PROFEZIA DI FATIMA SULLA DEMOLIZIONE DELLA CHIESA E DEL PAPATO

 

L’EDITORIALE DEL VENERDI

 

di Arai Daniele

 

CHIESALa grande apostasia nella Religione della Verità, ha per inevitabile esito il gran caos morale e sociale a livello globale. Non è forse ciò che si delinea per il futuro di un mondo in mano a corrotti, atei e folli?

 

 

 

Alcune voci di quanti sono invischiati a fondo in tali guai già cominciano a dichiararlo pubblicamente, come ha fatto, per esempio Tony Blair sugli interventi degli alleati NATO: «l’intervento occidentale per liberare la Libia da Gheddafi assassinandolo, è stata una catastrofe; il minacciato intervento in Siria per rovesciare Assad è ancora peggio; l’idea di cacciare dei dittatori laici s’è rivelata cattiva, dato l’emergere distorcente di un Islam estremo così ostile alla modernità, da configurare il più grosso pericolo alla sicurezza globale del 21° secolo».

Ma i disastri non sono solo questi. Sarà necessario ricordare che tutto quanto colpisce la sfera più alta della vita umana – la spirituale – contamina tutto il resto? Il peggiore devastazione nel piano spirituale imperversa sempre più in un Vaticano occupato da allegri demolitori ecumenisti della Chiesa di Dio. Proprio della grande apostasia «cattolica» si tratta: sì, apostasia dalla Religione rivelata.

Infatti già Papa Pio XI insegnava: “Dove, sotto l’apparenza di bene, si cela più facilmente l’inganno, è quando si tratta di promuovere l’unità (ecumenista) fra tutti i cristiani… i seguaci di siffatta teoria, non soltanto sono nell’inganno e nell’errore, ma ripudiano la vera religione depravandone il concetto e svoltano passo passo verso il naturalismo e l’ateismo; donde chiaramente consegue che quanti aderiscono ai fautori di tali teorie e tentativi si allontanano del tutto dalla religione rivelata da Dio.
Siamo alle promozioni ecumeniste della setta conciliare oggi accelerate da Bergoglio.

 

Ora. se il Cristianesimo racchiude la verità completa sull’uomo, come crediamo, la storia deve avere un senso cristiano anche nei suoi disastri, ossia suscitare la consapevolezza che c’è un disegno soprannaturale sovrapposto all’ordine naturale, rovinato dagli uomini, sempre che sia in questione il fine ultimo dell’essere umano.

Ciò riguarda la società infettata dall’inizio da ribellioni e rivoluzioni continue contro lo stesso ordine naturale e divino che precede e condiziona la vita terrena; la rivoluzione intesa come volontà umana che si ritiene libera d’invertire questo senso e ordine. Lo fa col nuovo «cogito» per cui il creato va liberato dai suoi moti assassini – terremoti, malattie, sicità, tempeste. Ora, se Dio può farlo, ma non lo vuole non è buono; se lo vuole fare, ma non può, non è Dio! Ecco che sarebbe la mente dell’uomo a dover impegnarsi in tale liberazione del mondo e di sé stessa. Siamo al sofisma moderno alla radice dell’ateismo “teologico” sviluppatosi nei tempi di Voltaire e compagni in cosiderazione del gran terremoto di Lisbona del 1755 nella festa d’OgniSanti, ancora testimoniato dalla chiesa sventrata del Convento do Carmo.

Bastava ieri, come basta oggi, saper rispondere cristianamente alla questione atavica sul dolore e sulla morte, “prova” di questa vita non sempre dovuta ai cataclismi, ma che non li esclude.

Piuttosto ci deve far pensare quanto viene dagli stessi uomini.

È in questo piano che operò e opera l’intervento divino per frenare i deliramenti umani, intenti a cambiare la natura delle cose e della società invece che la coscienza dell’uomo dal suo interno.

L’illusione dei successivi «cogito» filosofici è lievitata pericolosamente nei tempi dei progressi moderni al punto di partorire il deliramento della “morte di Dio”; deliramento “religioso” amantato da filosofia atea e sviluppatosi come scienza insuperabile.

Basta ricordare le visioni degli ultimi Papi e in speciale quella di San Pio X nella «E Supremi»: “… si deve pur temere che questa perversione degli animi sia una specie di assaggio e quasi un anticipo dei mali che sono previsti per la fine dei tempi; e che “il figlio della perdizione”, di cui parla l’Apostolo, non calchi già queste terre. Con somma audacia, con tanto furore è ovunque aggredita la pietà religiosa, sono contestati i dogmi della fede rivelata, si tenta ostinatamente di sopprimere e cancellare ogni rapporto che intercorre tra l’uomo e Dio! E invero, con un atteggiamento che secondo lo stesso Apostolo è proprio dell’“Anticristo”, l’uomo, con inaudita temerità, prese il posto di Dio, elevandosi “al di sopra di tutto ciò che porta il nome di Dio”; fino al punto che, pur non potendo estinguere completamente in sé la nozione di Dio, rifiuta tuttavia la Sua maestà, e dedica a se stesso, come un tempio, questo mondo visibile e si offre all’adorazione degli altri. “Siede nel tempio di Dio ostentando se stesso come se fosse Dio”. (E Supremi Apostolatus, 4.10.1903).

Allora, mancava soltanto “liquidare” l’Idea cristiana con l’autorità che rappresenta Dio in terra per arrivare ai più evoluti frutti di un mirabile nuovo «ordine mondiale», nato con l’illuminismo!

Tali nuove idee utopiche si sono dimostrate nefaste attraverso interminabili guerre internazionali e delitti nel piano della sacralità della vita umana con le rotture e aborti nel piano famigliare.

Eppure il biasimo pubblico che si è sentito perfino da parte di prelati, come Ratzinger, Benedetto 16ª, ad Auschwitz: – dove eri nascosto in quei giorni? Un biasimo rivolto a Dio!

Eccoci al nostro tema: per evitare di arrivare a tale mentalità nello stesso ambito del Cattolicesimo era richiesto un grande intervento soprannaturale che sanasse le storture letali di un nuovo disordine religioso crescente a livelli mai visti. Solo Dio, che sa e vuole salvare gli uomini poteva suscitare l’intervento profetico che portasse gli uomini alla conversione.

 

La profezia di Fatima ha parte in quest’intervento?
Il Cristianesimo è la religione dell’intervento divino nella polis terrena attraverso la mediazione redentrice di Gesù Cristo, che dopo la Sua ascenzione ha lasciato la Chiesa per rappreserntarLo.

Il Suo Vicario avrebbe quindi fatto la politica nel suo più alto senso, quello di Cristo, per il bene dell’intera umanità. Sarebbe, però, per questa ragione, il bersaglio finale della rivoluzione “metafisica” che intendeva “liquidare” il Cristianesimo e l’autorità che rappresenta Dio in terra, per produrre i suoi frutti d’apostasia.

Ormai si tratta di un tragico corso storico vissuto dalle ultime generazioni di un’umanità sempre più allo sbando civile e religioso. E oggi sappiamo che il Segreto di Fatima tratta proprio di questo.

Il noto mariologo padre Gabriele Roschini colloca così la questione di fede: «E’ discusso se nella mediazione mariana, oltre la causalità morale (quella d’intercessione), sia da ammettere pure la causalità fisica strumentale [quella d’intervenzione?] («Dizionario di Mariologia», Studium, Roma, 1961, pagina 349; EC, volume XIII, pagina 576). Non è quindi idea senza base dire che la politica del bene della «polis» universale è quella del Messaggio di Fatima.

Per attuarla la Madonna, alla vigilia della rivoluzione bolscevica, ha affidato ai tre pastorelli di Fatima il «segreto» che avvertiva degli «errori sparsi dalla Russia» e dei pericoli immani per gli uomini, se essi non fossero tornati alla retta via. Dopo la rovinosa Prima Guerra Mondiale, sarebbe venuta «l’altra guerra peggiore». Se nemmeno dopo questa il mondo rivedesse le sue vie, ci sarebbe un terzo flagello, più devastante delle guerre, talmente subdolo da rimanere segreto e quindi incomprensibile per lungo tempo a quanti dimenticano la visione cattolica per cui niente può essere più letale per l’umanità che la «soppressione» del Pastore della Chiesa di Dio con la conseguente apostasia universale.
A questo punto si può negare la necessità dell’intervento divino nella vita umana in terra? Nella Rivelazione esso è avvenuto attraverso la partecipazione di Maria, il che ha portato i padri e i santi della Chiesa a parlare della sua continuazione negli ultimi tempi. Siamo alla questione centrale del Segreto riguardante una persecuzione politica inaudita in seguito al «grande segno che Dio vi dà che sta per castigare il mondo per i suoi crimini, per mezzo della guerra, della fame e delle persecuzioni alla Chiesa e al Santo Padre». Era profetizzata la «soppressione» del “Pastore colpito”, equivalente al ritiro del potere divino per un tempo? Oggi lo sappiamo perché una volta “tolto di mezzo” il potere che faceva ostacolo agli errori del mondo, esso sarebbe avviato a un disastro politico peggiore delle grandi guerre. Infatti, perseguitando l’ordine naturale e divino in terra il mondo, in nome della libertà, si fa svanire l’amore al bene e alla verità che regge ogni società umana: il mondo privo dall’autorità della legge divina è irretito da errori e da delitti. Il mistero del terzo segreto si rende chiaro solo alla luce di questa “liquidazione” dell’autorità religiosa che causa la grande apostasia.

 

L’evento di Fatima è l’atteso “intervento” di Maria
L’attenzione di Maria all’operato del Papa («katéchon»), che nel 1917 non era più l’intrepido san Pio X, ma il diplomatico Benedetto XV. Quest’ultimo aveva il gran merito d’essere legato proprio a quella verità di fede che la Chiesa tardava a proclamare: la mediazione universale di Maria, allacciata per forza anche alle Sue apparizioni negli ultimi tempi.
Papa Benedetto XV diceva nel Discorso «E’ pur troppo vero» (24 dicembre 1915), «Ella è l’aurora pacis rutilans fra le tenebre del mondo sconvolto … Ella è Colei che, sempre intervenuta a scampo della gemente umanità nell’ora del pericolo, più celere precorrerà ora al nostro dimandare, Madre a tanti orfani, Avvocata in così tremenda rovina».

L’appello papale è del 5 maggio 1917. La risposta della Madre di Dio è venuta il 13 maggio 1917 a Fatima, con un messaggio per la pace e la conversione del mondo alla Fede rivelata da Dio.

Come si è visto, però, non è stata dovutamente accolta e non vi è stata pace nel mondo.

Così, da quando anche la terza parte del «segreto» – che sarebbe più chiara nel 1960 – fu censurata da Giovanni 23, divenne possibile inoculare nelle anime le idee ecumeniste in nome della Chiesa e del Papa. Ma poiché questa falsa evangelizzazione corrompe la Religione rivelata, con ciò allontana del tutto da Dio”.

Un «papa ecumenista», un vicario di Cristo che allontana da Dio e promuove la sconversione a Cristo? Non esiste; non è papa. Il vero Papa si lascerebbe sparare prima di permettere l’allontanamento dei popoli dalla Religione rivelata con l’idea che tutte le religioni sono parimenti buone e uguali.

Ecco la necessità di capire la visione del Terzo Segreto, dell’eccidio del Papato cattolico che, come il Messaggio di Fatima, chiama alle vere conversioni.

Nel 1960 già si capiva che Giovanni 23 avrebbe operato con idee ecumeniste avverse alla Profezia «di sciagure» della Madonna di Fatima, che ha voluto censurare.

Tale manipolazione della verità è continuata con gli altri «papi conciliari» e già si prevede che sarà accentuata con Bergoglio.

Ecco che solo giungendo alla chiarezza di questa realtà, dell’eliminazione» per un tempo del Papa cattolico, si può intraprendere una vera resistenza alla falsa chiesa ecumenista del falso papa e con preghiere e testimonianze operare affinché il Vaticano conciliare sia esorcizzato per il ritorno del Papa cattolico, il Vicario di Gesù Redentore, che solo può salvare!

10 Risposte

  • La SS Vergine alla beata Teresa Musco: il 3° segreto di Fatima.

    3 Gennaio 1951: “Voglio dirti che il mondo è così cattivo. Sono apparsa nel Portogallo dando messaggi, e NESSUNO MI HA ASCOLTATO, e a Lourdes, alla Salette, ma pochi cuori duri si sono ravveduti. Anche a te voglio dire tante cose che affliggono il Mio Cuore. Voglio parlarti del terzo segreto di Fatima che diedi a Lucia e ti dico che DA TEMPO È STATO LETTO, MA NESSUNO SI È PRONUNCIATO”.

    NOTA: La Madonna, di seguito poi predice il pellegrinaggio del Santo Padre Paolo VI a Fatima, ove inviterà tutto il mondo alla preghiera ed alla penitenza. Aggiunge poi che il Papa NON OSERA’ PARLARE DEL SEGRETO, perché è SPAVENTOSO.

    “Il mondo cammina verso una grande rovina […] il popolo si sbizzarrisce sempre di più […] FUOCO E FUMO SCONVOLGERA’ IL MONDO LE ACQUE DEGLI OCEANI DIVENTERANNO FUOCO E VAPORE, LA SCHIUMA SI INNALZERA’, SCONVOLGENDO L’EUROPA, E AFFONDERA’ TUTTO IN UNA LAVA DI FUOCO, E MILIONI DI UOMINI E BAMBINI PERIRANNO NEL FUOCO, E I POCHI ELETTI RIMASTI INVIDIERANNO I MORTI, PERCHÈ DA QUALUNQUE PARTE SI VOLGERA’ LO SGUARDO, NON SI VEDRA’ ALTRO CHE SANGUE E MORTI E ROVINE IN TUTTO IL MONDO”. (Diario, pag. 370).
    Figlia Mia, offri tutto quello che ti capita di soffrire per i sacerdoti, perché non capiscono più quale sia la volontà di Dio. Quei pochissimi che sono rimasti fedeli a Me, hanno tanta paura di esporsi, e così continueranno a vivere fin quando Mio Figlio deciderà.
    La Mia Casa sta percorrendo un brutto momento: quelli che vi comandano si avviano verso le tenebre, perché la comodità che hanno è tanta…danno troppo retta alla carne, e mettono a tacere lo spirito. Io ti raccomando, figlia, prega per loro, che tanto ne hanno bisogno! E se nella tua vita passerà un’ora della giornata senza aver pregato per i figli miei prediletti, sappi che è una giornata perduta nella tua vita!…
    “Parla Gesù”: Io sanguinerò per i sacerdoti, lascerò cadere su di loro il Mio Sangue e quello della Mamma Mia adoratissima. Mi basta la fedeltà di uno di loro per far conoscere loro il medicamento divino.
    “Parla la Madonna”:Vedrai quanti sacerdoti, figli prediletti del Mio diletto Figlio, CHE RINNEGANO LA PRESENZA DI LUI, MOLTI SI SVESTONO PER ANDARSENE VIA. Sappi, figlia, che ci vogliono molte anime che si offrono vittime per i sacerdoti. Molti di loro si oppongono ai loro vescovi, e molti non ammettono neanche di aver sbagliato. Offri, soffri, prega per loro.
    http://www.mariadinazareth.it/apparizione%20caiazzo.htm

  • Carissimo Rollo, consiglio anche a lei di usare la stessa droga del Dr. Arai, vedrà che poi si sentirà molto meglio.

  • Rollo è il troll-pollo del blog. Strano, poichè anche i polli hanno cervello, ma i troll-polli di certo non lo usano…

    Grazie Arai di questo articolo che, come gli altri, leggo sempre volentieri !

  • La Vera Chiesa ha il dovere di affermare che il deposito
    della Verità è in Cristo e solo in Lui.
    Coloro che sono nell’errore devono essere trattati con carità
    tentando per quanto possibile di far loro comprendere
    l’infinita bellezza del Dio incarnato.
    L’immagine del pontefice che si pavoneggia tra folle isteriche che lo idolatrano solo perché porta un anello d’argento anziché d’oro,
    mi da l’idea di un deserto arido.

  • Rollo senz’ altro appartiene a quella misera schiera degli UAAR; a parte questo, volevo far presente il caso di Suor Giuseppina di 97 anni morta lo stesso giorno (13 maggio) dell’ apparizione a Fatima della Vergine Maria a Bassano; sul braccio destro della suora è apparsa, dopo la morte, la scritta Maria.
    Per i particolari vedere su “gazzettino.it”. Io penso che sia il richiamo del monito che Nostra Santa Madre fece nel 1917 e questo vale anche per tutti i Rollo!

  • mi addolare il vedere osannare Bergoglio
    come se fosse Dio,mi addolora che anche molti ministri non sanno conoscere i frutti di Bergoglio
    e la sua ambiquità ,mi addolora a sentire durante la santa messa in comunione a papa francesco per le eresie che trasmette e anche perchè non è canonicamente eletto e midispiace per chi chiude cli occhi alle profezie della beata A.C. Emmerik e s. Francesco di Assisi ella sacra scrittura e mi dispice per quelli che fanno parte di alcuni movimenti come il r.n.s.che sono pieni di loro stessi che dicono che il papa può legare e sciogliere compresi i comandamanti. E’ confusione .la preghiera ,il santo rosario e l?eucarestia sono la vera arma contro il nemico .

  • Tutte le guerre più temibile che abbiamo visto sono state causate da desideri di dittatura. Quando la dittatura assume una forma spirituale essa tende a dominare la religione. Quando la prima dittatura fu sconfitta per via della grande vergogna, anche la Chiesa si è scusata ma in realtà chi doveva scusarsi era la Chiesa cristiana e non quella Cattolica. Va bene! Facciamo finta che è colpa di tutti. L’ultima piaga che si è venuta a verificare, e come viene detto in questo sito web, è una piaga di flagello segreto. Quale è questo flagello? Ce ne sono molti ma certamente questa volta è un flagello che i cristiani si sono cercati da soli perchè hanno ancora amato la dittatura. Il flagello è segreto perchè la Chiesa Cristiana si è impegnata a non fare guerre ma lo spirito tedesco dei fedeli, il loro forte desiderio di dominare gli altri gli fa desiderare potere alla legge. Essi si indeboliscono, i loro figli divengono fragili come le farfalle e le malattie colpiscono i bambini. Ma non c’è dubbio che questo tipo di flagello si può solo spiegare e non risolvere perchè è voluto. Chi combatte questo flagello in altre maniere va a causare altri danni, forse come l’ISIS. Ma resta chiaro il fatto che hitler si è fatto la pancia con milioni di morti di bambini. Bisogna stare molto, molto attenti a non permettere traffici di droga arabi perchè hilter potrebbe rinforzare i carabinieri che combattono la droga ed i guai sono peggiori.

  • Correggo qui il mio commento specificando che la dittatura non è necessariamente quella sola che impone leggi di obbligo ma è anche quella che permette lo spargimento di droghe per mano dei ricchi che si presentano come drogati educati in altre nazioni. Sono i nuovi drogati con colletti bianchi. Dietro di loro vi è la conquista commerciale, le accuse contro altri popoli per non permettere la libertà di scelta ma in realtà la libertà che propongono è prostituzione delle donne.

  • Molti mali del mondo credo che stiano venendo per non avere rispettato i Santi durante le masse. Mi chiedo spesso perché dei preti debbano versarsi sulle Sacre Scritture ed appoggiarsi alla Vergine Maria mentre tale tipo di messa va circoscritta nelle chiese evangeliche cristiane e fatte da ministri cristiani. L’apostasia può derivare proprio da questo fatto, da preti che vorrebbero divenire poliziotti simili ai ministri cristiani ed il tutto potrebbe avere origine dal desiderio di conquista dei mass-media ed al tentativo di offrire spazio in una massa dove i politici peggiori possano partecipare. Tali masse sono talmente scarne di benedizione che persino i Carabinieri possono entrarvi: un corpo essenzialmente francese e fuori luogo. Nelle scritture è scritto di obbedire al governo e non di manometterlo ma chi legge le sacre scritture nelle Chiese Cattoliche non fa altro che cooperare alla manomissione dell’ordine del governo. Infatti, se non fossero ubriachi di tale vino ci si accorgerebbe che l’energia atomica è la prima causa di ogni problema di fede e di crimine nel mondo.

  • L’apostasia degli ultimi tempi, prima del millennio felice:
    Nel 1958, con la morte di Pio XII, l’Ultimo papa cum dignitate, non c’è più stato un katéchon, che trattenesse la Chiesa dall’Apostasia.
    Sono così finiti i tempi dei gentili e sul trono di Pietro si sono insediati successivamente, Giovanni XXIII, Paolo VI, Giovanni Paolo I, Giovanni Paolo II, Benedetto XVI, tutti veri antipapa.
    Infine la Massoneria ha insediato come falso papa l’uomo iniquo FRANCESCO, altrimenti detto uomo dell’illegalità, (II tessalonicesi “: 3-12). Questi sta promuovendo l’Apostasia dalla fede Cristiana e cattolica di sempre, per formare la religione unica di Satana.
    Mancano ora solo l’ascesa dell’Anticristo al governo mondiale, la conversione dell’Israele sano al vero Messia Gesù Cristo e il falso annuncio di vera Pace e Sicurezza da parte dell’Anticristo, con la caduta immediata nella grande tribolazione.
    Quindi Cristo verrà a salvare i suoi dalla fine del mondo, per istituire invece il suo millennio felice che ci porterà infine nel Regno di Dio Padre eterno.
    La Madonna conferma: “non verrà la fine del mondo, ma verrà mio figlio a fermarla” e a portare la salvezza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *