Charlie Hebdo, «Bella ciao» cantata al funerale del compagno Tignous

Charlie Hebdo, «Bella ciao» cantata al funerale di Tignous, uno dei disegnatori uccisi. L’omaggio di Christophe Alévêque alla funzione celebrata a Montreuil

GUARDATE IL VIDEO E ASCOLTATE. SE POI QUESTO SI PUO’ CHIAMARE FUNERALE…:

3 Risposte

  • Si potrebbe dire nel caso di Charlie et co.: anticristi uccisi da anticristi e accompagnati da esequie celebrate da anticristi.
    Signore, risparmiaci la tua ira!

  • Si sta consumando la fine dell’indipendenza della Loggia di Francia, la materialista e atea, dalla madre Loggia Inglese, la spiritualista e dominante. Il patetico “Bella Ciao” di questa messinscena ne accompagna tristemente la fine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *