Verona, due boati nel pomeriggio e D’Arienzo scrive al ministro Pinotti

F16Manovre militari nei cieli di Verona? Se lo chiede il deputato D’Arienzo dopo che due boati nel pomeriggio di ieri hanno fatto tremare i vetri della città. E scrive al ministro della Difesa.

Oggi nel pomeriggio due forti boati hanno fatto tremare i vetri della città, un fenomeno provocato dagli aerei quando infrangono il muro del suono perché superano la velocità di 331,45 metri/secondo. Non è la prima volta che capita a Verona, ma questa volta il botto è finito direttamente sul tavolo del ministro della Difesa sottoforma di interrogazione da parte del deputato veronese Vincendo D’Arienzo (PD), membro della Commissione Difesa della Camera dei Deputati.

«Nell’interrogazione ho chiesto di conoscere se il ministro Roberta Pinotti sia a conoscenza dei fatti esposti– spiega D’Arienzo – e se ritiene opportuno il comportamento segnalato, ancorché avvenuto probabilmente nel corso di esercitazione militare e, quindi, se non ritenga utile intervenire prendendo utile spunto da questo episodio per impartire direttive che impediscano episodi simili in zone geografiche popolate i cui esiti conosciuti possono provocare “danni collaterali” indesiderati».

«Non ritengo opportuno – conclude D’Arienzo – che esercitazioni aeree militari, se di questo si tratta, possano essere svolte in aree geografiche abitate e men che meno che queste possano prevedere il superamento dei limiti che provocano diffusi timori e preoccupazioni in aree così densamente popolate, come la provincia di Verona».

 

 

 

Fonte: http://www.verona-in.it/2015/01/28/due-botti-nel-pomeriggio-e-darienzo-scrive-al-ministro-pinotti/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *