EFFEDIEFFE: “I bugiardi della Shoah”

Segnalazione di Redazione Effedieffe

SHOAQuando la “Memoria” fa cilecca…

Nel corso degli ultimi 50 anni, nelle nostre società occidentali la shoah si è trasformata in un soggetto completamente tabù e sacralizzato, un avvenimento che occupa sempre maggior spazio nella misura in cui si allontana nel tempo. Sottratta di mano agli storici onesti – che rischiavano di “banalizzarla” (crimine supremo) – la shoah, anno dopo anno, ha abbandonato il campo del razionale e della critica scientifica per entrare a pieno titolo in quello del “Mistero” — per non dire della “Religione”.

In tali circostanze, ed in particolar modo a partire dagli anni ’60, non sorprende affatto che un buon numero di approfittatori – metà truffatori, metà pazzi – abbiano sfruttato a loro vantaggio un filone che a buon titolo considerarono “promettente”, arrivando a calarsi in vite che non appartenevano loro, inventando deportazioni immaginarie e raccontando bugie, fantasie ed esagerazioni al mondo intero. Al posto dell’indifferenza e dello scherno, questi personaggi ottennero quello in cui più speravano: la riconoscenza mediatica e sociale, che andava di pari passo con il denaro.

Il libro della Kling, scritto con dissacrante ironia, vi relazionerà su un certo numero di tali inganni, ora assolutamente accertati. I protagonisti di questa grottesca galleria sono i bugiardi della shoah, gli incantatori dell’Olocausto, ovvero quei mitomani interessati che hanno visto la loro menzogna diffondersi globalmente a scapito di molti che forse avrebbero preferito che un velo di oblio ricoprisse questi avvenimenti.

Fonte: http://www.effedieffeshop.com/product.php~idx~~~1841~~Bugiardi+della+Shoah+%28I%29~.html?utm_source=MailingList&utm_medium=email&utm_campaign=Bugiardi_lancio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *