“Papolatri” allo sbaraglio

del Prof. Franco Damiani*

Il Circolo Culturale Triveneto “Christus Rex” si stringe intorno al suo portavoce Matteo Castagna, fatto oggetto di un vergognoso e farneticante attacco personale da parte di un sito sedicente cattolico. La questione dei rapporti tra gli ultimi “pontefici” e la massoneria è nota (vedansi tra l’altro il libro di Luigi Bellegrandi “Nichitaroncalli”, le annate di “Sodalitium”, “sì sì no no” e “Chiesa viva”,  i volumi di don Villa “Paolo Vi beato?” e “Anche Roncalli beato?”, quello di Mons. Dolan “L’apostasia di Giovanni Paolo II”, la conferenza del padre de Blignières “L’insegnamento di GPII è cattolico?”) e non sarà certo un velenoso corsivetto di qualche dilettante allo sbaraglio a relegarla nel “complottismo paranoico”. E’ evidente però che alla base di tale delirante polemica c’è la stizza di dover constatare che l’unica posizione seria, coerente e soprattutto cattolica di fronte alle sacrileghe “canonizzazioni” del 27 aprile è quella dei sedevacantisti. Tutta la solidarietà dunque a Matteo Castagna, infaticabile portavoce e promotore di battaglie per il Regno Sociale di Cristo, secondo una limpida e coerente linea dottrinale autenticamente cattolica.

*Addetto Stampa del “Circolo Christus Rex”

La Redazione ringrazia Radio Spada per l’articolo che segue:

Riflessioni teologiche su un articolo polemico

11 Risposte

  • Caro Matteo: non sei solo nell’opera tua apologetica. Tanti e tanti ti sono accanto, fervidi nella difesa della santa Chiesa Cattolica Apostolica Romana ed Eterna.
    Rumpantur ilia proditoribus nostris

  • Solidarietà anche da parte mia, sono sempre i migliori quelli che vengono attaccati, purtroppo anche dai cosiddetti “fratelli nella fede”!

  • ho trovato in rete in formato pdf il libro “Nichitaroncalli”, ho provato ad inviarlo alla redazione ma l’email è tornata indietro … vorrei che altri condividessero questo libro, come posso fare ?

  • Il “sito cattolico” che ha calunniato Matteo Castagna ha scritto questo di don gallo: “Con lui se ne va una brava persona, ma un cattivo prete”.
    Brava persona un OMICIDA che portava le prostitute ad abortire e che dice di aver staccato spine a malati gravi?
    Allora sono brave persone anche i mafiosi e gli stupratori!
    Una “predica” proveniente da un tale pulpito non ha nessun valore!

  • Il signor Castagna è uomo di carattere sorretto dalla Verità della Fede. Quindi non si lascerà in alcun modo intimidire dai normalisti cerchiobottisti di quella risma.
    Tutta la mia stima e gratitudine al signor Castagna e al suo importante lavoro.
    Alberto

  • Rispondo a loro: Come non avete capito, cercate di buttarla sull’ironia, perché per prendere come delirio quel che è serio e molto grave ci vuole veramente coraggio. Con voi non siamo più nel campo della controversia religiosa, o politica: rientriamo a tutti gli effetti nell’ambito psicologico. Infatti, il vostro appare come un rifiuto compulsorio di una posizione difficile implicante la seguente paura: Se questo è l’isolato cattolicesimo tradizionalista, la cui emarginazione dal discorso pubblico non è solo scontata ma detestata, saremo fortunati se i media laicisti si limitassero ad emarginarci, silenziandoci senza ridicolizzandoci come fenomeni da baraccone. Questo «teriibile rischio», che è dietro l’angolo, la vostra anima non è disposta ad affrontare. Il vostro amore per la Causa della Chiesa demolita dai falsi pastori non merita tale «vergogna». Eppure, nell’imitazione del Divin Maestro ogni feroce scherno è previsto, figuriamoci farci ridere dietro da un mondo di avversari che non distingono più la mano destra dalla sinistra, la fede della Chiesa dalle frottole di Bergoglio!

  • Ha detto proprio bene, caro prof. Damiani, ma con una importante precisazione: l’unica posizione valida non è quella dei sedevacantisti “tout court”, che confondono la sede vacante attuale come, al massimo, la più grave di quelle registrate dalla storia; ma quella dei sedevacantisti apocalittici italiani, di cui sono praticamente il “fondatore”.
    Essi illustrano e documentano che, sulla base dell’intera Sacra Scrittura (san Paolo, Apocalisse e Matteo cap. 24) e di atti solennissimi del magistero autentico della vera Chiesa Cattolica (Bolla “cum Ex Apostolatus Officio” del grande Papa Paolo IV), questa micidiale sede vacante ci porta alla fine della storia, alla Parusia e al giudizio, ormai alle porte, per la ragioni serissime e documentatissime che ho ampiamente riferito nella mia imponente lettera/dossier raccomandata del 9 ottobre 2013 (55° della morte dell’ultimo Papa Pio XII) a Francesco & C., di ben 92 fitte pagine, pubblicata sul sito amico Escogitur.it, e di cui l’amico carissimo Araì Daniele, che condivide pienamente la mia posizione, è stato adeguatamente informato.
    E le parole di Gesù: “ma quando il Figlio dell’Uomo tornerà troverà la fede sulla terra”, che tanti superficiali hanno erroneamente letto come una domanda vera, costituiscono invece null’altro che una domanda retorica, il cui significato profondo è il tradimento generale di massa del Cristo alla fine della storia, che san Paolo chiama “apostasia generale”.
    Dopo tutto quanto ho scritto e documentato, non ha molto senso parlare di consacrazioni sacrileghe, perchè l’Anticristo sul soglio del Vicario di Cristo è il massimno sacrilegio registrato nella storia del Cristianesimo e della stessa Chiesa, dal quale non possono che derivare sacrilegi a catena.
    Ma, se desidera saperne molto di più, mi può contattare al mio indirizzo personale di posta elettronica. antoniocoroniti@libero.it
    Mi è gradita l’occasione per salutarla con affetto.

    Dr. Antonio Coroniti
    sociologo – teologo

  • Avrei voluto replicare, ma il dott. Antonio Coroniti, sociologo e teologo, mi ha provvidenzialmente preceduto. I suoi lucidi argomenti mi paiono la migliore conferma della mia tesi.
    Saluti.
    MM

  • Per uscire dall’eresia del vaticano II, si prega di diffondere questa mia mail nelle comunità dei cattolici, nelle chiese cattoliche orientali, (uniati) e in quelle ortodosse.

    Per uscire dalla caduta nell’eresia post conciliare, tutti i vescovi ed i sacerdoti ordinati prima del concilio, unitamente ai patriarchi della chiesa cattolica di rito orientale, anch’essi ordinati validamente, devono fare congiuntamente tra loro tutti, o almeno separatamente tra loro, la seguente serie di azioni:
    I vescovi ordinati prima del concilio ed i patriarcati, devono rivolgere al vescovo di Roma Bergoglio ed al Papa emerito Benedetto, le dovute ed apostoliche ammonizioni, (galati1,8-9), perché si pentano delle loro apostasie ed eresie personali e perché sconfessino il vaticano secondo, l’ecumenismo, il modernismo e lo spirito di Assisi, come errori contro le affermazioni infallibili di fede della tradizione.
    Intanto per farlo sapere a tutti, qui stesso ricordo che per volontà di Dio, tale serie di ammonizioni sono già divenute anatema, per iniziativa del patriarca Elia, della Chiesa cattolica Bizantina, (galati1,8-9).
    Se così ammoniti il papa emerito ed il vescovo di Roma troveranno entrambi o singolarmente il pentimento, dovranno poi essi stessi, (unitamente tra loro o separatamente), pronunciarsi Ex Cathedra e infallibilmente, condannando il concilio, l’ecumenismo, il modernismo e lo spirito di Assisi, come spirito dell’anticristo. Il quale spirito diabolico si è messo contro le dichiarazioni infallibili della tradizione immutabile della chiesa.
    Nel caso in cui invece ne il papa emerito ne il vescovo di Roma trovassero il pentimento dovuto.
    Allora i vescovi preconciliari ed i patriarca validamente eletti prima delle eresie del concilio, dovranno indire un nuovo conclave limitato ai soli cardinali e patriarchi preconciliari, per eleggere il legittimo erede di Pietro.
    In questo caso, secondo le regole stesse del canone della chiesa, non si determina alcuno scisma. Si riuniscono in conclave solo i vescovi ed i patriarchi che sono realmente ordinati.
    Così si supera uno stato di emergenza grave di sede papale, vacante o occupata illecitamente per precedente o intervenuta eresia e violenza.
    Se i cattolici ed i patriarchi legittimamente ordinati prima del concilio V.II, non faranno quanto qui sopra esaminato alla luce del vangelo e della tradizione, prima di raggiungere la morte per età avanzata, saranno stati come il servo infedele, il quale sotterrò le monete ricevute dal signore, senza commerciarle e farle crescere con gli interessi, nell’attesa del suo ritorno.
    «Supplici, Domine, humilitate deposcimus: ut sacrosanctae Romanae Ecclesiae concedat Pontificem illum tua immensa pietas; qui et pio in nos studio semper tibi placitus, et tuo populo pro salubri regimine sit assidue ad gloriam tui nominis reverendus. Per Dominum nostrum».
    Vincenzo RUSSO il tachione@alice.it , http://www.webalice.it/iltachione .

  • Preghiamo insieme:
    O Signore Dio, Uno e Trino, Padre, Figlio e Spirito Santo, in questi ultimi tempi della storia, in cui l’Abominio della desolazione sta nel luogo santo ch’è la Chiesa, nella persona di un falso tuo vicario ritenuto vero Papa, e dove, per l’apostasia generale e la perdita della Grazia, si assiste impotenti al dilagare dell’iniquità e al pullulare dei falsi profeti, concedi a noi, tuoi servi, secondo la Tua promessa e per l’intercessione di Maria Santissima, di abbreviare questi giorni con la Tua venuta in veste di giudice supremo. Perché non tutti si perdano, il maggior numero si salvi e sia fatta piena giustizia, t’imploriamo che si avvii un iter per la convocazione di un concilio degli ultimi tempi, per l’elezione di un vero papa cum degnitate.

    Per Cristo Nostro Signore. Amen

    Vincenzo Russo sedevacantista apocalittico il tachione@alice.it

  • “EL PADRE Y YO SOMOS UNA SOLA Y MISMA COSA” EXCLAMÓ CRISTO AL EXPERIMENTAR EL ENCUENTRO CERCANO CON DIOS. Nuestra concepción de Dios emanada del Antiguo Testamento es fantástica, nefasta, caduca. Es por ello, que el mundo cristiano de hoy, necesita librarse de atavismos bíblicos, de las tradiciones judías, y de los dogmas de la Iglesia que provocan automatismos que nos llevan a repetir los textos del Antiguo Testamento en cada ocasión. Tambien necesita liberarse de las jerarquías religiosas que para salvaguardar sus egoístas intereses mantienen la Iglesia estancada en el oscurantismo religioso judeo cristiano o promueven reformas judaizantes siguiendo los dictados de la Sinagoga. El mundo de hoy, necesita de operarios de la viña del Señor que imiten a Cristo, como Sor Teresa de Calcuta. Necesita sabiduría, bondad y libertad. Necesita del desarrollo de la espiritualidad mediante la práctica de la virtud, como lo proponía la educación en la paideia griega promovida por los sabios alejandrinos con objeto de alcanzar la trascendencia humana y la sociedad perfecta; y por ello, tomaron como ejemplo de la vida en la virtud, los hechos y enseñanzas de Cristo narrados en los Evangelios. Necesita de un criterio de verdad que sirva de tabla rasa, y nos ayude a separar la verdad de la mentira en cuestiones religiosas. Necesita del estudio de los fenómenos espirituales y sus aplicaciones místicas y científicas; para poder comprender las doctrinas, las enseñanzas y las prácticas comprendidas en la doctrina de Cristo, y asi poder distinguir objetivamente las identidades y las diferencias presentes en todas las religiones y prácticas religiosas y místicas que demarcan un camino común por el que transita la humanidad hacia su desarrollo espiritual; como lo son las doctrinas de: la trascendencia humana, el renacimiento o resiliencia humana, la salvación eterna por obras, la re-encarnación o trasmigración de las almas; las experiencias místicas del encuentro cercano con Dios o mundo espiritual y las moradas celestiales; las practicas místicas como el yoga, la meditación trascendental, el ayuno, la no violencia, el desapego de las cosas materiales, etc. Es por ello, que a nuestra generación le es imperativo abrogar de nuestra fe el Antiguo Testamento, porque es la letrina sagrada que contamina al cristianismo y convierte al judeo cristianismo en religión basura. Potentísima incubadora de generaciones de estultos en gran escala

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *