Kyenge ancora alla carica: “Migranti partono sani ma si ammalano in Italia”

 

Segnalazione Quelsi

 

by Girolamo Minotto

 

KYENGEE’ una risposta tanto importante quanto non valorizzata quella che l’ex ministro dell’Integrazione Kashetu Kyenge detta Cecile fornisce ad un giornalista del Fatto.
Come si vede nel video, a domanda diretta sulla presa di posizione di Grillo (“immigrati portano malattie come la Tbc”), Kyenge risponde che i migranti partono sani (“più forti”) ma poi si debilitano durante il viaggio e possono prendere le malattie addirittura dopo il loro arrivo in Italia. Si sofferma in seguito in un’analisi sulla Lega e sul razzismo, sostenendo che il Movimento 5 Stelle non sia razzista come il Carroccio. Non facile da comprendere la super-cazzola finale anche per qualche anacoluto di troppo, assolutamente comprensibile invece la prima risposta.

Certo, da Cecile Kyenge non ci aspettavamo una presa di posizione così anti-immigrazione. Se l’ex Ministro avesse ragione e quindi la causa delle malattie vere o presunte che colpiscono i migranti fossero davvero i “viaggi della speranza”, le mosse per tutelare la salute sarebbero semplici: annullare Mare Nostrum e bloccare gli sbarchi sul nascere. O no, Kyenge?
Autogol.

Girolamo Minotto | settembre 8, 2014 alle 12:30 pm | Etichette: immigratikyengemalattie | Categorie: ItaliaPolitica ed Economia | URL: http://wp.me/p3RTK9-5nE

 

 

 

2 Risposte

  • visto che si ammalano venendo in talia, se ne possono tornare nei loro paesi di origine, nessuno li trattiene, la Kyenge con tutti i suoi amici migranti andate quanto prima, cosi non vi ammalate

  • Infatti , non sia mai che periscano a causa di questa terra maledetta che è l’Europa , rea di aver fatto da bastione al Cristianesimo .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *