Siria: distrutto il memoriale del genocidio armeno

 

Segnalazione del Centro Studi Federici

 

MEMORIALEIn Siria i terroristi dell’ISIS hanno distrutto la chiesa-memoriale del genocidio armeno, dove erano custoditi i resti delle vittime dei massacri commessi dai turchi. 

Negli ultimi mesi l’ISIS ha commesso innumerevoli crimini contro i cristiani siriani e iracheni, colpendo anche sciiti e yazidi. Per fortuna i feroci sostenitori del califfato islamico si sono astenuti dal colpire bersagli israeliani.

 

 

 

 

Siria. Stato islamico distrugge la chiesa che commemorava il genocidio a Deir Ezzor, “Auschwitz degli armeni”, di Leone Grotti

 

I terroristi dello Stato islamico hanno demolito la chiesa che includeva al suo interno un monumento commemorativo del genocidio e un mausoleo con i resti delle vittime delle atrocità turche

 

I terroristi dello Stato islamico hanno distrutto la chiesa armena dei Martiri situata nella città siriana di Deir Ezzor. Il luogo di culto era particolarmente importante per gli armeni poiché includeva al suo interno un monumento commemorativo del genocidio e un mausoleo con i resti delle vittime delle atrocità turche.

 

AUSCHWITZ DEGLI ARMENI. La chiesa è meta di pellegrinaggio di migliaia di persone, che ogni 24 aprile ricordano il genocidio. Deir Ezzor è definita “Auschwitz degli armeni” visto che centinaia di migliaia di persone sono morte a Deir Ezzor e nei deserti circostanti dopo essere stati deportati dai turchi. Solo nell’estate del 1916 morirono 200 mila armeni.

 

«ELIMINARE LO STATO ISLAMICO». Il ministro degli Esteri dell’Armenia Edward Nalbandian ha dichiarato attraverso un comunicato: «Condanniamo con forza l’esplosione da parte dei terroristi della chiesa armena dei Martiri, che commemora il genocidio dei martiri armeni. Questo terribile atto di vandalismo contro il santuario mostra ancora una volta la natura brutale del cosiddetto Stato islamico. La comunità internazionale dovrebbe immediatamente fermare ed eliminare questa piaga che minaccia l’umanità civile, dovrebbe fermare i canali che alimentano il gruppo, lo finanziano, lo sostengono e lo sponsorizzano».

 

ARMENI IN SIRIA. La chiesa e il monumento commemorativo erano stati consacrati nel 1991. Nel 2002 era stato proclamato meta nazionale ufficiale di pellegrinaggio. Non è la prima volta che i jihadisti attaccano la comunità armena in Siria: a marzo era finito sotto attacco il villaggio armeno di Kessab, conquistato con l’aiuto dell’esercito turco. La città ripresa dall’esercito di Assad il 15 giugno ha subito enormi devastazioni.

 

http://www.tempi.it/siria-stato-islamico-distrugge-la-chiesa-che-commemorava-il-genocidio-a-deir-ezzor-auschwitz-degli-armeni#.VC1R6ue_tSR

 

_________________________

 

http://federiciblog.altervista.org/

 

Una Risposta

  • Gli ignoranti criminali sono da riprovare e da abbattere, ma gli sponsor ed i fomentatori sono ancor peggio…
    E sappiamo chi sono !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *