Segnalazioni librarie per la Passione

Segnalazione del Centro Studi Federici

la via regale

Monsignor Michel Louis Guérard de Lauriers O.P.  LA VIA REGALE. LA CARITÀ DELLA VERITÀ (CLS, pagg. 64, euro 6,00)

In occasione dell’anniversario dei vent’anni dalla morte di Mons. Guérard des Lauriers (+ 1988) il Centro Librario Sodalitium ha pubblicato, raccolti in un opuscolo per la prima volta in italiano, due testi di spiritualità del grande teologo domenicano. La Via Regale, è una meditazione della Via Crucis che fu pubblicata negli anni sessanta sulla rivista “Tabor” e negli anni novanta da Sodalitium. La carità della verità viene invece pubblicato per la prima volta in italiano.

 “Nella bibliografia di padre Guérard sono numerosi, infatti, gli scritti di Teologia spirituale, pubblicati in gran parte dal Monastero della Sainte Croix (Etiolles). Tra questi, La voie Royale (La via regale), più volte ristampata in francese, e nel 1963-1964 fu tradotta e pubblicata anche in italiano dalla rivista Tabor col titolo di Via Crucis. E’ questa traduzione che presentiamo di nuovo al lettore, dopo averla già pubblicata sulla nostra rivista Sodalitium (n° 28, 1991- n° 44, 1996). Anche La Charité de la Verité ebbe un notevole successo e svariate edizioni con alcune variazioni nel testo da parte dell’Autore. Apparve inizialmente, nel 1951, nella rivista La Vie spirituelle. “non senza qualche modifica rispetto alla versione originale”. Nel 1970, Padre Guérard tenne a Tours una conferenza con lo stesso titolo per l’Associazione Les Compagnons de Saint Martin et d’Ozanam. La rivista Itinéraires pubblicò l’articolo nel n. 155 (luglio-agosto 1971, pp. 217-234). Nuova edizione a Tours nel 1974, a cura della Associazione succitata. Ultima edizione, nel 1985, da parte delle Editions Sainte Jeanne d’Arc, di Villegenon. Mancava una traduzione italiana, ed è cosa fatta col presente opuscolo. La nostra casa editrice conta di pubblicare altri scritti, editi e inediti, di questa grande figura religiosa del XX secolo, convinta di rendere omaggio a Padre Guérard e nel contempo di permettere, a tante anime avide di una vita spirituale profonda fondata sulla Verità, di trovare un solido nutrimento spirituale nelle sue pagine, impregnate di una profonda fedeltà al pensiero di san Tommaso d’Aquino e, nello stesso tempo, di una grande originalità. In questi scritti, certo ardui ed elevati, il lettore raccoglie il frutto di un’eccezionale preparazione filosofica e teologica, ma penetra anche nella vita d’orazione e di unione con Dio del suo autore. Buona lettura e, oserei dire, buona meditazione” (dalla presentazione del libro).

http://www.sodalitium.posteecommerce.it/sodalitium_posteecommerce_it/la-via-regale-la-carita-della-verita.html

Domenico Giuliotti, IL PONTE SUL MONDO. Commento alla Messa (Amicizia Cristian, pagg. 128, euro 11,00)

L’uomo e l’Uomo. Dio, la Trinità e tutti gli Angeli ne formano l’argomento. La Consacrazione, che rinnova l’Incarnazione, è il punto culminante di questo immenso mistero. E il Prete n’è, al tempo stesso, il taumaturgo e il poeta. A un tratto, inesplicabilmente, per mezzo della parola sacerdotale, che ripete la parola divina, il pane e il vino, cambiando natura, diventano Cristo: il Cristo vittima, il Cristo cibo. Allora, noi in Cristo, offriamo Dio a Dio, e noi con Lui. La Messa – e non già la Divina Commedia – è il «poema» veramente «sacro al quale hanno posto mano e cielo e terra». Opera dello Spirito Santo, di Cristo e della Chiesa, essa incomincia con un Salmo e finisce con due preghiere di Leone XIII. Se offrissimo solo noi non offriremmo nulla; ma offriamo noi con Lui; innestiamo la nostra morte alla Sua Vita e diventiamo viventi. Prendete e mangiate, questo è il mio Corpo». E noi mangiamo quel pane che uccide la morte. L’Infinito penetra, così, nel finito; il finito si dilata, splendendo, nell’Infinito. Il Creatore, riabbassandosi, eucaristicamente, fino alla creatura, si dà a lei, entra in lei, celebra con essa le nozze. E il Paradiso è sulla terra, intorno a un piccolo disco bianco, offerto dalle mani di un uomo che, in quel momento, è più grande della Regina degli Angeli. Tale la sintesi della Messa. Il commento che segue si propone di lumeggiarne ogni parte. La Messa, per moltissimi, immersi nell’ignoranza religiosa, è come un affresco che altri afferma prezioso, ma che, agli occhi annebbiati di chi lo guarda, appare tutto coperto da un fitto strato di polvere. Ho tentato di dissipare quella nebbia e di far vedere il dipinto. Ma certamente vi son mal riuscito. Per far ciò ci sarebbe voluto un poeta santo. Ed io sono un povero balbuziente, a cui l’alito del peccato appanna il volto di Cristo (dalla quarta di copertina).

Per richiedere il libro: tabulafatiordini@yahoo.it

________________________

http://federiciblog.altervista.org/

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *