Svizzera: Niente donazione di organi senza assenso

Segnalazione della Lega Nazionale Antipredazione degli Organi

trapianto_omicidio

di Sergio Pastore

Berna, giovedì 5 marzo 2015

Bello questo titolo, quanto mi piace!  Si temeva un colpo di mano dei favorevoli al silenzio-assenso (un pot-pourri di liberali, socialisti, verdi, democentristi).

Nationalrat für Status quo Ohne Zustimmung keine Organspende

Consiglio nazionale (camera dei deputati) per lo status quo 

Posizione chiara del governo (contrario) e anche dei deputati (107 a 67). Contraria anche la camera alta (Consiglio degli Stati). Questione chiusa.

Oggi governo e parlamento (107 contrari, 67 favorevoli) hanno respinto l’ennesimo tentativo d’introdurre anche in Svizzera la normativa del silenzio-assenso. Resiste l’obbligo dell’assenso esplicito del donatore o dei familiari se una persona non si è espressa. Nessuno deve essere obbligato ad esprimere il suo parere. Lo faccia chi vuole, ma gli altri non devono essere schedati per forza.

 ***

E’ un piacere leggere che gli svizzeri non sono così pavidi come gli italiani d’Italia. Qui invece la situazione peggiora di giorno in giorno. I Sindaci sempre più asserviti al piano Anagrafe/donazione e sta sviluppandosi la  ‘donazione’ da viventi  (sani) per trapianto su pressione dell’UE e per il beneficio degli Stati membri che pretendono anche i nostri organi  e con ‘bollino qualità’. I più vivi saluti, teniamo duro! La Segreteria www.antipredazione.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *