare i propri sommergibili nel Mediterraneo e nel Mar del Nord. Questo impone la ripresa dell’addestramento”, ha spiegato De Giorgi auspicando l’unione delle forze, militari ed economiche, di tutti i paesi membri dell’Unione europea. Di fronte alla minaccia dell’integralismo islamico dell’Isis che da mesi sta tentando di conquistare terreno in Libia e nel Nord Africa (intanto l’Ue, per bocca della Mogherini, ha escluso l’ipotesi di intervento militare via terra), unita alla pressione dei migranti che a centinaia arrivano in Sicilia ogni settimana a rischio della propria vita (3.1419 morti nel 2014), servirebbe insomma una risposta congiunta. “Sono ottimista per la costituzione di un gruppo navale europeo e mi auguro sia a guida italiana”, si sbilancia l’ammiraglio De Giorgi, secondo cui però le operazioni di soccorso dei barconi oggi avvengono in un “clima quasi bellico” o comunque di “uso della forza imminente e immanente”.

Prosegui la lettura »

Operazione Balltops,venti di guerra in Europa: l’esercitazione-monstre degli Stati Uniti in Svezia

USRAELE

Segnalazione di Federico Prati

(contro la Russia)

Venti di guerra soffiano sull’Europa, teatro di una sorta di nuova guerra fredda che vede contrapposti sempre Russia e Stati Uniti, con Mosca che mostra i muscoli al Vecchio Continente, rispondendo alle esercitazioni a stelle e strisce mobilitando aerei da combattimento e soldati pronti “a rispondere a ogni eventuale attacco”, dice il Cremlino. Uno scenario da incubo, ricostruito nel dettaglio dal Corriere della Sera, che spiega come Washington sia pronta a schierare gli intramontabili Buff, i bombardieri strategici B-52, usati dal Vietnam al conflitto (strisciante) coi sovietici, dalla battaglia a Saddam Hussein e fino alla caccia a Osama Bin Laden. E ora, i B-52, arrivano in Europa per dare un segnale chiaro, molto chiaro, a Vladimir Putin.

Prosegui la lettura »

Vicenza: Borgo Berga, Cantone indaga. E la Procura?

L’Autorità Anticorruzione mette in imbarazzo il Comune berico. La magistratura locale che fa?

 

VICENZA X

 

L’Anac, l’Autorità Nazionale Anti Corruzione presieduta da Raffaele Cantone ha acceso i riflettori sulla chiacchieratissima lottizzazione in zona Cotorossi a Vicenza, ancora da ultimare per vero, dove è nato il nuovo palazzo di giustizia e dove sta nascendo una nuova cittadella, Borgo Berga, frutto di un accordo completato tra il 2003 e il 2004 tra la municipalità berica e una spa all’epoca riferibile alla famiglia Berlusconi, e oggi capitanata da Maltauro e Gruppo Gavio (Sviluppo Cotorossi Spa). L’authority parla di «probabile sottostima dei vantaggi del privato e degli oneri comunali e mancata gara per la realizzazione delle opere di urbanizzazione». E ancora: «viene contestato il fatto che si sia proceduto alla realizzazione diretta delle opere di urbanizzazione a scomputo senza ricorrere a un procedimento di gara di pubblica evidenza, rilevando che gli importi erano superiori alla soglia comunitaria di Cinque milioni». L’Anac parla addirittura di «affidamento delle opere a scomputo, si legge, in assenza di procedure di evidenza pubblica» il che non parrebbe «conforme con le disposizioni da assumere quale riferimento in relazione al caso specifico».

Prosegui la lettura »