VERGOGNA NELLA VERGOGNA: UN’ALIENAZIONE SCIAGURATA

L’EDITORIALE DEL VENERDI

BERGOGLIO CON IMAM

di Arai Daniele

Dal Portogallo qualche notizia sul terribile naufragio di domenica nel Mediterraneo.

La prima nave ad arrivare sul luogo della carretta che aveva diffuso messaggio di pericolo era un cargo che batteva bandiera portoghese, e proprio il suo arrivo può avere provocato la tragedia secondo due ipotesi indicate dai superstiti. La prima che l’ondulazione del mare causata dall’avvicinamento della nave grossa alla più piccola l’abbia fatto rovesciare. La seconda che sia stato lo spostamento in blocco dei suoi occupanti attratti dall’avvicinamento della nave soccorritrice. Lo dicono i sopravvissuti arrivati nella serata di lunedì a Catania, in Sicilia, ammettendo che il naufragio di Domenica nel Mediterraneo potrebbe essere stato causato dal cargo battente bandiera mercantile portoghese venuto in suo aiuto. Le informazioni sono state fornite alla televisione statunitense CNN da Carlotta Assami, alta portavoce del Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati. “Quando furono vicini, le due barche – piccole e grandi – scioccarono. La nave è la ‘King Jacob’, un cargo con quasi 10 tonnellate di carico. La bandiera era portoghese, perché il cargo è registrato a Madeira. All’arrivo sul posto, il suo comandante Mark Clark, indica che “il cargo era a velocità molto bassa quando avvicinava la zona e non poteva aver causato grandi onde”… e ha salvato 22 delle 900 vittime.

  Prosegui la lettura »

Utile compendio per evitare la maldicenza e i giudizi temerari

san francesco di sales

Il Dottore della Chiesa e maestro di Teologìa Morale, nonché protettore dei giornalisti, San Francesco di Sales affronta in “Filotea” (Cap. XXVIII) proprio la questione circa ‘i giudizi temerari’ e (Cap. XXIX ) e ‘la maldicenza’:

“Concludere da un’azione mal fatta la condanna della persona è un giudizio temerario … non è permesso dubitare o sospettare se non proprio quando rigorosamente non se ne può fare a meno … La maldicenza è un vero omicidio, perché sono tre le nostre vite: la vita spirituale, corporale, civile … il maldicente con un sol colpo compie tre delitti: uccide spiritualmente se stesso, l’anima di chi ascolta e la vita civile a colui del quale sparla … non potremo mai dire che un uomo è cattivo, senza pericolo di mentire … si possono biasimare i vizi altrui anzi è necessario, quando lo esige il bene di chi ascolta … poi è necessario che io sia ponderato ed esatto nelle parole … ti concedo di parlare liberamente soltanto dei peccatori infami, pubblici ma sempre con spirito di carità e compassione, mai con arroganza … faccio eccezione per i nemici dichiarati di Dio e della Chiesa; quelli vanno screditati il più possibile: ad esempio le sette eretiche … E’ carità gridare al lupo quando si nasconde tra le pecore, non importa dove.”

Prosegui la lettura »

Il centenario del genocidio armeno

Segnalazione del Centro Studi Federici

genocidio_armeno

I “giovani turchi”, la massoneria, gli armeni. Le ragioni dell’odio

Il genocidio armeno — un milione di donne, uomini, anziani, bimbi — ha motivazioni profonde e terribili. L’origine del “grande male”, come gli armeni chiamano il disastro del 1915 ha radici e motivi storicamente chiari ma, per tanti motivi, misconosciuti. Dimenticati. Rimossi.

Per cercare di capire le ragioni di questa terribile “pulizia etnica” dobbiamo tornare alla fine dell’Ottocento. Sul Bosforo. Negli ultimi caotici decenni dell’impero ottomano, il “grande malato d’Oriente”.

Prosegui la lettura »

Roma: Crisi, indebitamento, debito: La Soluzione

.facebook_1429864435220

PDF “Chiesa viva” 482, maggio 2015

Segnalazione dell’Ing. Franco Adessa

 

Chiesa viva 482 M

 

 

Chiesa viva 482 M_Pagina_01

 

Prosegui la lettura »

25, 28, 29 Aprile e 1 Maggio: iniziative e preghiere

di Redazione

VOLANTINO PASQUE VERONESI_Pagina_1 VOLANTINO PASQUE VERONESI_Pagina_2

Stasera alle ore 19.00 nel consueto appuntamento settimanale su www.radiofn.eu il nostro Responsabile Nazionale Matteo Castagna parlerà delle “Stragi partigiane tra il 1943 ed il 1946″ in vista della ricorrenza di domani, 25 Aprile, che per la vulgata è Festa Nazionale. In realtà, il 25 Aprile è anticamente e tutt’ora la grande festa di San Marco Evangelista, non solo per le terre che furono gloriamente parte della Seremissima, ove il Grande Santo veniva celebrato con processioni, celebrazioni liturgiche e commemorazioni civili, ma per tutta la Chiesa Universale. Domani, con lo spirito antigiacobino che contraddistingue il vero Cattolico, il Comitato per la celebrazione delle Pasque Veronesi organizzerà una Santa Messa tradizionale alle ore 10.30 presso la chiesa di Sant’Antonio di Villa Bertoldi a Settimo di Pescantina (VR) alla presenza di militi in divisa d’epoca, che successivamente commemoreranno con spari a salve gli Insorgenti delle Pasque Veronesi, che diedero la loro vita per la Religione Cattolica e per la loro Patria contro l’invasore napoleonico. Alle celebrazioni parteciperà una delegazione del nostro Circolo “Christus Rex”, che invita tutti ad intervenire. Sempre domani, 25 Aprile, un’altra delegazione del nostro Circolo “Christus Rex” parteciperà alla “Giornata di cultura Radiospadista” su invito di Radio Spada, con un proprio banchetto promozionale, contenente testi di buona stampa cattolica e le nuove magliette vandeane. Alla conferenza sull’ “Eutanasia della Christianitas” sarà tra i relatori il nostro Responsabile Nazionale Matteo Castagna, in un frizzante “tandem” con Piergiorgio Seveso, che sarà religiosamente e politicamente “scorrettissimo”… Ma non finisce qui. Il 28 aprile alle ore 19.00 presso “Il Poggio” in Via della Croce 46 a Castelmino di Resana (TV) su invito di Continuità Ideale fed. di Treviso, il Prof. Antonio Diano del Direttivo di “Christus Rex” guiderà il Santo Rosario in suffragio dell’anima di Benito Mussolini, nella ricorrenza del giorno del suo assassinio. Da segnalare, la ricorrenza del 40esimo della morte di Sergio Ramelli, giovane aderente al MSI trucidato a sprangate da un commando di comunisti, che il 29 Aprile alle 20.30 sarà ricordata a Milano, ove chiunque potrà partecipare. Sempre su invito di Continuità Ideale fed. di Treviso “Christus Rex” parteciperà, il 1 Maggio, alla commemorazione dell’eccidio partigiano di Susegana (TV) con ritrovo alle 10 al cimitero, alle 10.30 visita al cippo e successiva preghiera di suffragio.

Prosegui la lettura »

Volo 9525 Germanwings: la Russia conferma il laser Hellads

tethered_intercept725

L’aereo della Germanwings schiantatosi il 24 marzo sulle Alpi francesi (volo 9525) non è stato “dirottato dal co-pilota suicida”, come raccontato dalle fonti ufficiali e quindi dai media, né abbattuto da jet francesi nel timore di un attacco kamikaze contro grandi città.

Secondo un rapporto del ministero della difesa di Mosca, ripreso da “ReteNews24”, il velivolo è esploso in volo, prima ancora di finire contro le montagne. In pratica, un replay del caso Ustica.

Prosegui la lettura »

Da “clandestini” a “profughi”. Cambia il linguaggio, non tornano i numeri

Segnalazione Quelsi

INVASORI2

by Pietro Torri

All’inizio erano “immigrati clandestini”. Venivano prevalentemente dall’Albania o dagli ex paesi del blocco comunista e attraversano il canale d’Otranto su gommoni e vecchi pescherecci. Ad un certo punto cominciarono a diventare troppi ed il primo governo Prodi corse ai ripari. Si fecero accordi con l’Albania per il pattugliamento sotto costa, si distrussero i gommoni nelle basi di partenza e si pattugliò il canale d’Otranto con le navi da guerra, nome dell’operazione “Bandiera bianca”, arrivando all’affondamento di una ex motovedetta usata dagli scafisti, che causò oltre un centinaio di morti, e il fenomeno degli scafisti albanesi cessò.

Prosegui la lettura »

Il tentato sciopero agli Uffizi contro il mercato elettronico dei pagamenti

Segnalazione Quelsi

UFFIZZI

by Giuseppe Mele

La vicenda dell’accordo in extremis che ha scongiurato lo sciopero dei lavo­ra­tori degli Uffizi nel periodo pasquale, di massima affluenza turistica è emblematico del’intreccio irrisolto tra istituti diversi: concorrenza, efficacia, gestione delle gare e degli appalti, Autorità Garante, mercato dei beni e servizi per la Pubblica Amministrazione e mercato unico elettronico di Consip, gestore degli acquisti Pa. Per comprendere tale intreccio bisogna precisarne bene i fatti e gli attori.

Prosegui la lettura »

Reati e gestione flussi immigrati: i militari nelle nostre città non servono

Segnalazione Quelsi

SERVO

by Rinaldo Michelini

Continuano a scorrere le immagini di quel mare e quelle persone che rischiano ogni giorno di essere risucchiate dalle onde e come un’inutile litania proseguono i mea culpa di quella politica che ancora non ha scelto, o forse non vuole scegliere, di gestire quella che di fatto è diventata una tragica invasione. E’ colpevole la miopia istituzionale di questo paese che non è stata in grado di fronteggiare un problema che da tempo mette a repentaglio la sicurezza delle nostre città. Con un’immigrazione che raggiunge cifre milionarie in continua e costante crescita lo Stato non riesce, o forse non vuole, inasprire fattivamente il livello di punizione e di contenimento di quei cittadini, italiani, stranieri (regolari o no poco importa) che continuano a deturpare l’incolumità delle nostre aree urbane.

Prosegui la lettura »