“Lourdes” incontra il “santo” protettore dei sodomiti

Segnalazione e commento di Gianni Toffali

transUOMO TRANSESSUALE IMPENITENTE E ORGOGLIOSO DELLA PROPRIA OMOSESSUALITA’ SI FA CHIAMARE “LOURDES” E INCONTRA BERGOGLIO A NAPOLI RINGRAZIANDOLO PER INCORAGGIARLO NELL’ERRORE INVECE DI INVITARLO ALLA CONVERSIONE: “Il mio nome è Daniela Lourdes: Lourdes perché sono devota alla Madonna, sono religiosa e sono felice di essere arrivata a Scampia ad ascoltare Papa Francesco. Lourdes è il nome che ho scelto io. L’altro, Raffaele Falanga l’avevo ereditato dalla mia famiglia. Non l’ho voluto: era un nome maschile e io mi sentivo donna…Io sono profondamente credente e sono sempre stata legata alla Madonna: lei mi ha sempre confortata. Perciò sono felice di essere qui, a Scampia, con Papa Francesco”

http://www.ilmattino.it/…/papa-napoli…/notizie/1253243.shtml

Io, trans, amo la Madonna: ora chiamatemi Lourdes grazie a Papa Francesco

ILMATTINO.IT

​«Io, trans, amo la Madonna: ora chiamatemi Lourdes. Mio padre era un boss di camorra»

PER APPROFONDIRE: NAPOLI

di Daniela De Crescenzo

Una Risposta

  • Tutti uguali questi pubblici sodomiti e trasgressivi. Anche la sconcia pseudoartista, cabalista e gnostica, Louise Veronica Ciccone, chiamatasi Madonna, ha una figlia di nome Lourdes Maria. Il gusto di impastare il sacro con il lercio. Ma tempo al tempo . . .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *