Segnalazione del Centro Studi Federici

 

Un fiore per gli zuavi

 

zuavo_veranoI corpi degli ufficiali e dei soldati pontifici caduti durante le diverse battaglie (Castelfidardo 1860, Agro Romano 1867, difesa di Roma 1870) furono sepolti nelle città e nelle nazioni di provenienza. Alcuni invece riposano a Roma e in altre località del Lazio, in tombe abbandonate e dimenticate.

IN OCCASIONE DEL PROSSIMO 20 SETTEMBRE INVITIAMO A PORTARE UN FIORE SULLA TOMBE DEI CROCIATI DI PIO IX, CADUTI PER LA LA CHIESA E IL PAPATO.

 Anche nelle altre città si potrebbero ricordare i soldati del Papa Re deponendo dei fiori in un luogo ritenuto idoneo.

LE TOMBE DIMENTICATE

I dati che seguono sono stati tratti da “L’Avant-Garde”, bollettino dei Discendenti degli Zuavi Pontifici francesi, nn. dal 1997 al 2002.

Il gen. Hermann Kanzler (del Baden-Württemberg, 28/3/1822 – Roma 5/1/1888), Comandante in capo delle truppe pontificie e Pro-Ministro delle Armi, dopo il 20 settembre volle rimanere a Roma. E’ sepolto in una cappella al Cimitero del Verano (la prima della fila sotto la Rupe Caracciolo, dietro la chiesa del cimitero), insieme alla moglie Laura dei Conti Vannutelli e al figlio, Rodolfo. Accanto vi è una cappella con la tomba di Madame de Charette, moglie di Athanase de Charette, comandante degli Zuavi.

Nelle immediate vicinanze vi sono delle tombe di alcuni militari (tutti francesi):– Paul Saucet, sergente degli Zuavi, nato il 16/11/1842, morì di malattia a Roma il 22/11/1861; partecipò alla battaglia di Castelfidardo, dove salvò la vita al suo capitano, Athanase de Charette.

– Zuavo Achille de Bligny, nato 11/6/1826, si arruolò il 21/2/1861, morì all’ospedale militare di Marino il 27/8/1861; una magnifica scultura raffigurante uno zuavo sovrasta la sua tomba.

– Zuavo Henri Foucault des Bigottières, 9/4/1827, si arruolò il 30/9/1867, fu assassinato un mese dopo a pugnalate da un sicario garibaldino il 25/10/1867 a Trastevere.

– Adéodat e Emmanuel Dufournel. Adèodat, nato il 18/8/1838, si arruolò nel 1860. Capitano degli Zuavi, partecipò alla battaglia di Castelfidardo e alla campagna militare del 1867. Morì il 5/11/1867 in seguito alle ferite riportate. Emmanuel, nato il 22/2/1840, si arruolò col fratello nel 1860. Sottotenente degli Zuavi, morì il 20/10/1867 a Valentino, in seguito alle ferite riportate il giorno precedente nella battaglia di Farnese.

 

Delle tombe di soldati papalini si trovano anche in altre cittadine laziali, dove si svolsero le battaglie del 1867. L’elenco delle località secondo i redattori de “L’Avant-Garde”:

Agnani: nella chiesa di Sant’Antonio.

Albano: nel cimitero.Ceprano: nella chiesa cattedrale.Frascati: nella cattedrale e nel cimitero.

Marino: nella cripta della cattedrale.

Monterotondo: al cimitero. Il Comune a fine ‘800 ha posto una lapide con la scritta: “i mercenari del Papa”.Palombara: nella chiesa dei Cappuccini.

Piverno: nel cimitero.Prossedi: nella chiesa collegiata di sant’Agata.

Sezze: nel convento (di san Francesco?).

Subiaco: nel cimitero.Velletri: nella chiesa di santa Lucia.

Veroli: nella chiesa santa Maria Salomè.

Viterbo: nel cimitero di san Lazzaro.

 

__________________________

 

http://federiciblog.altervista.org/