“Io, disoccupato invalido senza diritti. Il Comune di Milano? Non mi aiuta”

 

NO CENSURA“Ho 57 anni e ho il 67% di invalidità dopo una lunga malattia che mi ha tenuto in ospedale per mesi. Ho perso il lavoro dal gennaio 2013 grazie ai tagli alla sanità del governo Monti. Sto cercando disperatamente un lavoro e nessuno mi tutela, ma allora chi protegge le categorie protette? Ho scritto anche al sindaco di Milano Pisapia, ma non è servito a nulla…”

 

La lettera a Affaritaliani.it

 

Ho 57 anni,sono disoccupato dal 01/01/2013, grazie ai tagli fatti alla sanità dal governo Monti. Dopo una lunga malattia che mi ha tenuto in ospedale per più di due mesi,dal 16/01/2014,sono iscritto nelle liste delle categorie protette,come invalido civile col 67% d’invalidità. Ho lasciato il mio curriculum ad un sacco di agenzie interinali,anche a quelle che si occupano in particolar modo delle categorie protette,sono iscritto a siti web che offrono lavoro,ma al momento ancora niente.

Dopo più di cinque mesi dall’iscrizione all’ufficio per l’impiego delle categorie protette,dopo un mio sollecito,mi hanno finalmente chiamato per fare il colloquio ed il test psicoattitudinale. Mi hanno detto che non posso pretendere un posto di lavoro,visto la situazione attuale dell’economia, ci sono aziende che chiudono,altre che mettono il personale in cassa integrazione,ed altre che non assumono perché anno poco lavoro. Sebbene ci sia una legge,che obbliga le aziende ad assumere personale iscritto nelle liste delle categorie protette,le aziende preferiscono pagare la multa,che gli costa meno,che non assumere e pagare i contributi.

LEGGI TUTTO»»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *