Statua a Satana davanti al Parlamento dell’Oklahoma, in Usa.

 

Segnalazione di Marco Bonazzi

 

satana

 USA: pronta la statua di Satana per il Parlamento. Ecco le FOTO

Questa è la statua che sarà messa davanti al Parlamento dell’Oklahoma. Così chi vuole potrà sedersi «in grembo a Satana»

– di Leone Grotti –

 

 

La statua alta poco più di due metri sarà posta dai satanisti davanti al Parlamento a prescindere dalle autorizzazioni. «Lo Stato non può discriminare il nostro punto di vista»

Ancora non si sa se il gruppo satanico di New York The Satanic Temple otterrà il permesso dal governo dell’Oklahoma di posizionare una statua davanti al Parlamento dello Stato, intanto però il gruppo ha ultimato una raccolta fondi per costruirla e un artista l’ha ultimata.

 

RACCOLTA FONDI. Davanti al Parlamento dell’Oklahoma compare oggi una statua che raffigura i Dieci comandamenti. Dopo che un’associazione ha fatto causa per far rimuovere il simbolo che riflette le radici giudaico-cristiane dello Stato americano, il governo ha deciso di aprire i terreni attorno al Parlamento per costruire un nuovo monumento.

Anche i satanisti hanno presentato il loro progetto e in attesa di sapere se sarà approvato hanno raccolto 28 mila dollari tra i loro affiliati e non, e costruito la statua.

 

«PUNTI DI VISTA». Questa rappresenta Satana nelle vesti di Bafometto, con le corna e il volto da caprone, mentre educa alcuni bambini sorridenti, seduto con alle spalle una pietra con impressa la stella satanica. Vista in anteprima da Vice (che ci ha concesso gentilmente la pubblicazione delle foto, ndr), la statua alta poco più di due metri sarà posta dai satanisti davanti al Parlamento, a prescindere dalle autorizzazioni.
«Anche noi vogliamo mettere il nostro monumento come hanno fatto con i Dieci comandamenti», dichiara il portavoce dei satanisti Lucien Greaves. «Lo Stato non può discriminare il nostro punto di vista: se ha aperto le porte a loro, deve aprirle anche a noi».

 

«SEDERSI IN GREMBO A SATANA». La statua è stata costruita in modo tale da avere «anche uno scopo funzionale di sedia, così che persone di tutte le età potranno sedersi in grembo a Satana». Inutili le proteste di quei parlamentari che hanno cercato di affermare che c’è una bella differenza tra i Dieci comandamenti dati da Dio all’uomo e Satana, tra un bene da difendere e un male da cui difendersi: questa battaglia è persa già da tempo negli Stati Uniti.

 

Fonte:  http://www.informarexresistere.fr/2014/05/03/usa-pronta-la-statua-di-satana-per-il-parlamento-ecco-le-foto/Informare per resistere – 3 maggio 2014

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2 Risposte

  • Essere satanisti significa non conoscere il satanismo,
    scherzano con satana, se lo incontrassero veramente
    morirebbero dalla paura, Gesù figlio di Dio ha vinto satana,
    su di lui il principe del male non ha potere, ma su di noi
    uomini, creature fragili satana ha molto potere; possessioni,
    tentazioni mentali a commettere gravi peccati, malattie,
    disgrazie, degrado morale, comportamento violento,
    attaccamento ai vizi, fumo, alcol, droghe, perversioni sessuali. Per via di logica chi è satanista difende il male,
    il peccato, le trasgressioni dei comandamenti divini,
    quindi diventa, peccatore, stregone, pericolo sociale,
    spazzatura, delinquente, criminale, nemico della società e dello stato. Una statua di satana, è comune nelle sedi massoniche, ma è una contraddizione davanti al parlamento,
    che si propone tutto l’opposto del satanismo, riguardo, mondo, società, stato.Molta gente è ignorante ed ipocrita,
    l’ignoranza è il padre di tutti i mali!

  • Perfettamente d’accordo, ma su un punto dissento. Il parlamento di uno degli States NON rappresenta una contraddizione rispetto al satanismo, anzi! Gli USA sono il centro ‘ideale’ del satanismo stesso: liberal, democratici, etc. (cfr. già Leone XIII). Quindi è inesatto affermare che quel parlamento “…si propone tutto l’opposto del satanismo”. Anche se sarebbe auspicabile – ne convengo, ovviamente – che un organo politico provvedesse al bene comune, non è certo questo il caso in cui ciò avviene (neanche in Italia, naturalmente: in nessun paese di ordinamento laico). Solo per la precisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *