TOSI e L’ORDINANZA “ANTI-REPORT”

Di Michele Croce

 

VERONA PULITAE’ l’Abc della comunicazione.

Ed al super pagato portavoce del Sindaco Tosi, Roberto Bolis, nessuno ha da insegnare qualcosa.

Andiamo direttamente al punto: c’è un problema (forse un problemone) al quale il sindaco non sa/non può/non deve dar risposta? La soluzione è semplice: spostare l’attenzione di tutti su un altro tema! Mediaticamente eclatante.

 

 


Detto – Fatto!
C’è il problema delle DOMANDE ancora SENZA RISPOSTA sollevate dalla puntata di REPORT (rileggile cliccando qui), alle quali nessuno – ma proprio nessuno! – tra Newsletter della Fondazione tosiana, consiglieri tifosi, portavoce super pagato abbia tentato di rispondere.
La via di fuga come abbiamo detto è semplice: si attira l’attenzione su un altro tema, in modo eclatante, soprattutto mediaticamente.
Ed ecco che spunta l’ordinanza anti-carità. Indifendibile, sotto ogni punto di vista. Ma perfetta per attirare l’attenzione di tutti (persino degli inglesi de L’Indipendent). E nessuno più parla del cuore dei problemi dell’amministrazione Tosi.
Ma noi non molliamo, per amore di Verona e della Verità.
Anche perchè di cose che i cittadini devono conoscere ce ne sono ancora tante ed il diavolo fa le pentole ma non i coperchi.

Pulire per ricostruire.

 Fonte:  http://www.veronapulita.it/tosi-lordinanza-anti-report/

2 Risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *