Strage Charlie Hebdo; Fiore: “Nemico operativo a casa nostra”

logo-radio-fn-minilApprendiamo con sconcerto della strage che ha colpito la redazione parigina del giornale satirico francese Charlie Hebdo; 11 morti e 10 feriti, di cui 5 molto gravi, è il tragico bilancio fino a questo momento. Tradizionali bersagli della satira del periodico transalpino l’islamismo e le sue maggiori storture, che ne rendono impossibile una reale integrazione in Europa; ma stamattina, quindici minuti prima dell’attacco con kalashnikov e lanciarazzi, il settimanale satirico aveva pubblicato sul proprio profilo Twitter una vignetta su Abu Bakr al-Baghdadi, l’autoproclamatosi califfo dello Stato islamico (Isis) massacratore di cristiani.“In Europa non si vuol capire, le dichiarazioni di Hollande che ha parlato di generico “terrorismo” lo confermano – ha dichiarato a caldo Roberto Fiore, segretario nazionale di Forza Nuova – che l’Isis, creatura dei sionisti israeloamericani e degli USA, non è un pericolo gravissimo solo per i cristiani in Irak, Siria, Libia e Libano, l’infezione del fondamentalismo islamico assassino è già presente in Europa e punta a Roma, come promesso proprio da Al Baghdadi. Non un politico, non un generale, non un vescovo d’Occidente, tutti pronti a giustificare ogni sacrilega profanazione e insulto contro il Cristianesimo,  anche quelle laiciste della stessa rivista,  ha sollevato in modo vigoroso la questione. La storia si ripete, ma non necessariamente si ripeteranno i miracoli di Lepanto o Vienna, il nemico non è più alle porte, è già tragicamente operativo a casa nostra. L’Europa deve emergere dal torpore e prepararsi alla difesa o rischia di fare la fine dei poveri redattori di Charlie Hebdo, alle cui famiglie va il cordoglio mio, di tutta Forza Nuova e del partito europeo APF di cui sono presidente”.P.S. Esprimiamo la nostra umana vicinanza alle vittime dell’odio fondamentalista pubblicando la vignetta che ha probabilmente scatenato la terribile strage. –

See more at: http://www.radiofn.eu/?p=1091#sthash.vsL1b1cP.Z8FlEJmH.dpuf

Fonte: http://www.radiofn.eu/?p=1091#sthash.vsL1b1cP.dpbs

8 Risposte

  • Bergoglio e Alfano “pompieri”: dopo aver , l’uno augurato arrivi in massa di clandestini per una “degna accoglienza” – vedi Lampedusa 2013 – ed aver ancora auspicato “abbondanti frutti spirituali” agli islamici in ramadan; l’altro per aver gestito “mare nostrum” – o monstrum – che ha permesso l’ingresso libero ad ogni risma di fuoriusciti ed aver depenalizzato – unico paese, l’Italia -il reato di clandestinità, reato che il Vaticano invece contempla. Piromani prima ed ora pompieri. Solo il Signore può provvedere a queste sciagure.

  • Ma è così difficile capire che potrebbe trattarsi di un ennesimo attacco “false flag”? Attenzione mediatica incessante, dichiarazioni anti-islamiche già pronte, sollecitazioni alla guerra contro l’ISIS… senza che nessuno dica chiaramente che l’ISIS è organizzato e pagato da USA e Arabia Saudita quale “nemico fantoccio” che fornisca il pretesto per intervenire in Siria e ridisegnare il Vicino Oriente. Molto comoda, la strage di Parigi, per buttare benzina sul mito del “conflitto di civiltà” tanto caro ai sionisti. Troppo comoda, oserei dire.
    Che l’immigrazione africana in Europa sia da fermare è ovvio, ma questo non c’entra proprio nulla con la creatura sionista chiamata ISIS.

  • Resta il fatto che l’Eurabia è un progetto che, fondato sulla paura e sulla codardìa occidentale, diventerà realtà. Chi ne sia l’autore – USA o Saudia – non ha importanza. Evidente è solo una cosa: anche la Chiesa, o taluni uomini di Chiesa (Tettamanzi, Scola, Bagnasco) hanno, per anni auspicato moschee e moschee. Ecco i frutti.

  • Ancora una volta ne riesce confermato l’assioma fondamentale: né con Mammona, né con Maometto, né con i giudei, i quali tutti sono allineati contro il vero nemico: SOLO ED ESCLUSIVAMENTE CON NSGC.
    Guai ad invocare una presunta “libertà” usraeliana contro l’islam non “liberale”: entrambe le soluzioni, figlie del medesimo “non serviam”, vanno rigettate e di conseguenza combattute.
    Le povere vittime del giornale francese e gli orridi assassini terroristi, absit iniuria verbis, e fermissima la condanna del vile attentato, escono purtroppo dallo stesso pollone.

  • Pefettamente d’accordo con il commento del caro Antonio Diano. Abbiamo la fortuna, come ampiamente dimostrato in questo commento e nel corso del convegno internazionale di Milano del 20/12/2014 di avere come alleato politico Roberto Fiore ed altri leaders europei, notoriamente ed espressamente anti-neocons. antisionisti, antiatlantisti ed antiislamisti, per una Europa libera, indipendente e soprattutto Cristiana.

  • Il tricolore massonico stride con il Sacro Cuore di Nostro Signore Gesu’ Cristo.Fiore dovrebbe dire con chi sta:con la Controchiesa di Bergoglio o con chi la combatte(Christus Rex,I.M.B.C.,etc…)???

  • E’ per questo che “siamo in guerra”. Sulle uccisioni “divinamente meritate” avremmo molte riserve perché l’omicidio premeditato è sempre un peccato grave.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *