Più indignazione per Daniza che per le suore in Burundi. Ma la vita umana vale più di quella di un animale

 

Segnalazione Quelsi

 

by Redazione

 

ORSALo sapevo, eh, che mi facevo del male. Quando ho twittato questo: “Avrei voluto vedere la stessa indignazione e dolore di singoli e partiti per la povera orsa il giorno delle tre suore macellate in Burundi”. Apriti cielo (anche tanti commenti positivi, però). Allora, visto che oggi ci appassioniamo all’orsa, a quanto pare, provo a ridirlo usando qualche carattere in più. Primo, chiariamo che la religione non c’entra niente. Non so neanche se quelle tre povere suore sono state ammazzate per motivi religiosi o no, non è certo mi sembra e comunque non è il punto. Io sono contraria a macellare le persone più che ad ammazzare gli animali, va bene? Possiamo fare anche un altro esempio, se non vi piacciono le suore; ma no, non credo che le due cose – vite di persone e vite di animali – stiano sullo stesso piano. Povera orsa, ma il valore di una vita umana per me è più grande di quello della vita di un animale, anzi non è paragonabile. Mi capita di schiacciare una zanzara se mi dà fastidio, mentre evito di ammazzare le persone, anche se mi danno fastidio.

È dai tempi delle caverne che gli uomini ammazzano gli animali pericolosi, se ci riescono, anche per evitare di essere ammazzati loro. Siccome poi non siamo più ai tempi delle caverne, nel caso dell’orsa si era deciso per l’anestetico e la cattura, ma qualcosa è andato male. Qualcuno ha sbagliato ed è responsabile di quella morte? Qualcuno l’ha fatto apposta? E va bene, apriamo un’indagine, approfondiamo. Ma non mi pare che si chiedano le dimissioni del ministro della Sanità o si organizzino presidi in piazza quando un bambino muore sotto i ferri, magari perché è allergico all’anestesia. E mi sembra più grave la morte di un bambino che la morte di un’orsa, insisto.

L’orsa difendeva i suoi piccoli da un molesto e curioso cercatore di funghi che lei percepiva come minaccia (cercatore di funghi che peraltro ha ricevuto minacce di morte, pare. Da parte di esseri umani, non dagli orsi). Va bene, e se domani l’orsa percepisse come minaccia un gruppo di scout in gita e per difenderli li aggredisse che facciamo? Piangiamo dopo? La chiamiamo “orsa assassina”? (Non vi piacciono gli scout, troppo cattolici? Ok, rettifico: “bambini”).

Ma non si tratta nemmeno di questo, in fondo, non mi voglio addentrare neanche nel dibattito. Il punto è che se gli esseri umani si commuovono e si indignano più per la sorte di un animale che per la sorte degli altri esseri umani, per me c’è qualcosa di strano. Di patologico direi.

Tutti gli esseri viventi sono preziosi in quanto tali, ma la vita umana ha un valore diverso da quello della vita di qualsiasi altro essere vivente. Non c’è bisogno di essere cattolici per pensarla così, e non c’è bisogno nemmeno di sapere cosa è stato l’umanesimo. Io per esempio non so se Fernando Savater sia cattolico, so che è un filosofo piuttosto libertario e anticonformista: sentite cos’ha detto a Matteo Nucci in questo pezzo che per un colpo di fortuna (un filosofo ci voleva, qui) mi è stato segnalato nel corso dell’incredibile flame che si è scatenato su questa faccenda dell’orsa e proprio mentre scrivo questo post: «Non distinguere gli uomini dagli altri esseri viventi è nefasto. Perché la morale riguarda solo gli esseri umani. Purtroppo però ormai si tende a scambiare la morale con la compassione. Ora, la compassione è un sentimento buono, per carità, e tuttavia non è la morale.

Vede, è molto più semplice di quanto si creda. Mettiamo che passeggiando trovo un passerotto caduto dal nido. So che è in pericolo e poiché sono persona compassionevole, lo raccolgo e lo metto in salvo. Questo è molto bello. Ma è ben diverso dal caso in cui io mi imbattessi in un neonato abbandonato per strada. Lì non si tratta di compassione. Io ho il dovere morale di occuparmene. (…) I veri barbari sono coloro che non distinguono uomini e animali. Caligola che fece senatore un cavallo e uccise centinaia di persone che non apprezzava. Quello era un barbaro. Perché trattava gli uomini come gli animali e gli animali come gli uomini». Io sono d’accordo. E leggetelo tutto l’articolo, è molto bello.

di Chiara Geloni

Redazione | settembre 13, 2014 alle 9:02 am | Categorie: Dall’Italia | URL:http://wp.me/p3RTK9-5pq

 

 

13 Risposte

  • Ogni singolo omicidio (aborto ed eutanasia compresi) è infinitamente più grave dell’uccisione di qualunque animale!
    Si è ormai arrivati alla DEMENZA MORALE collettiva, con inversione totale della scala dei valori!!

  • Fossero anche atei o buddisti, gli esseri umani restano infinitamente più importanti degli animali, o tu ritieni degni di vivere soltanto i sedevacantisti?
    Domanda retorica ovviamente, da questo commento a da quello che hai lasciato il 5 agosto, si capisce subito che sei un troll (o dovrei dire (t)rollo?, lo stile e l’idiozia sono gli stessi)!

  • Gli uomini oggi sono bambinoni, giocano, scherzano, l’orsa gli ricorda il loro orsacchiotto di peluche, guai a toccarlo . Gli italiani sono diventati più superficiali, potrebbero far proteste contro le sanzioni alla Russia, riguarda la loro economia decadente, non lo fanno, perché sono bambinoni. Sulle suore uccise in Burundi, non c’è stata quella campana mediatica, nemmeno da parte della stampa cattolica. Cosa dire anche dei giornalisti americani e l’operatore inglese, decapitati dall’Isis, fosse capitato 20 anni fa sarebbe accaduto la tempesta di proteste , invece c’è stato poco clamore come per i cristiani cacciati via ed uccisi dai loro paesi in Siria e Iraq.

  • Il fatto che queste persone travestiti da sacerdoti,frati,suore,etc.. non siano li’ per convertire in nome di Nostro Signore Gesu’ Cristo e professino una falsa fede Onusiana e’ cosa grave!!!Ci siam dimenticati dei veri Gesuiti,Domenicani,Francescani,etc che venivano massacrati per la loro opera di conversione delle persone al di fuori della Chiesa. Questi pseudosacerdoti,suore,et.,son fuori dalla Chiesa.Fan parte della Controchiesa rappresentata da chi in questo momento OCCUPA il soglio di Pietro.Caro Diego hai preso un granchio!!! Evidentemente non hai capito la tragica situazione attuale in cui versa Santa Romana Chiesa!!! E hai sbagliato sito e blog! Viva Cristo Re!!!

  • Nessun Cattolico oserebbe ironizzare sulla morte di 3 persone come hai fatto tu!
    Invito il Signor Castagna a leggere il commento postato da crociato il 5 agosto…sembra proprio che ciò che dice non lo dica per convinzione personale ma che stia simulando!
    Se poi Lei, caro Signor Castagna, conosce personalmente questa persona vorrà dire che mi sono sbagliato ma se non lo conosce Le suggerisco di fare tutti i controlli possibili.
    A me risulta che abbia iniziato a commentare questo sito il 5 agosto, non molto tempo dopo la “scomparsa” di rollo!

  • La vicenda delle suore ammazzate e’ cosa grave ma non fu, sembra, uccise in odio alla fede cristiana, ma per altre ragioni.
    Controllo delle emozioni, Diego !
    La frase di Crociato era una provocazione per ricordare l’attuale, ovvero che troppi religiosi odierni non sono in missione per annunciare Cristo ed il Vangelo, ma per fare opera sociale E BASTA !
    Essendo ora in terra di missione, gia’ ho discusso ampiamentecon missionari sulla situazione ecclesiale che NON vogliono vedere per non turbare il loro tran-tran !!!!!!!

  • Caro Diego,ma Lei da che parte sta? Anche noi Cattolici-tradizionalisti-sedevacantisti siamo perseguitati.E questo perche’ vogliamo essere fedeli a Santa Romana Chiesa,al suo magistero bimillenario e ai Papi e Santi che hanno perpetrato,a volte immolandosi fino all’estremo sacrificio la vera Chiesa Cattolica fino alla nefanda data del Conciliabolovaticansecondo. Ci vengono vietate le Chiese,le Cappelle. Dobbiamo far dire la Santa Messa negli scantinati di palazzi di periferia. Ci son sacerdoti che fanno migliaia di chilometri a settimana per garantire il Sacrificio della Santa Messa e i sacramentali.Lo sa questo? Qui ci sono due Chiese. Quella che si spaccia per la vera,ma che e’ la Controchiesa.E quella difesa a spada tratta da santi sacerdoti che spinti da quell’uomo magnifico che fu Mons.Marcel.Lefebvre continua ad esistere ed esistera’ fino alla fine dei Tempi.E lasci in pace il Signor Castagna. Le consiglio altri siti piu’ conciliari ed ecumenici. Buona giornata . Viva Cristo Re!

  • Caro Mardunolbo, potrebbe avere ragione Lei ma le affermazioni di Crociato sembrano artificiose e non spontanee, è vero che c’è crisi anche nella Missione ma Crociato ha ironizzato sulla morte di ESSERI UMANI!
    Secondo me va tenuto d’occhio attentamente!

  • Lasci stare anche anche Mardunolbo.Non riesce a ragionar da solo? La realta’ e’ triste ma e’ questa!!! Se ha fatto gli Esercizi di S.Ignazio( dubito) nella forma predicata da Padre Vallet dovrebbe aver capito sotto quale “stendardo” stare!!! Nostro Signore ha detto chiaramente:Si’ Si’ No No. Non ci son vie di mezzo!!! Cristo Imperi!!!

  • Mardunolbo si è rivolto a me e io gli ho risposto, non ho chiesto pareri quindi la tua domanda “Non riesce a ragionar da solo?” è priva di senso logico!
    So ragionare da solo a tal punto da averti infastidito, i tuoi tentativi di “isolarmi” sono patetici e inutili: dimostrano solo che mi temi ma ora sei sotto controllo, mio e probabilmente anche di qualcun altro!
    Consiglio a TUTTI di leggere il commento di crociato del 5 agosto: quelle domande sono chiaramente simulate, sembra che voglia prenderci in giro; comunque il tempo ci dirà chi aveva ragione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *