Bergoglio si piega e bacia la mano a “don” De Paolis, prete omosessualista

 

Segnalazione di Maurizio-G. Ruggiero

 

BERGOGLIO BABIAMANI13 magg – Bergoglio si piega e bacia la mano a “don” Michele De Paolis, fondatore della comunità Emmaus, prete modernista foggiano sostenitore dell’omosessualismo come il defunto Andrea Gallo, più volte ha esternato opinioni contrarie alla retta ragione e al Magistero solenne della Chiesa.

 

 


Sono stupito del fatto che molti uomini di chiesa (…) ignorano completamente il fenomeno dell’omosessualità, che ormai la scienza ha chiarito in modo inequivocabile: l’orientamento omosessuale non viene scelto liberamente dalla persona. Il ragazzo o la ragazza si scoprono così: è un orientamento profondamente radicato nella personalità, che costituisce un aspetto essenziale della propria identità: non è una malattia, non è una perversione. Il ragazzo o la ragazza omosessuali possono dire a Dio: «Tu ci hai fatto così!»
(Don Michele De Paolis)

Alcune persone di chiesa dicono: «Va bene essere omosessuali, ma non debbono avere rapporti, non possono amarsi!» È la massima ipocrisia. È come dire a una pianta che cresce: «Tu non devi fiorire, non devi dar frutto!». Questo sì, è contro natura!
(Don Michele De Paolis)

Vi confesso che anch’io all’inizio avevo i miei pregiudizi. Poi ho studiato e ho capito. Successivamente ho cercato di entrare nella logica del Vangelo; ho voluto guardare le cose dalla parte di Dio. Ho capito che il Padre non esclude dal suo amore nessuno dei suoi figli e non valuta la persona in base ai suoi impulsi sessuali, che sono dotazioni di natura e non scelta volontaria.
(Don Michele De Paolis)

«Pochi minuti, ma intensissimi: gli ho parlato delle “pietre scartate”, con cui vivo; gli ho presentato i doni (un crocifisso, un calice e una patena in legno d’ulivo, bellissimi); gli ho comunicato le nostre iniziative in corso per gli immigrati di Lampedusa. E’ rimasto assai contento. Gli ho detto: ”Vorremmo tanto un’udienza per noi di Emmaus. E’ possibile?” “Tutto è possibile. Parlane con Card. Maradiaga e combini lui ogni cosa”. Poi, mi ha baciato la mano! Io l’ho abbracciato e ho pianto»
(Don Michele De Paolis, sull’incontro con Papa Francesco)

intuajustitia.blogspot.it

 Bagnasco: «L’aggressione alla famiglia non è casuale, ma strategica e voluta da lobby e istituzioni»

Per il presidente della Cei Angelo Bagnasco «c’è un’aggressione alla famiglia strategica e non casuale. Se la famiglia è più debole la società è più fragile e si domina meglio sul piano politico, economico e ideologico. La storia lo insegna. Perché qualcuno più forte e furbo c’è sempre e per qualcuno non intendo solo le persone, ma lobby o istituzioni».   Tempi.it

Vaticano, ultimo schiaffo del Papa a Bagnasco: non aprirà l’assemblea della Cei

Sarà Bergoglio a tenere la prolusione di apertura dell’annuale assemblea generale della Conferenza episcopale italiana in programma dal 19 al 23 maggio prossimi in Vaticano. Non era mai successo prima. Un intervento che è sempre stato svolto dal presidente dellaConferenza episcopale italiana e il Papa, in qualità di vescovo di Roma e primate della penisola, è sempre stato invitato soltanto a intervenire nel corso dei lavori che solitamente si svolgono la penultima settimana di maggio nell’aula nuova del Sinodo in Vaticano. Ma Bergoglio, dopo aver delegittimato pubblicamente più volte Bagnasco, ha deciso di sovvertire completamente latradizione e di aprire i lavori della prossima assemblea della Cei, togliendo per la prima volta ilmicrofono al suo presidente.   intuajustitia

 

Fonte: http://www.imolaoggi.it/2014/05/13/bergoglio-si-piega-e-bacia-la-mano-a-don-de-paolis-prete-omosessualista/

 

7 Risposte

  • il perito chimico argentino ha avuto dai fratelli muratori quattro compiti precisi : preti sposati, apertura ai “ghei”, sacerdozio femminile e protestantizzazione del Vaticano … fatte queste cose “andrà in pensione”

  • Beh, che papocchio Bergoglio dia uno schiaffo a Bagnasco, non può interessare più di tanto il cattolico, visto che Bagnasco fu proprio colui che diede la comunione a Luxuria ed all’altra , lesbica. Che poi fosse ostia consacrata da quelle mani,possiamo dubitarne,ciò non toglie che fu gesto osceno come il bacio del corano.
    Penso proprio che Silvano abbia visto giusto !

  • Fatte queste cose? ma non si pensa che Qualcuno possa intervenire e bloccare tutto? Vigilate perché non sapete né il giorno né l’ora, dice il Fondatore della Chiesa. Bergoglio: anche per te ci sarà la resa dei conti. I fulmini non cadono solo sulle cupole, anzi. Talora anche le croci piombano addosso.

  • Che Cristo in persona possa fermare presto questi partigiani di satana! Con l’elezione di questo antipapa apostata abbiamo assistito all’intronizzazione completa di satana nella chiesa di Dio, il terzo segreto di Fatima ha compimento: l’eliminazione del vescovo vestito di bianco(Ratzinger) con il suo seguito rimasto fedele a Cristo (le persecuzioni appena iniziate da Bergoglio..vedi frati francescani dell’immacolata e tutti coloro che osano opporsi ai suoi cambiamenti) e la sua sostituzione con un impostore…
    Il ritorno del Signore non verrà prima che si sia manifestata la ribellione finale e si sia manifestato l’uomo malvagio destinato alla distruzione, costui verrà a mettersi contro tutto ciò che gli uomini adorano e chiamano Dio, andrà fin dentro il tempio di Dio, si metterà in trono con la pretesa di essere Dio( e chi se non Bergoglio pretende di essere Dio cambiando le sue leggi sotto una falsa umiltà e misericordia che tra l’altro è riservata solo per chi infrange e si ribella ai comandamenti di Dio). ..La forza misteriosa è già in azione, ma affinchè possa manifestarsi PIENAMENTE è necessario che sia TOLTO DI MEZZO CHI( il papa legittimo ) LA IMPEDISCE. Soltanto allora quel malvagio si manifesterà, ma il Signore Gesù lo distruggerà con lo splendore del suo ritorno( II tessalonicesi 1,2 ). Questo è avvenuto nel 2013! Ratzinger ha tentato di frenare questa avanzata ma si è trovato a combattere da solo, ha ceduto, mi sorprende che molte persone non si siano accorte di questo e lo critichino e lo inseriscano nelle liste dei papi “progressisti”.

  • Il perito chimico argentino è incomprensibile: dai suoi comportamenti si evince che ama tutte le religioni (tranne quella che lo vede al vertice, per demolirla), ma non ne professa alcuna…Un uomo senza fede, che ama solo il potere! Passerà pure lui e i veri cattolici non lo rimpiangeranno sicuramente…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *