Sul Referendum in Irlanda

BANDIERA IRLANDESE

Patrick Da Larin

Curtatone Mantova

S.S. Papa Francesco

Vescovi delle Diocesi d’Italia

Curtatone 30-05-2015

Riporto la frase di: Jean-Baptiste Chautard (1858-1935), abate trappista di Sept-Fons, enuncia questa massima: «A sacerdote santo corrisponde un popolo fervente; a sacerdote fervente un popolo pio; a sacerdote pio un popolo onesto; a sacerdote onesto un popolo empio»

Dopo il Referendum che si è svolto in Irlanda il 22 maggio, è il primo Paese in cui è riconosciuta legalmente unione omosessuale.

Tutti i media a plaudire questo voto che arriva da un Paese Cattolico, ma come può un Paese o una singola persona che si dichiara Cattolico, andare contro gli insegnamenti di Nostro Signore Gesù Cristo, fondatore della Sua Santa Chiesa Apostolica?

Se il suo agire è contro Cristo non può essere Cattolico, decade ipso facto e diventa apostata.

Mi permetto di ricordare i quattro peccati che gridano vendetta al Cospetto di Dio:

1 – Omicidio volontario

2 – Peccato impuro contro natura

3 – Oppressione dei poveri

4 – Defraudare la giusta mercede a chi lavora

Con questo referendum, potremo dire di aver fatto POKER!

Era l’ultimo di questi peccati che non era ancora stato “legalizzato per legge”, gli altri sono “legali” e ogni giorno diventano sempre più diffusi e “accettati per il bene delle persone”

  • Omicidio volontario = ABORTO
  • Oppressione dei poveri = si parla di eliminare la povertà, ma questa aumenta di giorno in giorno. Per la cronaca cito le parole di Indro Montanelli: “La sinistra ama talmente i poveri che ogni volta che va al potere li aumenta di numero”. In versione “cattolica”: teologia della liberazione.
  • Defraudare la giusta mercede a chi lavora = stipendi che sono sempre più bassi.

 

Riporto come esempio solo una dichiarazione da parte del clero (che vale parola più parola meno anche per tutte le altre):

Prima delle elezioni, l’arcivescovo di Dublino Diamund Martin ha dichiarato che egli avrebbe votato contro il matrimonio omosessuale ma non avrebbe detto ai cattolici come votare (LifeSiteNews.com, 21 maggio). Dopo il voto ha dichiarato alla televisione nazionale irlandese che «non si può negare l’evidenza» e che la Chiesa in Irlanda «deve fare i conti con la realtà». Quanto è accaduto ha aggiunto mons. Martin, «non è soltanto l’esito di una campagna per il sì o per il no, ma attesta un fenomeno molto più profondo», per cui «è necessario anche rivedere la pastorale giovanile: il referendum è stato vinto con il voto dei giovani e il 90 per cento dei giovani che hanno votato sì ha frequentato scuole cattoliche» (www.corriere.it/esteri/. 15_maggio).

Ma la Chiesa Visibile (dal Papa all’ultimo dei Cattolici), cosa fa per contrastare questo abominio della desolazione?

La risposta che mi viene spontanea è NIENTE.

Quale sarà il giudizio di Nostro Signore Gesù Cristo sui Cattolici TIEPIDI (nella migliore delle ipotesi)?

Mi permetto di fare una proposta, nella speranza che venga presa in considerazione e messa in atto da parte di chi si dichiara a parole Cattolico.

Essendo il problema di natura Spirituale e tutto questo disastro è opera diabolica, che si serve di uomini malvagi, non resta che una “chiamata alle armi”, ovvero una pubblica preghiera di riparazione.

Tutti i Vescovi residenziali, dovrebbero organizzare con i loro Sacerdoti, la seguente iniziativa: le chiese devono essere aperte 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 e a turno almeno due persone sempre presenti in preghiera e/o adorazione al Santissimo.

Credo che il tempo che abbiamo a disposizione per cercare di evitare l’ira del Giusto Giudizio di Dio sia giunto quasi al termine, quello che capitò a Sodoma e Gomorra capiterà anche a noi, oppure a noi andrà peggio?

P.S. Ogni tanto penso alle parole di Maria Santissima dette a La Salette: Roma perderà la fede e diventerà la sede dell’anticristo.

E mi rendo conto ogni giorno sempre di più che tutto ciò lo stiamo vivendo oggi.

Cordialmente Patrick Da Larin

 

Una Risposta

  • Condivido in pieno quanto riportato. Ci fossero più cattolici come Patrick le cose cambierebbero per davvero.
    Graze per l’articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *