L’incredibile corruzione degli statali, in questo caso dei marescialli dell’esercito de ‘a Repubbblica.

 

Segnalazione di Maurizio-G. Ruggiero

 

ferroRubò in diverse occasioni oltre 250 tonnellate di materiale ferroso destinato a costruire anche un ponte Bailey, nel veronese, e così un maresciallo della Folgore, dopo la condanna a due anni e 8 mesi di reclusione dal tribunale militare (pena ridotta a un mese in appello), si è visto arrivare dalla Corte dei Conti di Venezia una richiesta risarcitoria di due milioni di euro. Nel 2007 si erano verificati furti di ingenti quantitativi di materiale ferroso in alcuni depositi militari del veronese: le indagini non avevano portato a nessun risultato. Ma un giorno, il maresciallo Antonio Anzillotti, 51 anni, di Ceregnano (Rovigo), in forza all’ottavo reggimento Genio Guastatori di Legnano, congedato per motivi disciplinari – per i quali ha patteggiato altri oltre 8 mesi – nel giorno in cui si trovava in malattia, è stato trovato, assieme ad altre due persone, in un deposito di Este (Padova) a caricare ferro su un camion. Nei confronti dei tre scattò una denuncia, ma i due complici furono assolti perchè avevano solo fatto quanto chiesto dal maresciallo, presentandosi loro in divisa, mentre quest’ultimo fu condannato in sede militare nel 2009. Ora la Corte dei Conti ha chiesto ad Anzillotti due milioni di euro: 600 mila per il materiale sottratto, più altri 1.200.000 per il danno d’immagine causato all’amministrazione militare.

 

Fonte: http://www.larena.it/stories/379_citta/889827_chiesti_2_milioni_a_un_militare_che_rubava_ferro_nei_depositi/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *