Rabbino olandese: ” Gli ebrei trassero profitto dalla schiavitù .

Segnalazione di Federico Prati

KIPPAH

5000 schiavi vivevano in 40 piantagioni appartenenti ad ebrei nella Guiana olandese

Un rabbino olandese sta per pubblicare un libro che ricorda il coinvolgimento di ebrei olandesi e dei loro antenati nel commercio degli schiavi.

” Il denaro è venuto dalle comunità ebraiche in America del Sud, in parte grazie alla schiavitù, ed è arrivato in Olanda in seguito, dove i banchieri ebrei se ne occupavano “, ha detto il rabbino Lody van de Kampalla Jewish Telegraphic Agency (JTA) ( Agenzia Telegrafica Ebrea ). ” I non ebrei erano ugualmente complici ma anche noi.Mi sento in parte complice.

Van de Kamp, 65 anni, è tra i più noti rabbini ortodossi nei Paesi Bassi. È autore di diversi libri sulla comunità ebraica olandese e fa frequenti apparizioni nei media.

Il suo prossimo libro, un romanzo storico dal titolo ” Lo schiavo ebreo,” descrive la storia di un mercante ebreo del 18 ° secolo e il suo schiavo nero che indagavano sullee piantagioni olandesi nel nord del Brasile, nella speranza di convincere i Giudei ad abbandonnare la tratta degli schiavi. Nel fare le ricerche per il libro, van de Kamp ha fatto delle scoperte che lo hanno scioccato.

Secondo l’articolo de JTA pubblicato, martedì, sul sito web d’informazione israeliano Times of Israel, van de Kamp ha appreso che 5.000 schiavi vivevano in 40 piantagioni appartenenti ad ebrei in Guiana olandese. Conosciuta come Jodensavanne o savana ebraica, la regione comprendeva una comunità ebraica di diverse centinaia di persone, ed è stata distrutta nel corso di una rivolta degli schiavi nel 1832. Sono quasi tutti immigrati in Olanda, portando con loro le ricchezza che aveva accumulato.

Sull’isola antillana di Curacao, gli ebrei olandesi avrebbero partecipato alla rivendita almeno di 15.000 schiavi, secondo Seymour Drescher, storico presso l’Università di Pittsburgh. Ad un certo momento, gli ebrei controllavano circa il 17% del commercio dei Caraibi in colonie olandesi, precisa il signor Drescher.

Les Juifs étaient si influents dans les colonies que les ventes d’esclaves qui pourraient avoir lieu pendant les fêtes juives étaient souvent reportées, selon Marc Lee Raphael, professeur d’études juives au collège William & Mary.

Aux États-Unis, le rôle des Juifs dans la traite des esclaves est un sujet de débat scientifique depuis près de deux décennies. En Hollande cependant, la question de la complicité juive est rarement discutée.

Gli ebrei erano così influenti nelle colonie, che le vendite di schiavi che potevano aver luogo durante le feste ebraiche erano spesso rinviate, secondo Marc Lee Raphael, docente di studi ebraici presso il College William & Mary.

Negli Stati Uniti, il ruolo degli ebrei nella tratta degli schiavi è un soggetto di dibattito scentifico da più di due decenni. Nei Paesi Bassi, invece, la questione della complicità ebraica è raramente discuss.

Fonte:

http://www.i24news.tv/fr/actu/international/europe/131231-rabin-hollandais-les-

juifs-ont-profite-de-l-esclavage

 

 

Una Risposta

  • Onore al rabbino olandese che non ha paura della verità ! Questi sono i veri giusti della terra. Non certo i Woityla che infervorati dal loro desiderio di piacere al mondo ed al sionismo, tuonano contro la schiavitù inflitta con la complicità della chiesa (sic!) mentre si sporgono dal castello spagnolo di una ex colonia africana.
    Ricordo anche Israel Shamir che descrisse la strage di “Mamilla pool”, di cristiani a Gerusalemme o Mordekai Vanunu che denunciò l’esistenza di centinaia di atomiche in Israele con la loro produzione centinaia di metri sotto il deserto. Ora è in prigione in località ignota dopo essere stato ricercato e catturato secondo il solito sistema del Mossad)
    Questi sono gli ebrei veri alleati della verità e come tali alleati veri del cristianesimo, che è figlio della Verità !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *