Bergoglio si fa benedire da un eretico, scismatico, privo persino della validità dell’ordine

del Centro Studi Federici

PAPOCCHIOL’ennesimo scandalo di Jorge M. Bergoglio

 Nella fotografia qui a lato, scattata il 16 giugno 2014, sono rappresentati Jorge Mario Bergoglio, che si dichiara vescovo di Roma, e Justin Welby, il quale pretende essere arcivescovo di Canterbury, ed è primate della comunione anglicana.

Con la Bolla “Apostolicae curae” del 18 settembre 1896, Papa Leone XIII – confermando le sentenze dei suoi predecessori – ha solennemente dichiarato che le ordinazioni anglicane sono assolutamente invalide.

Ne segue che Justin Welby non solo è – in quanto anglicano – eretico e scismatico notorio, ma non è – in alcun modo – validamente ordinato: non è sacerdote e non è vescovo.

Eppure, nella fotografia che tutti possono vedere, Justin Welby benedice – come solo un sacerdote o un vescovo possono fare – Jorge Mario Bergoglio, che ha chiesto detta benedizione e la accetta facendo il segno della croce.

Jorge Mario Bergoglio non ha dichiarato esplicitamente che non crede nella bolla di Leone XIII sull’invalidità delle ordinazioni anglicane. Ma nella stesso tempo, con i suoi gesti e il suo modo di agire, ha manifestato esteriormente tale convinzione.

Egli non è nuovo a questi gesti simbolici (quando celebra, ad esempio, non si inginocchia alla consacrazione) coi quali esprime – è lecito supporlo – ciò che pensa e ciò che desidera che gli altri pensino.

Per di più, se è vera – com’è vera –  la parola della Sacra Scrittura (“Ora, senza contraddizione, è l’inferiore che è benedetto dal superiore” Ebrei 7, 7) Bergoglio vuol far credere – coi fatti – che il Successore di Pietro è non solo eguale ma persino inferiore ad un vescovo, abbassando ed umiliando ancora una volta non la sua persona, ma la funzione che – agli occhi del mondo ma non certo di Dio – egli dovrebbe rappresentare.

Un ennesimo scandalo – nel senso letterale del termine – di fronte al quale, come cattolici che vogliono conservare la Fede, non possiamo tacere. 

Il Centro Studi Giuseppe Federici

http://federiciblog.altervista.org/2014/06/19/lennesimo-scandalo-di-jorge-m-bergoglio/

 

 

5 Risposte

  • Qui siamo all’assurdo. Questa inversione del senso delle cose sa tanto di satanismo. Ma se dico queste cose con i cattolici della mia parrocchia mi prendo dell’eretico.

  • Non criticatelo nell’unica cosa giusta che fa: quella di andare a farsi benedire!

  • La soluzione è non frequentare quella parrocchia in quanto, per lo meno, favens haeresim.

  • Chi ricopre l’incarico di successore di Pietro e non si inginocchia davanti al Santissimo Sacramento………….è al servizio di satana!
    L’abominio è seduto nel luogo Santo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *