Bergoglio riceve un trans spagnolo. Esulta Vladimir Luxuria

FRANCESCO luxuria-vladi-300x276

 

 

Papa Francesco avrebbe ricevuto sabato scorso in udienza privata in Vaticano un transessuale spagnolo, secondo notizie trapelate dal quotidiano iberico Hoy. Abbiamo intercettato al volo Luxuria, per un suo commento e sue reazioni a caldo.

Come commenta Luxuria quest’atto del Pontefice in attesa che venga confermato? A quanto pare la transgender denunciava un atteggiamento ostile della sua piccola Comunità.

Sarebbe un segnale assolutamente positivo. E’ l’apertura della Chiesa agli ultimi, a tutti, la Chiesa delle porte aperte, che accoglie quelli che Papa Francesco ha definito feriti sociali, cioè quelle persone che si sono allontanate dalla Chiesa per la propria identità sessuale. E’ un segnale di apertura che sancisce il diritto alla fede che non può essere incompatibile con la propria identità sessuale”.

Diego, questo il suo nome, sarebbe credente e praticante. Ma oggi in Italia, rispetto a quella che è la sua esperienza, i preti vi accolgono e come?

“Io sono stata amica di Don Gallo, della Comunità di San Benedetto a Genova, che proprio ha spalancato le porte. Ma ne ho conosciuti tanti così. Credo che il segnale che sta dando il Papa sia ancora più importante perché farà riflettere tanti che finora ci hanno considerato peccatori o peccatrici solo per il nostro modo di essere. Vince l’idea che effettivamente l’anima sia più importante del corpo. Se uno ha un’anima diversa rispetto al proprio corpo biologico è chiaro che deve seguire quella che è la sua anima”.

Una Chiesa così che rappresenta per lei, quindi?

“Che i vari Adinolfi e tutti i fondamentalisti, le Sentinelle e tanti altri che parlano delle teorie e ideologie del gender, che credono che chi parla di questi temi nelle scuole rischia di far diventare gli altri trans, possano avere un motivo per riflettere”.

Lei li percepisce così, ok… ma per esempio affrontano anche di altri temi legati alla sessualità. Quello che ha fatto il Papa riguarda i transgender o anche altri?

Riguarda l’accoglienza di tutte le persone che vogliono sentirsi confortate dalla fede”.

Fonte: http://www.intelligonews.it/luxuria-cosa-significa-latto-di-papa-francesco-che-ha-ricevuto-un-transgender-adinolfi-e-sentinelle-risflettano/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *