Di Redazione

 

CHIUSO PER FALLIMENTOSempre molto più facile per tutti, centri, pseudo-destre, centrodesti, centrosininistri, leghisti aumentare le tasse anziché tagliare le spese inutili e investire nel commercio e nel turismo…ed ecco i risultati: 17 giugno – Nei primi cinque mesi del 2014 hanno chiuso 53.000 esercizi nei settori del commercio e del turismo. A lanciare l’allarme è Confesercenti in occasione dell’assemblea annuale. Le nuove aperture, pari a 32.230 unità, non hanno compensato l’emorragia e il saldo è risultato così negativo per oltre 20.000 unità.

 

”L’inasprimento del fisco e la crisi del mercato interno continuano a farsi sentire su Commercio e turismo, diminuendo ricavi e redditi medi e accelerando l’emorragia di chiusure”. 

Fonte: ilnord.it