Nefasti presagi in vista della “santificazione” di Wojtyla e Roncalli

di Redazione

Tra due giorni, due “antipapi” (l’emerito Ratzinger e il presidente Bergoglio) eleveranno agli onori degli altari della “Religione Conciliare” altri due “antipapi”: Roncalli e Woityla. Rumors vaticani parlano già di una successiva “santificazione” pure di Montini. Che farebbe l’en-plein dell’ autocelebrazione del conciliabolo Vaticano II.

Nel frattempo, un tristissimo presagio colpisce un giovane di 21 anni a Brescia, ove per anni eroicamente don Luigi Villa ha messo in guardia da questi tentativi di “santificazione”, muore schiacciato dalla croce dedicata all’antipapa polacco e ideta per Montini e Wojtyla dal marito della Wertmuller. E, piccola curiosità: il ragazzo abitava in Via Giovanni XXIII. Pure fatalità o segni dal Cielo?

5 Risposte

  • Sapranno, questi preti e questi papi, così attenti ai segni dei tempi, prestare attenzione ai segni del cielo? O ci verranno a parlare di errore umano, di fatale coincidenza? Se è vero che non cade foglia che Dio non voglia, se è vero che i nostri capelli sono tutti contati e, che, quindi, non ne cade alcuno che Dio non lo permetta, davvero crediamo che Dio, in quel momento, si sia distratto?

  • quando il perito chimico argentino sarà chiamato al cospetto di Dio dovrà rendere conto di tutto … anche di questo

  • E’ un triste presagio del disastro della Chiesa che si costruisce un falso cristo, un cristo moderno “al passo con i tempi”, proprio come quel crocifisso, che sfidava una delle leggi della natura: la gravità. L’uomo violenta le leggi di Dio, sostituendosi a Lui con arroganza, orgoglio e presunzione, procedendo sulla via del disastro! Non è Dio a provocare questi lutti ma l’uomo. L’uomo si crea da solo i propri castighi con i propri errori. Dio si limita a mandare messaggi all’umanità attraverso eventi naturali che avvengono e che lui non può evitare che accadano perchè l’umanità si sta allontanando sempre più da Lui aprendo le porte all’omicida dell’umanità: Satana. L’umanità senza Gesù Cristo è perduta! Noto come Dio in questi ultimi mesi stia dando segni eloquenti al mondo e alla Chiesa, ma vedo pure che molti non li sanno riconoscere. Non c’è peggior cieco di colui che lo diventa per propria volontà! Il mio pensiero e una preghiera va al quel povero giovane che si trovava lì per tragica fatalità.

  • Questa mattina presto, dopo aver rielaborato le informazioni raccolte ieri sera sul nefasto incidente, ho subito voluto scrivere due appunti qui su Agerecontra, affidandomi al bell’articolo di mio padre, che saluto!

    http://www.agerecontra.it/public/press40/?p=7139&cpage=1#comment-6287

    Vorrei però aggiungere un particolare per il perito che dovrà concorrere alla certificazione delle cause: possibile che si possano accettare oggi più che mai progetti che sfidano ogni logica della fisica? Quella croce, in legno, era destinata prima o poi a cadere. Il fatto che il giovane si trovasse sotto la croce mentre gli altri correvano qua e là, non solo era naturale, non essendo stato predisposto un piano di sicurezza ad hoc, ma dimostra ancora di più come Dio in certe occasioni permette agli “innocenti”, che sono già Suoi, di stabilire una Alleanza con la Verità con il mondo.

    Ringrazio Matteo e tutta la Redazione per dare sempre risalto a queste notizie, avendo rallentato la mia attività su escogitur; notizie che per i giornalisti non sempre fanno il paio con la verità. E che tanto meno stimolano in loro una sana curiosità per aprire una inchiesta alla ricerca della fenomenologia che vi è dietro, come avrebbe fatto Don Villa e sicuramente farà ancora una volta l’ing. Adessa; sebbene, comunque, molti sanno ma non dicono, o peggio ancora non hanno tempo da perdere o sono asserviti come il selliere muto di Zorro a chi li paga. E per questo devo riconoscere che Mentana di La7, a modo suo, non si fa mai sfuggire i particolari, lasciando a noi la conclusione dei fatti. Il problema è, piuttosto, capire: ma quanti siamo ad intuire perchè accadono certe cose?

  • Per me non è un caso che sia successa questa disgrazia proprio in vista di un evento altrettanto…catastrofico! Ho dispiacere anche perchè il ragazzo forse poteva salvarsi se qualcuno avesse tentato di andargli almeno incontro, ma da come riportato dai media, gli atri erano troppo impegnati a scappare per salvare se stessi! C’è da pregare tanto ed affidarsi alla misericordia di Dio. No, non è un caso nè fatalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *