Spaventose e recenti barbarie islamiche

Attenzione: nell’articolo erano inserite foto scioccanti, motivo per il quale non verranno riprodotte di seguito. Se si clicca sui link però,  gli articoli saranno completi anche di immagini e video duri per i  quali ne consigliamo la visione ad utenti adulti e non impressionabili. 

 http://voxnews.info/2014/03/29/islamici-decapitano-cristiani-e-mettono-teste-a-bollire-foto-shock/ – 29 marzo 2014

Segnalazione di Maurizio-G. Ruggiero

CROCIATO2BREAKING NEWS, ESTERI

Islamici decapitano cristiani e mettono

teste a ‘bollire’ – FOTO SHOCK

 

Non ha limite la barbarie islamica, i gruppi di resistenza siriana continuano a diffondere video e immagini dei crimini commessi dai sedicenti ‘ribelli’. In questo caso, l’esecuzione e la decapitazione ha avuto luogo dopo che i gruppi di terroristi islamici – alleati del cosiddetto ‘occidente’ – hanno preso d’assalto la prigione “Gharaz” nella provincia di Daraa il 19 marzo 2014.

Dopo avere ‘giustiziato’ i soldati e il personale della prigione, hanno individuato due cristiani e hanno messo le loro teste a ‘cuocere’ in una pentola.

BREAKING NEWS, ESTERI, VIDEO

Barbarie islamica, decapitano tre ‘infedeli’ e li lasciano con testa ‘mezza attaccata’

VIDEO SHOCK

 http://voxnews.info/2014/03/27/barbarie-islamica-decapitano-tre-infedeli-e-li-lasciano-con-testa-mezza-attaccata-video-shock/ – 27 marzo 2014

 Li sgozzano e li lasciano morire dissanguati mentre li insultano e umiliano. È un video inguardabile.

La cosa atroce è che questi poveri ragazzi rimangono vivi mentre hanno le gole aperte e la testa semi mozzata. Siamo alla barbarie più oscena, queste immagini crude e terribili devono essere mostrate, perché stiamo importando gente simile.

I terroristi islamici hanno fatto un’altra strage in Siria.  E ne sono così orgogliosi, che anche stavolta hanno girato un video mentre sgozzano  e decapitano tre infedeli con un coltellaccio.

 La traduzione del video:

 00:15 – “Che cosa hai guadagnato stando con Bashar ? Che cosa si guadagna con gli animali?”

00:30 – Lo sgozzatore inizia a recitare un celebre versetto coranico , “infatti, la pena per coloro che fanno la guerra ad Allah e al Suo Messaggero è che siano uccisi o crocifissi, o che le loro mani e i piedi vengano tagliati  o che siano esiliati dalla terra. Questo è per loro una vergogna in questo mondo, e per loro nell’Aldilà è una grande punizione ”.

Dopo il primo ‘taglio’ della gola, qualcuno dice a 1:08 “lascialo così, lascialo

1:31: – “Questa è  la vendetta per i nostri martiri

01:43 – Qualcuno porta un secondo ragazzo e dice: “inginocchiati a terra, cane

02:01 – Mentre sta eseguendo la decapitazione, dice alla vittima “tu sei il nemico di Allah”.

02:23 – Sono alle prese con il terzo ragazzo, il boia dice al suo compagno di “allungare la mano” Dal momento che non sono riusciti a decapitare il terzo ragazzo, hanno deciso di usare un AK-47 per finirlo.

   http://voxnews.info/2014/03/30/cristiani-decapitati-le-loro-teste-usate-come-trofei-video-shock/ – 30 marzo 2014

 BREAKING NEWS, ESTERI, VIDEO

 Cristiani decapitati, le loro teste

usate come trofei – VIDEO SHOCK

  ontinua il martirio in Siria, nella città cristiano-armena di Kassab, nel silenzio del Vaticano e della cosiddetta ‘comunità internazionale’.

Il video mostra i soldati massacrati e uno di loro decapitato dagli islamici.

 La decapitazione ha avuto luogo tra il 28 e il 29 marzo intorno alla città cristiana di Kassab, nella quale agiscono i terroristi islamici supportati dalla Turchia.  Con profanazione di chiese e caccia al ‘cristiano’.

La città è abitata da cristiani armeni. Evidentemente la Turchia vuole ‘finire il lavoro’ iniziato dopo la prima guerra mondiale, e completare il genocidio armeno.

I decapitati sono soldati  e civili cristiani uccisi prima di essere macellati dai membri di Jabhat al-Nusra e del Fronte islamico.

 http://voxnews.info/2014/03/17/islamici-decapitano-madre-davanti-alle-sue-bambine-perche-cristiana-foto-shock/ – 17 marzo 2014

 BREAKING NEWS, ESTERI

Islamici decapitano madre davanti alle sue bambine perché cristiana – FOTO SHOCK

 NAIROBI, Kenya – Gli estremisti islamici Al Shabaab hanno settimana decapitato pubblicamente una madre di due bambine e suo cugino nel sud-est della Somalia dopo aver scoperto che erano cristiani. Lo scrive il Morning Star.

Nella città portuale di Barawa nel Shebelle, gli estremisti, il 4 marzo hanno chiamati residenti al centro della città per assistere all’esecuzione della 41enne, Sadia Ali Omar, e del 35enne cugino, Osman Mohamoud Moge.

Prima di ucciderli, un militante di Al Shabaab ha annunciato, “Sappiamo che queste due persone sono cristiane da poco tornati dal Kenya – vogliamo cancellare ogni vita cristiana nell’area”, testimonia un residente il cui nome è riservato per ovvi motivi di sicurezza.

 Le figlie di 8 e 15 anni, sono state costrette ad assister al macello, riferiscono le fonti, con la ragazza più giovane che urlava e gridava che qualcuno salvasse sua madre. Un amico ha poi trasferito le bambine via dalla zona.

Temiamo che l’Al Shabaab potrebbe continuare a monitorare queste due figlie e alla fine le ucciderà, proprio come la loro madre”, ha detto il residente.

 I due sono stati individuati a causa della loro presenza irregolare alla preghiera del venerdì in moschea, riferiscono le fonti: “Le due persone che sono state uccise in molte occasioni non hanno preso sul serio la preghiera del venerdì, in particolare Omar, che ha sostenuto che stava pregando in casa sua”, ha detto un’altro residente.

 http://voxnews.info/2014/03/08/islamici-giustiziano-bambini-con-colpi-di-fucile-in-testa-video-shock/ – 8 Marzo 2014

 BREAKING NEWS, ESTERI

 Islamici ‘giustiziano’ bambini con colpi di fucile in testa – VIDEO SHOCK

Inginocchiati, le mani legate dietro alla schiena, e i fanatici islamici dietro di loro con i fucili spianati. Poi un colpo alla nuca. È il video shock diffuso oggi, che arriva dalla Siria, dove un gruppo di islamici che non parlano arabo, forse ceceni, uccidono a sangue freddo una decina di civili. Tra i quali bambini.

Si tratta di uomini, tra cui degli adolescenti, in un luogo non precisato del Paese. Il filmato, di cui non si conosce la data, dura poco più di due minuti e mostra degli uomini armati di fucili radunare attorno a un pilastro uomini e ragazzi. I miliziani sparano alla testa e alla schiena delle persone.

 

https://www.youtube.com/watch?v=epOoBv1y3UE

http://voxnews.info/2014/02/11/cristiano-linciato-da-folla-di-islamici-inferociti-foto-choc/ – 11 febbraio 2014

BREAKING NEWS, ESTERI

Cristiano linciato da folla di islamici

inferociti – FOTO CHOC

Bangui Repubblica Centrafricana – Un cristiano è stato massacrato da una folla di islamici mentre camminava in una enclave musulmana, portando legna da vendere. In questi giorni di scontri etnici, è una ragione sufficiente per morire nella Repubblica Centrafricana. Una folla di musulmani ha affrontato l’uomo, Pumandele, di 23 anni, in una strada secondaria. Poi, lo ha gettato in un fosso. Almeno un uomo lo ha accoltellato prima che la sua gola venisse sgozzata.

Siccome il massacro andava avanti, alcuni dei suoi assassini hanno ordinato ad un giornalista del Washington Post presente durante l’attacco di lasciare. “Allez, Allez – vai, vai”, uno gridò, agitando le braccia minacciosamente.

 

 

Stazionava vicino un gruppo di caschi blu burundesi, lì per proteggere i civili. Ma non sapevano dell’uccisione fino a che i suoi assassini – hanno portato il corpo mutilato di Pumandele davanti a loro in una carriola. Scaricandolo di fronte alla base dei burundesi.

 Almeno altre nove persone sono state uccise Domenica lì ed intorno alla zona dove Pumandele morì. Cristiani uccisi da musulmani. E musulmani uccisi da cristiani. La società multietnica. Negozi sono stati bruciati. Case sono state saccheggiate. Corpi sono stati bruciati in strada, di fronte a forze di pace africane che guardavano dall’altra parte. Gli eventi di domenica sono l’ultimo segno di caos nella capitale assediata.

 http://voxnews.info/2014/01/17/islamici-decapitano-cristiano-e-lo-sfregiano-croce-piantata-nel-petto/ – 17 gennaio 2014

 BREAKING NEWS, ESTERI

Islamici decapitano cristiano e

lo sfregiano: croce piantata nel petto

Gruppi islamici hanno ucciso e decapitato un giovane cristiano, ferendone gravemente un altro. L’episodio, avvenuto l’8 gennaio scorso, è stato riferito all’agenzia Fides da un sacerdote nella diocesi di Homs. I due, Firas Nader (29 anni) e Fadi Matanius Mattah (34 anni), stavano recandosi in automobile da Homs al villaggio cristiano di Marmarita, quando un gruppo di cinque jihadisti armati ha intercettato il mezzo e ha aperto il fuoco sulla vettura. Raggiunta l’auto, i miliziani, notando che Fadi portava una croce al collo, lo hanno decapitato, piantando la croce nel suo petto. Hanno poi preso denaro e documenti, lasciando Firas per terra ferito, credendo fosse già morto. Firas, testimone oculare di quanto avvenuto, è invece riuscito a mettersi in salvo, raggiungendo a piedi la cittadina di Almshtaeih ed è stato poi trasferito all’ospedale di Tartous.

Secondo un comunicato inviato a Fides dell’opera “Aiuto alla Chiesa che Soffre” (Acs), la violenza contro i cristiani in Siria, nel rapido deterioramento dello scenario sul terreno, inquinato da migliaia di fazioni islamiste, sta diventando “una delle peggiori persecuzioni sopportate dai cristiani in questo scorcio del terzo millennio”. Secondo gli ultimi rapporti, oltre 600.000 cristiani – un terzo del totale dei fedeli siriani – sono sfollati all’interno del Paese o vivono da rifugiati in Paesi confinanti. I leader cristiani confermano l’esodo massiccio esodo dei cristiani dalla Siria, che potrebbe seriamente compromettere il futuro dei cristiani nella nazione. Come rileva Acs, a Homs, Marmarita e Hamat, la popolazione siriana, che include molti cristiani, vive grave disagio e ha urgenza di cibo, riscaldamento, riparo e medicine a causa del freddo pungente che peggiora la crisi umanitaria esistente per il conflitto.

Ma da noi arrivano solo ricchi islamici sui barconi. E li chiamano ‘profughi’.

 

Una Risposta

  • Ne traggano gli opportuni insegnamenti tutti i sostenitori di un’alleanza presunta in funzione anti-USA (ma tale non sarebbe davvero) con queste bestie. La questione palestinese, sacrosanta, non c’entra.
    C’entra piuttosto (eccome) che con chiunque (islamici, giudei, liberal, etc.) si schieri CONTRO NSGC ogni ‘alleanza’, a qualsiasi livello, in qualsiasi forma, è non inopportuna, ma suicida e peccaminosa.
    Come si diceva in tempi meno caotici, allorché la dottrina era chiara, né con Israele, né con mammona targato USA, né con Maometto. Ma solo con NSGC. TUTTO il resto si combatte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *